BASKET SERIE A2 OVEST – Ci sono partite che non si possono aspettare, bisogna andarsele prendere con rabbia e faccia tosta. Così è stata la sfida tra Eurotrend e Rieti, vinta dai rossoblù anche senza Tim Bowers, con Ferguson in giornata no, percentuali peggiori degli avversari e una marea di palle perse. Gare così è molto più facile perderle che portarle a casa, ma Biella ha saputo compensare le mancanze con una caparbietà tale da ribaltare le sorti dell’incontro. Risultato finale 70-66. E ora l’Eurotrend può sorridere guardando gli altri risultati: perdono Casale, Tortona, Legnano e Trapani, Biella è a due punti dalla vetta, mentre alle sue spalle solo Scafati resta al passo, a una vittoria dai rossoblù.

RUGBY SERIE B GIRONE 1 – L’Edilnol porta a casa il bottino pieno e tira un sospiro di sollievo. La sfida contro il Lumezzane, come da pronostico, si è rivelata tutt’altro che una passeggiata. Il risultato finale, 30-15, nasconde qualche rischio di troppo in cui i padroni di casa sono incappati, soprattutto a causa di una scarsa disciplina. «Sapevamo che Lumezzane era una squadra molto forte e non ci siamo sbagliati – ha spiegato Andrew Douglas dopo il match -. Purtroppo abbiamo preso ancora due cartellini gialli e uno rosso. Dovrò rivedere il video dell’incontro per convincermi della correttezza di alcune decisioni, anche se ammetto che siamo stati indisciplinati. Dever e Musso i migliori in campo oggi».  Per la pausa del 6 Nazioni, l’Edilnol scenderà di nuovo in campo il 18 febbraio a Lecco. 

CALCIO ECCELLENZA –  Altro passo falso per La Biellese. Dopo il pareggio beffa di settimana scorsa contro il Borgovercelli, i bianconeri si devono arrendere per 1 a 0 anche al Verbania e vedono allontanarsi la testa della classifica. Una trasferta lacustre amara per i lanieri che, una volta andati sotto nel risultato, non sono riusciti a rimontare nonostante le diverse occasioni. Proprio la sterilità dell’attacco laniero è finito sotto la lente d’ingrandimento nell’analisi del tecnico Maurizio Braghin: « Non è stata una bella partita – ha esordito l’allenatore -, sbloccata dall’unico tiro in porta che abbiamo subito. Nel secondo tempo i nostri avversari hanno deciso di mettere  dieci uomini sotto la linea della palla rinunciando di fatto a giocare. In questa situazione non abbiamo trovato la soluzione giusta per fare gol nonostante qualche buona occasione. In particolare siamo mancati nell’uno contro uno per creare superiorità numerica». 

Tutto lo sport del weekend sull’Eco di Biella in edicola

BASKET SERIE A2 OVEST – Ci sono partite che non si possono aspettare, bisogna andarsele prendere con rabbia e faccia tosta. Così è stata la sfida tra Eurotrend e Rieti, vinta dai rossoblù anche senza Tim Bowers, con Ferguson in giornata no, percentuali peggiori degli avversari e una marea di palle perse. Gare così è molto più facile perderle che portarle a casa, ma Biella ha saputo compensare le mancanze con una caparbietà tale da ribaltare le sorti dell’incontro. Risultato finale 70-66. E ora l’Eurotrend può sorridere guardando gli altri risultati: perdono Casale, Tortona, Legnano e Trapani, Biella è a due punti dalla vetta, mentre alle sue spalle solo Scafati resta al passo, a una vittoria dai rossoblù.

Leggi anche:  Biella Rugby, Leveratto convocato dall'Italia 7s

RUGBY SERIE B GIRONE 1 – L’Edilnol porta a casa il bottino pieno e tira un sospiro di sollievo. La sfida contro il Lumezzane, come da pronostico, si è rivelata tutt’altro che una passeggiata. Il risultato finale, 30-15, nasconde qualche rischio di troppo in cui i padroni di casa sono incappati, soprattutto a causa di una scarsa disciplina. «Sapevamo che Lumezzane era una squadra molto forte e non ci siamo sbagliati – ha spiegato Andrew Douglas dopo il match -. Purtroppo abbiamo preso ancora due cartellini gialli e uno rosso. Dovrò rivedere il video dell’incontro per convincermi della correttezza di alcune decisioni, anche se ammetto che siamo stati indisciplinati. Dever e Musso i migliori in campo oggi».  Per la pausa del 6 Nazioni, l’Edilnol scenderà di nuovo in campo il 18 febbraio a Lecco. 

CALCIO ECCELLENZA –  Altro passo falso per La Biellese. Dopo il pareggio beffa di settimana scorsa contro il Borgovercelli, i bianconeri si devono arrendere per 1 a 0 anche al Verbania e vedono allontanarsi la testa della classifica. Una trasferta lacustre amara per i lanieri che, una volta andati sotto nel risultato, non sono riusciti a rimontare nonostante le diverse occasioni. Proprio la sterilità dell’attacco laniero è finito sotto la lente d’ingrandimento nell’analisi del tecnico Maurizio Braghin: « Non è stata una bella partita – ha esordito l’allenatore -, sbloccata dall’unico tiro in porta che abbiamo subito. Nel secondo tempo i nostri avversari hanno deciso di mettere  dieci uomini sotto la linea della palla rinunciando di fatto a giocare. In questa situazione non abbiamo trovato la soluzione giusta per fare gol nonostante qualche buona occasione. In particolare siamo mancati nell’uno contro uno per creare superiorità numerica». 

Tutto lo sport del weekend sull’Eco di Biella in edicola