Il sudafricano Yurav Premlall ha chiuso al comando la prima giornata della 13a edizione del Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy. Il percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano non ha fatto sconti alle promesse del golf mondiale e solo in quattro giocatori sono riusciti a scendere sotto il par del campo. Premlall, che è alla sua terza esperienza a Biella (17° posto all’esordio nel 2017 e 11°posto l’anno scorso), ha consegnato una carta da 71 (-2, con un bogey alla buca 3, seguito da 3 birdie consecutivi alla 5, 6 e 7).  Domani seconda giornata con partenze dai tee della buca 1 e 10 dalle 7,20 fino alle 14,22.

Primo giro al sudafricano Premlall

Dietro al sedicenne di Glendower, appaiati a 72 (-1), si sono piazzati il danese Philip Sillesen Nilsson, lo scozzese Ruben Lindsay e Riccardo Fantinelli (Fioranello, nella foto ) che, un po’ a sorpresa, è risultato il migliore degli azzurri: <<Sono partito bene con 2 birdie, poi ho avuto un passaggio a vuoto alle buche 5 e 6 compensate da un birdie alla 7 e da un finale molto regolare – ha detto il quindicenne romano che ha iniziato a giocare a 4 anni, si allena e studia a Londra ed è seguito dal coach Pierguido Caneo -. Sono abbastanza sorpreso però sto giocando bene e il campo è in ottime condizioni. Domani? Non ho nulla da perdere, cercherò di fare il meglio possibile>>.

Con 73 (par) l’altro danese Christian Thysted Jens e Tommaso Ajolfi (Ducato La Rocca). Con 74 (+1) appena sopra par un gruppone dove figurano tra gli altri il russo Ilya Kabanov, il rasta danese Adam Sondergaard Pedersen e gli azzurri Alessandro Frappa (Lignano) e Alessandro Nardini (Pavoniere). Con 75 (+2) l’inglese di Dubai Josh Hill e diversi italiani tra cui Alessio Battista (Lignano), Marco Florioli (Bergamo) e Sebastiano Frau (Pinetina). Con 76 (+3), insieme all’irlandese Joshua Hill (che di recente ha conquistato il prestigioso Mc Gregor Trophy) il biellese Filippo Valzorio. Buono il giro del portacolori del Gc Cavaglià che dopo due birdie alle buche 11 e 12 (con cui era tornato in par) purtroppo ha infilato 3 bogey consecutivi alla 13, 14 e 15. Tra i favoriti a rischio taglio (+4) il sudafricano  Nash De Klerk e Pietro Guido Fenoglio (Royal Park). Sessantesimo Giovanni Manassero (con +6) fratellino di Matteo che giocò a Biella nella prima edizione del campionato. 123° con 85 (+12) il giocatore di casa Sebastiano Barberis Canonico (Biella Betulle) che ha beneficiato di una wild card.

Leggi anche:  Tor des Geants, Bosatelli al comando. Pignacchino vola in top 20 |LE FOTO

Oggi si assegna il Nations’Trophy

In palio oltre al titolo individuale ci sarà anche il Nations’Trophy (con team composti da 2/3 giocatori) che verrà assegnato stasera alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro. Dopo la prima giornata guidano Sudafrica e Danimarca.

L’evento si gioca fino a domani come sempre sullo storico percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano (sulla statale che collega Biella ad Ivrea) con ingresso libero e gratuito.

 

Iscrivetevi al gruppo Facebook Biella Netweek, collegato alla pagina di Eco di Biella, per essere sempre informati dalla Redazione di Eco di Biella con notizie verificate.

Torna alla home page