La possibile rivincita è servita su un piatto d’argento. Oggi pomeriggio, Stefano Napolitano (foto Anna Miletti) avrà la possibilità di riscattare la sconfitta dell’agosto 2017 quando, sul centrale dei Faggi, Carballes Baena in tre set eliminò il tennista di casa al primo turno della seconda edizione del ‘Thindown Challenger’.

Rivincita Napolitano-Carballes Baena

Quarti. Non sarà facile. Contro lo spagnolo, in due match giocati, il 23enne del circolo ‘I Faggi’ non ha mai vinto: l’altra sconfitta risale nel 2015 al Challenger di Mestre. Il rovescio a due mani e il gioco ‘rognoso’ del tennista di Granada, impensieriscono Napolitano: gli appassionati probabilmente si ricordano la maratona dello scorso anno, durata oltre due ore sotto un caldo torrido. Nel frattempo, Carballes Baena è cresciuto ancora arrivando a Biella da testa di serie numero 1 (94 Atp, con un best ranking in 79° posizione a febbraio), ma soprattutto con un’importante vittoria all’Atp250 di Quito dello scorso gennaio partendo dalle qualificazioni.

Ieri successo facile per Napolitano

Dalla Valle. È noto il momento complicato per Napolitano e la semifinale che si intravede all’orizzonte, contro il vincitore del derby azzurro tra Paolo Lorenzi e Stefano Travaglia (seconda partita di oggi sul centrale), fa gola. Alle spalle, il talento biellese si lascia due ottimi match giocati nei primi due turni del Thindown. Prima la vittoria su Gimeno-Traver, poi il buon match giocato ieri nel tardo pomeriggio contro il connazionale Andrea Dalla Valle. Entrare in campo da favorito non è mai facile, ma ieri Napolitano è riuscito a domare l’avversario per i 70’ di match imponendosi in due set (6/2; 6/2). Dalla Valle, dal canto suo, ha dimostrato di avere ottimi colpi. Probabilmente sentiremo parlare del 20enne di Ravenna tra qualche anno. «Per me era importante partire subito avanti. – spiega Napolitano – Ho ancora avuto qualche alto e basso di troppo, però ho sempre cercato di restare attaccato a ogni punto, facendo le mie cose e mi sono accorto che lui faceva un po’ più fatica». Servirà probabilmente limare quegli alti e bassi di ieri, nonostante le 7/8 palle break trasformate dimostrino come nei momenti chiave il tennista biellese sia stato efficace, per riuscire a vincere oggi. Per regalarsi la semifinale, ma soprattutto un’altra partita davanti al ‘suo’ pubblico. Appuntamento alle 16, sul centrale Alvigini.

Leggi anche:  Giro di Pettinengo, Jacob Kiplimo firma il nuovo record FOTO

Il programma di oggi

Programma di oggi. Sul centrale a partire dalle 11: F. Arguello (Arg) vs [2] F. Delbonis (Arg); [3] [WC] P. Lorenzi (Ita) vs [6] S. Travaglia (Ita); Not Before 16: [1] R. Carballes Baena (Esp) vs S. Napolitano (Ita). Sul campo 7 a partire sempre dalle 11: [5] M. Trungelliti (Arg) vs [4] [Alt] T. Monteiro (Bra); [1] A. Behar (Uru) / F. Romboli (Bra) vs [3] F. Neis (Bra) / D. Vega Hernandez (Esp); After Suitable Rest – [4] R. Junaid (Aus) / P. Raja (Ind) vs P. Cachin (Arg) / M. Trungelliti (Arg) .

Luca Rondi