La dedica di Bernal: “Vinto a Oropa pensando a Pantani”.

Bernal, il nuovo fenomeno

Una stagione trionfale che lo ha consacrato nuovo re, a soli 22 anni, del ciclismo. Dopo Parigi-Nizza, Giro di Svizzera e Tour de France, Egan Bernal conquista anche il Gran Piemonte per la gioia del manager biellese, Giuseppe Acquadro, e dei tanti suoi tifosi presenti a bordo strada e all’arrivo al Santuario di Oropa, lo stesso luogo in cui, 20 anni fa, vinse Marco Pantani. I due, tra l’altro, sono nati lo stesso giorno, il 13 gennaio.

Le prime parole

Ed è proprio lo scalatore romagnolo morto nel 2004, che Bernal ricorda non appena tagliato il traguardo:  “Oropa è mitica, oggi volevo vincere – ha spiegato dopo l’arrivo – e pensavo a lui quando gli è saltata la catena all’inizio della salita. Mi sono svegliato questa mattina con il desiderio di fare una buona gara ma vincere è sempre difficile. È bello conquistare il primo trionfo in Italia. Sulla salita finale Ivan Sosa ha dimostrato di essere veramente forte e insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro”.

Lorenzo Lucon

Leggi anche:  Madonna di Oropa, la corona scelta sarà in fili d'oro

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

Novità: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA