Cresce l’attesa per la 103esima edizione del GranPiemonte NamedSport. La corsa organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte è in programma domani, giovedì 10 ottobre. Quest’anno torna un percorso adatto agli scalatori con un finale che prevede la partenza da Agliè, attorno alle 12, e l’arrivo (attorno alle 16.30) ai 1142 metri del Santuario di Oropa a Biella già sede di sei arrivi di tappa del Giro d’Italia. L’ultimo con la vittoria di Tom Dumoulin nel 2017 che poi avrebbe vinto la Corsa Rosa. Saranno 19 le formazioni alla partenza con un WorldTeams in più rispetto a quelle annunciate. Infatti il Team Ineos del vincitore del Tour de France Egan Bernal ha chiesto di partecipare alla corsa con il colombiano al via. Atteso anche Richard Carapaz, vincitore dell’ultimo Giro d’Italia.

DIRETTA TV. La corsa verrà trasmessa in diretta da Rai Sport dalle 14.30, e su Eurosport 2 dalle 14.45. Poi in differita su Eurosport 2 dalle 18. Potrete seguire la diretta streaming anche su Raiplay.it e su Eurosport Player.

Ecco l’elenco degli iscritti alla gara: GP19_ListaIscritti

Il percorso  tra il Canavese e il Biellese

La corsa si snoda tra il Canavese e il Biellese. Nella prima parte si presenta articolato e ondulato su strade a volte ristrette (specie negli attraversamenti cittadini) e a volte larghe e rettilinee. Dopo il Rifornimento Fisso (km 104-107) il percorso è praticamente pianeggiante fino a Valdengo dove inizia la salita pedalabile di Nelva attraverso Valle San Nicolao e Bianchette. Discesa veloce su Biella dove inizia la salita finale di Oropa sul percorso “classico” già affrontato in diverse occasioni dal Giro d’Italia.

Ultimi 11 km in salita da Biella fino al Santuario di Oropa. Prima parte, fino all’abitato di Favaro, con pendenze dolci. Nell’abitato di Favaro, con pavimentazione in porfido, si raggiungono le pendenze massime (attorno al 13%). La salita prosegue con numerose curve e con pendenze attorno al 9% fino all’arrivo su un rettilineo in porfido di 130 m largo 6.5 m.

Le limitazioni al traffico in città a Biella

Le vie interessate dalla corsa chiuderanno 30 minuti prima del passaggio.

Leggi anche:  Ad Oropa Egan Bernal vince il Gran Piemonte 2019

In città queste le strade interessate dal passaggio della corsa giovedì 10 ottobre: Via Ogliaro, via Corradino Sella, Ponte Cervo, via Cernaia, via Carso, via Bertodano (carreggiata nord), via della Repubblica, via Galilei, via Marocchetti, piazza Battiani, via Ramella Germanin, via Santuario di Oropa (strada vecchia). In centro città il passaggio della corsa è previsto tra le ore 15,45 e 16,15 con arrivo a Oropa attorno alle 16,30. Le strade saranno chiuse al traffico 30 minuti prima rispetto al passaggio del primo corridore e saranno riaperte circa 30 minuti dopo il passaggio della vettura con cartello “Fine gara”. In via Santuario d’Oropa, dalle Cave del Favaro al Santuario, chiusura ai bus turistici e di linea 30 minuti prima a salire e un’ora prima nella direzione a scendere. Al traguardo a Oropa circolazione sospesa e divieto di sosta nel piazzale della Oche dalle 7 del mattino alle 20. Circolazione sospesa su via Brucco dalle 14 alle 17,30 ma percorribile a doppio senso nelle fasce orarie 7-14 e 17,30-20. Divieto di sosta nel parcheggio della Busancano dalle 19 del 9 ottobre alle 20 del 10 ottobre per allestimento mezzi corsa.

Percorsi alternativi consigliati. Per il deflusso da Oropa si consigliano i percorsi alternativi verso il Tracciolino e la strada per la galleria di Rosazza-Santuario d’Andorno. Per chi deve scendere dalla Valle Cervo si consiglia nel primo pomeriggio di utilizzare via per Tollegno. Chi scende da Zumaglia e Pettinengo può procedere verso Ronco e via Coda a Chiavazza. In alternativa a via della Repubblica si consiglia la circolazione lungo le vie vicolo Galeazzo, Ravetti, Crosa e Volpi.

Il Tratto di limitazione ZTL viale Matteotti-piazza Vittorio Veneto verrà sospeso in orario 14-18.
Per informazioni sono attivi i numeri 015.3507230 (Polizia locale) e 015.8554511 (centrale operativa Protezione civile).

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA