Il vincitore designato del 48° Giro di Pettinengo non ha deluso le attese: Jacob Kiplimo, ugandese tesserato per l’Atletica Casone Noceto, 18 anni il prossimo novembre, domenica ha vinto la 48ª edizione della corsa internazionale di Pettinengo, battendo anche il record della corsa che ora è di 26 minuti e 21 secondi. Un record che era stato siglato nel 2010 dal kenyano Philemon Limo.

Giro di Pettinengo, Kiplimo  record

Kiplimo non ha avuto vita facile perché il kenyano Geoffrey Korir soprattutto si è rivelato un vero osso duro: già vincitore sabato del “Circuito di Biella” sul Miglio, anche sui 10 km saliscendi di Pettinengo è rimasto a lungo in scia della stella nascente ugandese, cedendo solo nella parte finale del terzo giro, ma riuscendo comunque a salire sul podio secondo (26’51” il suo tempo, 16° all-time) regolando l’eritreo Berhane Tesfaye e l’etiope Kinde Atanaw. Primo italiano Ahmed El Mazoury (Casone Noceto), 10° assoluto con un pochi secondi di vantaggio sul lecchese Michele Fontana, ormai di casa a Biella e acclamatissimo dal pubblico di casa. Subito a seguire i ragazzi d’oro della Corsa in Montagna tricolore con Cesare Maestri 12°, Nadir Cavagna 14°, Francesco Puppi 15° e Alex Baldaccini 17°.

Tra le donne doppietta keniana

Doppietta kenyana in ambito femminile con un solo secondo a dividere la vincitrice Joan Chepkemoi (12’28”) da Joyce Chepkemoi Tele, vincitrice del Miglio il giorno prima: le due hanno condotto in solitaria allungando nella seconda parte dei 4 chilometri di gara e duellando tra loro. Il tempo finale si inserisce al 13° posto nella classifica all-time. Sul podio con le due atlete africane anche la scozzese Eilish McColgan alla sua seconda presenza a Pettinengo e ormai diventata amatissima dal pubblico locale: ha terminato terza in 12’50” lasciandosi dietro la terza kenyana in gara Viola Jelegat. In 5ª posizione la migliore tra le atlete della Repubblica Ceca presenti: si tratta di Moira Stewartova. Ha preceduto le beniamica di casa Valeria Roffino: per la portacolori delle Fiamme Azzurre un’ottima prestazione e un sesto posto, prima tra le italiane in gara davanti alla promessa azzurra Alessia Scaini e all’altra nazionale Giulia Aprile.

Le categorie giovanili

In abito femminile le allieve e le junior hanno corso insieme alle stelle internazionali. Tra le Allieve vittoria per la ceca Adela Kolackova, atleta del 2001 della quale probabilmente sentiremo parlare in futuro. Sul podio anche la milanese Susanna Marsigliani (Fanfulla Lodigiana), spesso vista in gara nel Biellese, e la bresciana Giulia Bellini (Free-Zone). Tra le junior, invece, successo per la già citata Alessia Scaini (Atl. Saluzzo) davanti alle ceche Bara Placatkova e Gabriela Veigertova. Tra gli uomini gli Junior hanno corso nella gara internazionale. Esclusi il vincitore Kiplimo e l’etiope Gosa Eyob Habtesilasse (8° e premiato tra gli assoluti), ancora in questa categoria, il migliore è stato il ceco David Foller, davanti al connazionale Petr Pavlisen e al primo italiano, Fabrizio Casorzo dell’Atl. Giò Rivera. Tra gli Allievi, invece, successo per Mequanint Navoni (Atl. Monza) davanti a Marco Zanzottera (Sangiorgese) al ceco Jan Svejnova: questa categoria, molto numerosa, ha gareggiato insieme ai master maschili su percorso di 4,3 chilometri.

Leggi anche:  9° Rally Lana Storico: Da Zanche e De Luis, vittoria per un secondo

Le categorie master

Poche le master femminili, anche loro come allieve e junior in corsa nella stessa gara delle stelle internazionali. Prima Michela Beltrando (Atl. Saluzzo) davanti alla compagna di squadra Barbara Verna e a Nicol Cavallese (Borgaretto 75). Tra i circa 100 master maschili vittoria con ampio margine per Massimo Galliano (Roata Chiusani) davanti a Gennaro Piermatteo (Daini Carate) e al biellese Adriano Zucco (Cambiaso Risso Genova). Nelle classifiche ufficiali allegate potrete estrapolare tutti i vincitori di categoria Master.

Il commento dell’organizzazione

A curare l’evento è stato come di consueto il Gac Pettinengo insieme a Biella Sport Promotion. Nessun particolare problema, nessun intoppo e grande clima di euforia sia durante la corsa, con tantissimo pubblico presente lungo il percorso, sia durante le premiazioni che si sono svolte a partire dalle ore 14 a Villa Piazzo a Pettinengo. Il “patron” Claudio Piana: «Nonostante numerose assenze per svariati infortuni lo spettacolo mi sembra sia stato di grande livello, sia oggi a Pettinengo che ieri a Biella. Per come si era messa la corsa non pensavo che Kiplimo ce l’avrebbe fatta a battere il record del percorso, ma questo ragazzo ha veramente un grande talento: molto contento di averlo avuto qui nuovamente e gli auguriamo tutti una grande carriera. Tra le donne una bella lotta tra due superatlete: felice anche per McColgan che è salita sul podio e che anche quest’anno abbiamo potuto apprezzare come donna oltre che come atleta. Molto contento per le belle prestazioni dei nostri Roffino e Fontana: averli in gara è sempre bello. Un ringraziamento a tutti gli sponsor che continuano a credere in queste due gare e che ci permettono di offrire al Biellese tutti questi campioni presenti e futuri: oggi qui c’era il meglio dell’atletica giovanile piemontese, oltre ai bravissimi ragazzi e alle ragazze dei comitati di Brescia e Milano. Infine, permettetemelo, un grazie gigantesco a tutti i miei collaboratori: ancora una volta impeccabili nella preparazione e nella gestione di questo doppio evento. Davvero una squadra di cui essere fieri».