DOMANI IN EDICOLA, SU ECO DI BIELLA, LE INTERVISTE E LE IMMAGINI DELLA SERATA

Il passato e il presente del ciclismo, questa sera, uno di fianco all’altro, nell’elegante location del Castello di Valdengo. Sono stati infatti il “cannibale” Eddy Merckx e il “cavaliere dei quattro mori” Fabio Aru i grandi protagonisti della prima edizione del “Castello d’Oro di Valdengo – Gran Galà del Ciclismo”, premio nato dalla sinergia, dalla passione e dal grande entusiasmo tra il Comune di Valdengo guidato dal sindaco Roberto Pella, delle sue associazioni e dell’Unione Ciclo Alpina Biellese. Una serata per celebrare il ciclismo in tutte le sue forme e che ha visto partecipare anche Italo Zilioli, un campione di razza che vanta ben quattro podi al Giro d’Italia e oltre 50 vittorie in carriera. Altro riconoscimento, dedicato alla memoria di Michele Scarponi, è stato assegnato alla Team Novo Nordisk per il suo impegno e per meriti etico sportivi. La squadra statunitense infatti è un gruppo sportivo votato alla sensibilizzazione e alla lotta contro il diabete, una malattia terribile e debilitante, un team capace di infrangere il muro dell’indifferenza, tesserando solo atleti afflitti dalla succitata patologia. Ultimo premio della serata per Alessandro Alciato, giornalista di Sky Sport originario di Valdengo e volto di punta dell’emittente satellitare.

Leggi anche:  Biella Rugby, Leveratto convocato dall'Italia 7s

Prosegue così il binomio tra Valdengo e il Ciclismo, ormai diventata una capitale dello sport. Proprio la valorizzazione dell’attività fisica deve essere una missione per le amministrazioni locali per migliorare la qualità della vita dei cittadini: “Come comuni abbiamo preso l’impegno – ha spiegato il sindaco di Valdengo Roberto Pella, ideatore dell’evento – di trasformare il ministero della salute in quello del benessere. In questo modo avremo dimostrato di aver fatto un passo importante per la salute dei cittadini che possono vivere meglio e più a lungo”.

Fabio Giacchetto

sul giornale di domani il servizio completo