Il Teens Cossato Manifattura Industriali è sempre più vicino ad una storica promozione in Serie C di basket. Anche in gara 2 la squadra del presidente Luciano D’Agostino riesce a domare Sagrantino per 72-51 al termine di una partita molto nervosa in cui gli ospiti hanno dovuto scontare ben tre espulsioni, tra cui quella di Parente, più quella del coach. Tutto di guadagnato per il Teens di Cossato che dopo il solito strappo nel secondo quarto gestite, con qualche patema di troppo, la partita e adesso è davvero a un passo dalla vittoria della serie e dal coronare una stagione trionfale. Infatti la possibilità di chiedere la serie sarà già venerdì sera sul campo del torinesi.

Teens Cossato vince gara2

Primo quarto. Cossato non riesce a trovare ritmo in attacco complice la zona ospite comandata dal coach avversario fin dal minuto 0. In particolare il tiro da fuori non entra e le trame di gioco dentro-fuori non incidono. Gli ospiti hanno così buon gioco ad allungare.
Secondo quarto: si scioglie dall’iniziale tensione la squadra di Bertetti che inizia ad attaccare con più decisione e di conseguenza anche i tiri, soprattutto da 3, iniziano ad entrare. Così guidati da un Luca murta in gran spolvero e con l’aiuto del rientrante Chiavassa il Teens vola sul +10 all’intervallo lungo.

In controllo già all’intervallo

Terzo quarto: i torinesi sfoderano ancora la zona che di nuovo innervosisce i cossatesi che smettono di far girare a dovere la palla e si impantanano con soluzioni solitarie. Solo Maffeo sembra avere l’energia, più che le idee chiare, per cercare di cambiare l’andamento. A dare una mano, quando mancano 01.58 alla fine del quarto è Calzavara che viene espulso per un alterco prolungato e ripetuto con i direttori di gara. Questo non basta e coach Bertetti è costretto a chiamare un time out di fuoco. Nonostante un quarto non esaltante i padroni di casa si trovano avanti di 14 punti.
Quarto quarto. Cossato seppur con fatica continua a condurre con una doppia cifra di vantaggio fino a che, la mazzata finale della partita, arriva con un’altra espulsione: quando mancano più di sette minuti dal termine anche il totem Parente viene allontanato sempre per le proteste verso un arbitraggio non consono, a detta dei torinesi. Senza il leader Sagrantino si deve arrendere alla superiorità del Teens che, adesso può chiudere la contesa già venerdì e festeggiare una promozione storica

Leggi anche:  25 anni Pallacanestro Biella, il commosso addio di Michele Carrea VIDEO INTERVISTE ESCLUSIVE

Fabio Giacchetto

Iscrivetevi al gruppo Facebook Biella Netweek, collegato alla pagina di Eco di Biella, per essere sempre informati dalla Redazione di Eco di Biella con notizie verificate.