Non poteva che finire così, malissimo per il basket italiano e chi lo governa, con la tardiva esclusione dal campionato di Serie A2 Girone Ovest della Mens Sana Siena (che annuncia ricorsi in ogni sede, ndr) e il conseguente annullamento dei 25 risultati ottenuti sul campo finora. Il tutto avvenuto ieri, a cinque giornate dalla fine di un campionato ormai irrimediabilmente falsato per quanto concerne l’equità competitiva. La crisi economica del Club toscano ha causato la fuga dei giocatori del roster, i cui emolumenti non erano stati corrisposti, e nelle due ultime giornate, Siena non si è prima presentata a Legnano e domenica scorsa ha ricevuto l’Edilnol Biella schierando una incolpevole squadra Under 20, contro la quale i rossoblu non hanno infierito vincendo 93-61. Costo della trasferta per Pallacanestro Biella: euro 3500, tanti soldi per chiunque in questo campionato, letteralmente sprecati in spregio ai sacrifici che il Club biellese sta facendo ormai da diverse stagioni per risparmiare anche i centesimi.

Mens Sana esclusa: Biella ora fuori dai playoff

Oltre al danno si aggiunge la beffa: l’Edilnol aveva battuto due volte Siena, anche in tempi ancora non sospetti, per cui perde 4 punti in classifica come Latina e Scafati, e scivola fuori dalla zona playoff che ora sarà difficile agganciare visto l’affollamento a ridosso del nono posto. Domenica occorrerà vincere il derby con Tortona per non perdere altro terreno. La Virtus Roma si avvantaggia tornano prima da sola, mentre chi guadagna di più è la  Cassino di Mike Hall che da retrocessa virtuale si ritrova magicamente ai playout salvezza. Dopo l’esclusione di Siena, la nuova classifica del girone Ovest è (tra parentesi punti persi rispetto alla presenza di Siena): Virtus Roma 34; Capo d’Orlando (-2) 32; Rieti (-2) 30;Bergamo (-2), Agrigento 28; Latina (-4), Treviglio (2) 26; Casale (-2), Trapani (-2) 24; Biella (-4), Scafati (-4), Eurobasket Roma (-2) 22; Tortona (-2) 18; Legnano (-2) 10; Cassino 4.

Il dispositivo del giudice sportivo

ON SHARING SIENA.

Il Giudice Sportivo Nazionale,

– visto il referto ed il rapporto della gara n. 1435 Mens Sana Basket 1871 SSD A RL–Pall. Biella SSD A RL disputata in data 17 marzo 2019;

– letto l’allegato al rapporto della gara redatto dal Sostituto Procuratore Federale;

– considerata la rinuncia alla precedente gara operata nel corso del presente Campionato da parte della Mens Sana Basket 1871 SSD A RL (Gara n. 1427 del 10 marzo 2019, C.U. 1372 del 12 marzo 2019, G.S.N. n. 162);

– rilevato, dalla lettura congiunta dei predetti documenti inerenti la gara in oggetto, che la Società Mens Sana Basket 1871 SSD A RL inseriva a referto un numero significativo di atleti appartenenti alle categorie giovanili, il cui trasferimento – da regionale a nazionale – è avvenuto nel corso dell’ultima settimana e che il punteggio di 31 punti di differenza a favore della Società Pall. Biella SSDA RL è maturato già nei primi due quarti di gara;

– ritenuto pertanto che ci si trova di fronte ad una palese alterazione della uguaglianza competitiva delle squadre in campo, alterazione che si ritiene strumentalmente e fraudolentemente posta in essere dalla Società Mens Sana Basket 1871 SSD A RL al fine di disputare forzatamente la gara in questione e le prossime partite di campionato e non incorrere in una seconda formale rinuncia che comporterebbe la sanzione della esclusione dal presente Campionato;

– tenuto altresì conto del comportamento generale tenuto dalla Società, caratterizzato dalla presenza di numerose procedure arbitrali e di delibere del Consiglio Federale relative alle dichiarazioni di morosità che hanno determinato e determineranno l’applicazione di punti di penalizzazione e di ammende pecuniarie, nonché da indagini aperte da parte della Procura Federale, peraltro attivata da Questo Giudice anche sulla gara n. 1427;

– considerato pertanto corretto ed equo, per il caso in questione, assimilare la disputa della gara con una formazione rimaneggiata per intenti fraudolenti ad una vera e propria rinuncia alla stessa;

Leggi anche:  Calcio, Vigliano trionfa e sale in Promozione

visti gli artt. 19, 44, 55, 56, comma 2 del Regolamento di Giustizia e art. 17, comma 3 del Regolamento Esecutivo Gare

P.Q.M.

