Basket A2, quarti di finale playoff: non basta un’eroica Edilnol, Capo d’Orlando passa all’ultimo secondo e va in semifinale, vincendo al Forum 76-78 anche gara3. Un clamoroso Lorenzo Saccaggi da 30 punti (Fotoservizio Laura Malvarosa) trascina Biella al rush finale duellando con l’mvp stagionale Brandon Triche (32), ma non basta: 76-78, decide Joe Trapani sulla sirena. Per Pallacanestro Biella si chiude una stagione positiva, condotta al di sopra delle attese iniziali. Meritati gli applausi dei circa 2700 tifosi presenti al Forum che nonostante la delusione finale hanno assistito ad una bella partita di pallacanestro, degna chiosa del campionato che si chiude col miglior risultato della gestione Sambugaro-Carrea.

Non basta un’eroica Edilnol

Una beffa enorme nel finale mette la parola fine al sogno e alla stagione rossoblù. Termina con un secco 3 a 0 la serie contro una superiore Orlandina che accede meritatamente alle semifinali per la Promozione. L’Edilnol conclude così davanti al suo pubblico la stagione con una prova eroica, tutto cuore nonostante le mille difficoltà e le assenza di giocatori chiave come Stefanelli e Chiarastella. Una partita che fino agli ultimi secondi è stata in bilico grazie alla tripla di Saccaggi che a 5 secondi della fine aveva fatto esplodere il Forum sul 76 pari. Invece l’ultima rimessa per gli ospiti, con Biella preoccupata principalmente nel limitare Triche, finisce nelle mani di Trapani che dopo aver battuto Antonutti  prova il tiro in allontanamento che, baciato dalla dea bendata, ha ballato sul ferro prima di trovare il fondo della retina.

Ma al di là del risultato finale, l’Edilnol Biella ha terminato la propria gara con l’applauso di tutto il Forum, in piedi a tributare il giusto omaggio a una squadra che in questa stagione e in particolare in questi playoff ha saputo meritare tutta la riconoscenza possibile. Perché, come aveva riconosciuto Antonutti fin dai primi allenamenti «Questa squadra ha un’anima diversa». E lo ha dimostrato su ogni pallone di ogni possesso di questa post season.

Si chiude così l’ultima pagina del libro della stagione dell’Edilnol, iniziata con tutti i pronostici a sfavore e  terminata con il primo passaggio di turno nella storia della società da quando è in vigore questo formato. Una grande impresa non riuscita nemmeno alla Biella dei record targata Hall-Ferguson.

Chiarastella ci prova, ma esce subito di scena

La partita. La sorpresa alla palla a due è la presenza in quintetto titolare di Albano Chiarastella. L’italo argentino ha stretto i denti  pur di esserci e dare il proprio contributo ma già dalla prima azione il dolore è troppo forte e la sua presenza in campo non dura neanche due minuti. Con un roster ridotto ai minimi termine è inizialmente Harrell a caricarsi la squadra sulle spalle e i suoi 9 punti permettono a Biella di avere la testa avanti a fine primo quarto (21-20). Per Capo d’Orlando si scalda Triche che comincia a mettere a ferro e fuoco l’area rossoblù, per Biella invece l’uomo della provvidenza è Saccaggi che si esalta nelle situazioni calde e per tre volte consecutive arriva a chiudere al ferro subendo anche il fallo che vale 9 punti e a metà partita il tabellone segna 42-39 per l’Edilnol.

Leggi anche:  L'Edilnol vola ai quarti playoff, monumentale impresa difensiva FOTO

Terzo quarto. Il solito indemoniato Triche fa subito pari in apertura di un terzo quarto molto teso. Sims cerca d svegliarsi dal suo torpore ma i 4 punti sono un’illusione temporanea: l’americano non entrerà mai partita e sarà il grande assente della contesa. Chi invece non si tira indietro è Harrell che prima dalla media e poi dalla lunetta inanella 7 punti di fila e permette a Biella di stare a contato all’inizio dell’ultimo decisivo quarto (55-56).

Finale all’ultimo respiro

Finale. Il peso e la stanchezza della terza partita in cinque giorni inizia a emergere nelle gambe dei giocatori e conseguenti segni di nervosismo. Saccaggi si becca un tecnico dopo una topica arbitrare e vale il libero segnato da Triche che muove il tabellino dopo quasi 2 minuti di gioco. Si gioca punto a punto fino al 69-69 a tre minuti dal termine. L’Orlandina, con i suoi giocatori migliori, sembra sferrare la spallata decisiva con Triche, Parks e la schiacciata di Trapani. Un 5-0 di parziale che potrebbe mettere ko anche un elefante. Invece i rossoblu hanno ancora voglia di lottare e di non abbandonare il sogno, in particolare Saccaggi è l’eroe designato. Prima i 4 liberi segnati con freddezza intervallati dal canestro di Triche. A 30’’ secondi dal termine palla in mano all’Orlandina ma una grande difesa regala a Biella la possibilità di giocarsi una grande possibilità di portare la partita al supplementare. E il tiro non può non finire nelle mani di Saccaggi che chiude con una tripla fuori ritmo la sua serata magica da 30 punti. Purtroppo inutile perché il canestro di Trapani regala la serie all’Orlandina.

Fabio Giaccchetto

Il tabellino di gara3

Edilnol Pallacanestro Biella – Benfapp Capo d’Orlando 76-78

(21-20, 21-19, 13-17, 21-22)
Edilnol Pallacanestro Biella: Lorenzo Saccaggi 30 (6/9, 2/5), K.t. Harrell 18 (5/6, 1/5), Michele Antonutti 16 (3/6, 2/4), Deshawn Sims 6 (2/7, 0/0), Carl Wheatle 4 (2/6, 0/4), Matteo Pollone 2 (1/2, 0/0), Albano Chiarastella 0 (0/0, 0/0), Federico Massone 0 (0/0, 0/3), Obinna Nwokoye 0 (0/0, 0/0), Gustavo Savio 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 23 / 23 – Rimbalzi: 28 3 + 25 (Michele Antonutti, Deshawn Sims 8) – Assist: 7 (Lorenzo Saccaggi 2)
Benfapp Capo d’Orlando: Brandon Triche 32 (5/6, 5/10), Joe Trapani 15 (6/6, 1/2), Jordan Parks 13 (2/5, 2/3), Davide Bruttini 8 (2/3, 0/0), Nicola Mei 5 (0/1, 1/3), Yantchoue joseph Mobio 5 (1/4, 1/1), Simone Bellan 0 (0/2, 0/2), Matteo Lagana 0 (0/1, 0/3), Giancarlo Galipó 0 (0/0, 0/0), Marco Murabito 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Neri 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 22 – Rimbalzi: 28 3 + 25 (Davide Bruttini 8) – Assist: 10 (Brandon Triche 6)

Arbitri: Masi, Wassermann, Foti.