Alberto Gilardino alla Pro Vercelli. Sarà lui il nuovo allenatore delle bianche casacche che militano nel girone A di Serie C. Il Campione del Mondo 2006 esordirà così tra i professionisti come tecnico, dopo la prima esperienza al Rezzato in Serie D, conclusasi con un’eliminazione ai playoff, dopo la staffetta in panchina con Luca Prina che aveva cominciato la stagione da capo allenatore sempre in coppia col Gila, alle prime armi. Un progetto definito che aveva preso un’accelerata durante la stagione, dopo che la promozione diretta era svanita.

Esordio tra i professionisti per Gilardino

Ora per il Gila c’è il salto nella categoria superiore, in un Club non certo con grandi ambizioni. Il patron Massimo Secondo vuole vendere la Società e soprattutto allestire una squadra giovane, così per Gilardino si tratterà di una vera e propria sfida professionale. D’altronde dopo una clamorosa carriera da calciatore che ora gli permette di scommettere serenamente sui se stesso, niente di più stimolante il riuscire bene in un contesto serio, ma non al top della competitività in questo momento. L’accordo è annuale, anche perchè la possibilità che durante la stagione arrivi una nuova dirigenza al Piola non è affatto da scartare.

Conferenza in diretta Sky Sport dal Piola

L’ex attaccante si è presentato in conferenza stampa durante il programma in onda su Sky ‘Calciomercato – L’Originale’. Ecco le prime parole: “E’ un piacere essere qui. C’è un grande entusiasmo. Io e il mio staff abbiamo grande voglia di iniziare, soprattutto sul campo. Non mi piace tanto parlare, ho sempre preferito fare fatti concreti. Cercherò in questo nuovo ruolo di trasmettere qualcosa ai ragazzi”.

Gilardino ha raccontato come è nata l’opportunità di allenare la Pro Vercelli: “La mia fortuna è essere riuscito ad azzerare tutto quello che ho fatto da giocatore. E ricominciare in un altro ruolo, con umiltà, voglia e determinazione. Questa opportunità mi è arrivata con il ds, con cui c’è stato un grande feeling. Anche con il presidente ci siamo conosciuti dopo qualche giorno. E’ un’opportunità importante. Dobbiamo partire col piede giusto: sacrificio e sudore. Queste sono le basi per costruire una squadra prevalentamente giovane, con qualche tassello di giocatore di categoria. La nostra forza sarà in queste due caratteristiche”.

Mentalità e lavoro, questo il messaggio ai giocatori

Sull’imminente inizio della nuova stagione: “Siamo all’inizio, domani (oggi, ndr) e sabato avrò modo di allenare giocatori molto giovani. Dalla prossima settimana inizieremo il ritiro, da martedì pomeriggio. Ci sarà modo giorno dopo giorno di conoscere la caratteristiche dei giocatori e costruire la squadra. Ho avuto tanti allenatori, per caratteristiche tutti mi hanno lasciato qualcosa. E’ normale che quello che mi hanno insegnato lo porto sempre con me”.

Leggi anche:  32° rallyLANA, stasera il via con 106 equipaggi in gara

Gilardino ha le idee chiare sui valori da trasmettere alla squadra: “Abito qui vicino. Qua dentro si respira un’aria diversa. Devo assolutamente trasmettere ai giocatori la giusta mentalità. Non vuol dire vincere tutte le partite, ma con la sofferenza, gli allenamenti e il sudore per poter affrontare la partita con la giusta mentalità. E’ il mio primo anno da allenatore professionista. Spero di portare un po’ di entusiasmo alla squadra e iniziare bene la stagione. E’ un gruppo costruito per fare un buon campionato. Il girone è molto difficile, la categoria prevede una squadra che deve correre e avere forza recuperando i palloni davanti”.

Il presidente Massimo Secondo ha poi dichiarato: “Ho conosciuto Alberto, è un ragazzo straordinario. Credo che farà benissimo da allenatore fra i professionisti. Aveva già vinto il premio Piola, lo avremmo voluto da giocatore ma siamo felici di averlo da allenatore. L’ambizione quest’anno è di fare una squadra giovane e mantenere la categoria. Con Alberto ne abbiamo parlato a lungo. Saprà trasmettere ai ragazzi l’esperienza che ha”.

Gila: ho grande ambizione e voglia

Gilardino ai microfoni di Sky Sport e in diretta su ‘Calciomercato – L’Originale’ ha aggiunto: “L’ultimo anno di Spezia avevo già le idee abbastanza chiare. Finito l’anno ho avuto l’opportunità di fare il corso da allenatore a Coverciano. E ho iniziato subito. Questa è stata una fortuna, mi sono immedesimato subito nella parte. Ho grande ambizione e voglia, spero di iniziare sul campo e valuterà una ventina di ragazzi. Fra cui alcuni giocatori che hanno già giocato qui l’anno scorso. Poi settimana prossima inizieremo il ritiro. Trasmetterò ai ragazzi organizzazione difensiva prima di tutto e determinate situazioni. Non solo tecnico-tattiche, ma anche mentali”.

Iscrivetevi al gruppo Facebook Biella Netweek, collegato alla pagina di Eco di Biella, per essere sempre informati dalla Redazione di Eco di Biella con notizie verificate.

TORNA ALLA HOME PAGE