– Dispone l’esclusione della Società Mens Sana Basket 1871 SSD A RL (cod. FIP 054507) dalla partecipazione al Campionato di Serie A2 Maschile per la presente stagione sportiva 2018–2019, conservando il diritto di iscriversi ai campionati Senior a libera partecipazione;

– annulla tutte le partite sin qui disputate come previsto dal citato articolo 17 comma 3 del Regolamento Esecutivo Gare;

– infligge un’ammenda pecuniaria di € 30.000,00, pari a dodici volte quella prevista per la prima rinuncia dal Comunicato Ufficiale Contributi come previsto dall’art. 56,comma 2 R.G.;

– infligge altresì al Legale Rappresentante pro tempore, Sig.Massimo Macchi, il provvedimento di inibizione per mesi 3 fino al 19 giugno 2019 così come previsto dall’art. 44R.G.;

– dispone altresì la trasmissione degli atti all’Ufficio Tesseramento per lo svincolo degli atleti senior e al Comitato Nazionale Allenatori per l’annullamento dei tesseramenti CNA, ai sensi dell’art. 21 Regolamento Esecutivo Tesseramento e dell’art. 54 comma 3 del Regolamento di Giustizia.

La nota ufficiale Mens Sana Basket

A fronte del provvedimento disciplinare incluso nel comunicato ufficiale n°1405 del 19/03/2019, riportante la seduta n°169 del Giudice Sportivo Nazionale, Mens Sana Basket 1871 S.S.D. a R. L. comunica di aver incaricato i propri legali di opporsi a tale provvedimento in ogni sede e grado di giudizio.

La Società ritiene il provvedimento illegittimo, oltremodo ingiusto e contrario al principio di ugugaglianza in considerazione della condotta federale in situazioni analoghe di difficoltà societarie e vista l’assenza di una norma che consenta una decisione così invasiva, peraltro presa in totale assenza di contraddittorio.

Contestualmente, il Consiglio di Amministrazione di Mens Sana Basket 1871 S.S.D. a R. L. informa che il Sig. Massimo Dattile ha sciolto la riserva accettando l’incarico di Amministratore Delegato della Mens Sana Basket 1871 S.S.D. a R. L., a sostegno della serietà del piano di ristrutturazione Societaria che la FIP, nonostante una richiesta di appuntamento, non ha ritenuto di valutare ai fini del provvedimento.

La nota ufficiale della LNP

In relazione all’esclusione dal campionato di Serie A2 della Società Mens Sana Basket 1871 Siena, Lega Nazionale Pallacanestro rende noto quanto segue.

– A seguito dell’emersione delle criticità, nel corso di tre incontri è stato attivato un ampio confronto, cui la Società si è resa disponibile, per avere informazioni sullo stato delle cose; e di questo LNP ha puntualmente dato ampio riscontro alla Federazione Italiana Pallacanestro;

– La situazione debitoria della Società era da tempo al vaglio della Comtec, con le ingiunzioni in atto che saranno poste all’esame del prossimo Consiglio Federale;

– La FIP, attraverso i propri Organi di controllo e di Giustizia, ai sensi dei regolamenti vigenti, ha valutato ogni opzione percorribile, secondo quanto di propria esclusiva competenza ed in piena autonomia;

– LNP dal canto suo garantisce alle proprie Associate una costante attenzione ed una concreta collaborazione per fornire agli Organi di controllo e di Giustizia della FIP ogni eventuale nuovo elemento per le decisioni che sono state poi assunte in giornata odierna, nell’autonomia degli Organi preposti.

Il rammarico di Lega Nazionale Pallacanestro è identico a quello degli appassionati di una piazza storica come Siena e, crediamo, di tutti coloro che amano la pallacanestro. Ma al tempo stesso LNP non può che prendere atto della decisione presa della Giustizia Sportiva.

Gabriele Pinna

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE NOTIZIE

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale ECO DI BIELLA: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci le impostazioni e le notifiche in modo da essere sempre informato dalla nostra Redazione.