Si infrange sul parquet del palazzetto di Ostiano il sogno B1 della Prochimica Novarese Virtus Biella. Le ragazze in nerofucsia non riescono a riprendersi dalla sconfitta patita tre giorni prima mentre Ostiano, sorretta dal suo pubblico, spinge fin dall’inizio conquistandosi in tre set la’ultimo posto disponibile per la B1.

Virtus Biella, Ostiano vince e vola in B1

Un ko comunque, che non sminuisce la stagione straordinaria della Prochimica Novarese Virtus Biella: partite senza i favori del pronostico con una nuova guida tecnica e col solo obbiettivo di migliorare lo score della scorsa stagione, le nerofucsia passo dopo passo hanno preso consapevolezza, battendo avversarie attrezzate come Pavic Romagnano e conquistandosi un posto ai playoff, punto più alto fin qui raggiunto dalla società nerofucsia.

La tensione ha inciso sulla squadra

La gara finale di questa stagione, sfortunatamente, non ha reso giustizia a quello che fin qui le ragazze di coach Mucciolo avevano mostrato nelle scorse gare. Dopo essere state a un passo dalla vittoria nella prima partita (perso al tie break dopo il vantaggio di 2-1) le biellesi hanno un po’ pagato la tensione mentale della gara decisiva, faticando sin dai primi punti a opporsi in maniera giusta alle avversarie. Nella prima frazione le lombarde hanno tracciato un solco già nei primi punti (8-4); a poco è servito l’ingresso per alzare il ritmo in ricezione di Alessia Diego, Ostiano ha tirato dritto per la sua strada fino al finale del set, chiuso sul punteggio di 25-18.

Negli ultimi due set c’è stata battaglia

La partenza del secondo set, invece, è stata più positiva per le biellesi (3-7, time out Ostiano), ma la fiammata è durata poco. Già poche azioni dopo Ostiano era tornato avanti 9-8, riprendendo il controllo della gara (18-12). Nuovamente coach Mucciolo ha provato a dar fondo alla panchina, inserendo Bevilacqua, Cavalieri e Diego, riuscendo anche a riportarsi sotto fino al 23-22. Nel momento decisivo, però, un paio di errori di troppo hanno nuovamente condannato le biellesi alla sconfitta per 25-22. Sotto di due set, tra le biellesi è arrivata la reazione di orgoglio. Tre errori consecutivi di Ostiano e un ace di Mariottini hanno portato avanti le nerofucsia  dopo una partenza difficile (12-13); la Virtus ha continuato ad allargare il vantaggio fino al 15-19. La rimonta biellese, comunque, si è nuovamente spenta sul più bello dai troppi errori: Ostiano ha accelerato chiudendo il divario pareggiando a quota 22, e poi scattando definitivamente fino al termine del set 25-23.

«Resta una stagione di altissimo livello»

L’umore a fine gara non era sicuramente dei migliori, mentre era alto l’orgoglio per la stagione fatta. «Ovviamente dispiace la sconfitta – ha confermato coach Cristiano Mucciolo – ma per arrivare fin qui abbiamo lavorato tanto e quindi il fatto di non aver vinto passa in secondo piano. Abbiamo fatto una stagione di altissimo livello, al di sopra delle nostre aspettative. Le ragazze sono migliorate tantissimo individualmente e come gruppo, riportando sulla società un’attenzione mediatica importante e un pubblico delle grandi occasioni che si è affezionato a questa squadra ogni partita sempre di più. Dobbiamo cancellare il dispiacere della gara e pensare a tutto quello di buono che abbiamo fatto». Coach Mucciolo, poi, ha voluto nuovamente porre l’accento la crescita straordinaria della squadra e ambiente in questi mesi: «L’obbiettivo era sicuramente migliorarci, anche perchè non sarei venuto in questa società se non ci fosse stato un progetto dietro, ma non mi aspettavo questo salto già al primo anno con giocatrici che non avevano esperienza di B2 o che fino all’anno scorso venivano considerate “non vincenti”. Vederle combattere e sputare sangue fino all’ultimo punto è stata una cosa molto bella, visto che per arrivare fino a questo punto hanno dovuto lavorare con grande voglia e passione».

Ubezio: «Patrimonio pubblico ed emozioni da preservare»

 «Non è facile fare un’analisi lucida della partita – ha raccontato invece Elena Ubezio -. Il pensiero inevitabilmente va agli episodi che ci hanno portato alla sconfitta» Lasciata da parte l’amarezza, comunque, il pensiero è andato alle cose positive della stagione. «Per me questa è stata una semi stagione, anche se è valsa come una esperienza plurieannale. Sono stata subito bene sin da subito in questo gruppo e in questo momento malinconico e triste fa ancora più rammarico pensare a come è andata a finire. Ognuna delle mie compagne si meritava un finale diverso per tante ragioni; tutte hanno dimostrato giornata dopo giornata qualcosa di importante, anche quelle che magari lo sono state meno protagoniste in campo il sabato, ma sono state fondamentali durante la settimana. Sono sicura che coloro che continueranno il loro percorso pallavolistico riusciranno a trovare le soddisfazioni che oggi sono sfuggite, però a tutte rimarrà la soddisfazione e il piacere di aver vissuto assieme questa stagione, che ci ha unito e che ci ha fatto e ci fa stare molto bene. Anche se non si è coronato il sogno, il fatto di essere riuscite a coinvolgere così tanto pubblico e persone è stata una cosa importante, e spero che questo patrimonio sarà conservato e tenuto stretto per la prossima stagione».

Mattia Pesce

Leggi anche:  Thindown, a I Faggi le fasi finali

 

Il tabellino di gara 2

(Gara 1 vinta 2-3 da Ostiano a Biella)

Ostiano 3

Prochimica Novarese 0

25-18, 25-22, 25-23

Prochimica Novarese Virtus Biella: Mariottini 1, Morandi 9, Fonsati 6, El Hajjam2, Bogliani 11, Ubezio 7, Diego 4, Cavalieri, Bevilacqua, Piccioni, libero Baratella. N.e. Peruzzo e Zecchini.

Allenatori Mucciolo e Polesel.