Braghin esonerato. Termina dopo cinque giornate, in modo nemmeno troppo cordiale attraverso un sibillino comunicato ufficiale del Club, la stagione di Maurizio Braghin (foto Marco Canova) sulla panchina de La Biellese. Fatale al tecnico la terza sconfitta consecutiva in casa, a fronte di due vittorie esterne. Le ambizioni bianconere, però, quest’anno sono rivolte al salto di categoria e dunque tre ko in cinque giornate hanno fatto suonare il campanello d’allarme in società che ora corre ai ripari.

La Biellese, Braghin esonerato dopo 5 turni

Ecco il comunicato che il Club ha diffuso la notte scorsa, dopo un consiglio direttivo convocato d’urgenza:

«Il Consiglio direttivo della A.S.D. La Biellese ha deciso, con decorrenza immediata, l’esonero del signor Maurizio Braghin dal ruolo di allenatore della prima squadra e da qualsiasi altro incarico societario. La decisione è maturata alla luce di una inconciliabilità di visione e di atteggiamenti. La Società, che aveva affidato integralmente al signor Braghin l’allestimento della rosa, deve purtroppo constatare un’inadeguata gestione della squadra, che non è mai stata messa in condizione di esprimere le proprie potenzialità. Inoltre, il ricco vivaio della La Biellese, ha ricevuto scarse attenzioni pur rappresentando un importante patrimonio. La A.S.D. La Biellese valuterà, in tempi brevi, le candidature per la panchina della prima squadra, e assicura a tifosi, sponsor e simpatizzanti la massima attenzione nella scelta».

L’ex Juventus Koetting tra i favoriti

Giovanni Koetting
Il tecnico di Ivrea classe 1962 Giovanni Koetting

Posto che La Biellese potrebbe anche valutare la posizione interna di Pier Luca Peritore, allenatore da pochi mesi nel ruolo di direttore sportivo, l’orientamento pare quello di cercare sul mercato un tecnico d’esperienza capace di rimotivare un gruppo di giocatori che dovrebbe essere in grado di lottare per i vertici della classifica, dove oggi capeggia l’imbattuto Pont Arnad, giustiziere di Braghin domenica allo stadio Pozzo. Il nome per la successione più accreditato, sembra essere quello dell’eporediese Giovanni Koetting, classe 1962 ex giocatore della Juventus, e successivamente allenatore di Santhià e Pro Bellinzago.