La decima edizione del Torneo Internazionale “Città di Biella”, organizzata dallo Scacchi Club Valle Mosso è stata un’edizione da ricordare per molteplici ragioni: prima di tutto la partecipazione, in quanto a Biella si sono presentati 130 giocatori, un numero in netto aumento rispetto alle ultime edizioni, cosa che porta il numero complessivo degli scacchisti che negli ultimi dieci anni si sono sfidati a Biella a 560. La seconda ragione è l’alta qualità tecnica di molte partite, la terza ragione sono le sorprese che si sono susseguite nel corso dei cinque turni di gioco. Non va inoltre dimenticato che i giocatori biellesi si sono ottimamente comportati.

Lettieri trionfa nell’Internazionale

Nel torneo principale, riservato ai giocatori più forti, la vittoria è andata al Maestro FIDE salernitano Giuseppe Lettieri con 4,5 punti su 5; il trofeo resta quindi in Italia dopo diversi anni nei quali aveva preso direzioni oltrefrontiera. A contendere fino all’ultimo la vittoria al giocatore campano è stato il giovane Maestro biellese Giovanni Siclari (Scacchi Club Valle Mosso), autore comunque di un ottimo torneo che lo ha piazzato al terzo posto finale. Tra Lettieri e Siclari si è classificato il Candidato Maestro comasco Lorenzo Cocconcelli. Da segnalare il quarto posto conclusivo dell’esperto Maestro biellese Marco Ubezio e – a sorpresa – la non presenza tra i premiati del Grande Maestro russo Sergey Ivanov, vincitore delle ultime due edizioni, giunto solo decimo e sconfitto al quarto turno dallo stesso Ubezio.

Trionfo biellese nell’Open B

Trionfo biellese nell’Open B con un’eccezionale performance del sedicenne Matteo Sunder, primo con 4,5 punti. In un torneo tra i più belli visti a Biella, Matteo ha vinto le prime quattro partite e si è trovato all’ultimo turno a disputarsi la vittoria con un’altra giocatrice che aveva anche lei vinto tutti gli incontri. La giocatrice era la milanese Bianca Pavesi, classe 2010 (!) e già pluricampionessa italiana di categoria (due volte Campionessa Under 8 Femminile e attualmente Campionessa Under 10 Femminile) che, stupendo tutti i presenti, si imponeva con giocatori di esperienza pluridecennale e sulla carta di valore superiore, giocando incontri tecnicamente impeccabili. Lo scontro diretto tra Sunder e Pavesi si chiudeva in parità e, con entrambi i giocatori a pari punti, il meccanismo dello spareggio tecnico decretava il successo del giovane biellese tesserato per lo Scacchi Club Valle Mosso ed il secondo posto per Bianca Pavesi, mentre al terzo posto si piazzava il lombardo Claudio Raselli. Da segnalare anche l’ottimo ottavo posto di un altro giovane sedicenne biellese facente parte del sodalizio valmossese. Alessandro Gasparetto. Anche nel terzo torneo, l’Open C, i giocatori biellesi si sono ben comportati. Dietro al vincitore, il giovane lucchese Stefano Maracci (4,5 punti), si è piazzato un altro giovane, il milanese Jacopo Bachi, ma al terzo posto troviamo il triverese Laurentiu Moisa, che da poco più di un anno ha ricominciato a giocare frequentando il circolo di Valle Mosso. In un torneo con circa il 50% di giocatori sotto i sedici anni, buon risultato anche per il cossatese Erick Marangone, settimo.

Leggi anche:  Roffino-Fontana, coppia d’oro dello sport biellese

Scacchi Club Valle Mosso soddisfatto

Soddisfazione per l’ennesimo risultato positivo del torneo è stata espressa dal direttivo del circolo valmossese, guidato da Bruno Norbiato, che ha rilevato come facciano particolarmente piacere sia i numerosi attestati di stima giunti dai giocatori presenti, che il fatto che siano arrivati a Città Studi, sede del torneo, diversi giocatori da località alquanto lontane, come un gruppo di giocatori da Lucca, un giocatore da Livorno, alcuni da Bologna, nonché due giocatori ultrasessantenni provenienti da Ancona appositamente per il torneo di Biella.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA