Con il primo ostacolo lasciato ormai brillantemente alle spalle, La Biellese si appresta ad affrontare il secondo, impegnativo passo verso i playoff. I bianconeri questa volta potranno farlo tra le mura amiche dello stadio Pozzo-La Marmora, nella gara pre-pasquale contro la Romentinese-Cerano, in programma per sabato alle ore 14.30.

La Biellese sabato allo stadio Pozzo

Come per quella con il Trino di domenica scorsa, e quella con il Città di Baveno tra dieci giorni, la gara contro il Ro.Ce. sarà uno snodo fondamentale della stagione bianconera. I novaresi sono i primi inseguitori della Biellese in classifica, con quattro punti in meno rispetto ai ragazzi di mister Braghin, e sono tallonati alle loro spalle da altre pretendenti ai playoff come il Città di Baveno (distante dal Ro.Ce. solo due punti). I novaresi, quindi, arriveranno al Pozzo col duplice obbiettivo di tenere aperta la corsa al terzo posto e non perdere terreno nei confronti delle altre pretendenti ai playoff, oltre a quello di “vendicare” la sconfitta subita domenica scorsa nell’ultimo secondo della sfida con lo Stresa. Sconfitta che ha interrotto una serie di risultati utili che durava da tutto il 2018.

Corsa playoff bianconera

Dal canto loro, anche i bianconeri intendono portarsi a casa il bottino pieno, non solo per rafforzare ulteriormente la loro candidatura ai playoff, ma anche per non sprecare un risultato importante come quello colto domenica contro il Trino, visto che il turno presenta un altro scontro diretto (Stresa-Baveno) che i bianconeri potrebbero sfruttare. «Il morale della squadra in questo momento è sicuramente alto – racconta il centrocampista bianconero Michael Corio (foto Sartini) – anche perchè vincendo a Trino abbiamo colto un risultato importante. Ora dovremo essere bravi in settimana a lasciarcela alle spalle e pensare solamente alla gara contro il Ro.Ce., perché se non facciamo punti nella partita di sabato la vittoria colta a Trino non servirà a molto. Chiaramente avremo un po’ di pressione addosso, ma è una pressione positiva che non penso possa esserci da ostacolo». La gara di sabato sarà quindi importante e complessa, e lo stesso Corio ne riconosce le difficoltà: «Il Ro.Ce. è una squadra che arriva da una striscia positiva importante- racconta il centrocampista – e che domenica ha perso solo al termine su una palla buttata in avanti alla disperata, quindi non è neanche una vera sconfitta. Conosco bene il loro mister, che mi ha allenato, e so che le sue squadre sono molto intense e sanno fare gioco. Sono sicuro che prepareranno la gara benissimo; sarà una vera battaglia». Con la classifica ora ancora più corta, vincere queste partite sarà fondamentale: «Se centriamo la vittoria in questi scontri diretti stacchiamo sia le squadre alle spalle, sia rosicchiamo punti a quelle davanti a noi- spiega Corio -. Il nostro obbiettivo, quindi, deve essere fare punti nelle prossime due gare. Da qui passa gran parte della nostra stagione».

Leggi anche:  Triathlon dell'Orso, successo IronBiella FOTO VIDEO

Unico assente Cremonte

Per quel che riguarda il campo, invece, Braghin dovrebbe avere la rosa al gran completo, compreso il rientrante Marco Pierobon, che già domenica scorsa è tornato in campo anche se solo per uno spezzone di gara. Unico assente sarà Martino Cremonte, ancora alle prese con l’infortunio che lo ha tenuto fermo nelle scorse partite.

Mattia Pesce