Ronco, Carla Moglia punta al tris: “Sono sindaco vicino ai cittadini”.

Carla Moglia, sindaco uscente di Ronco, si ripresenta ai cittadini in vista delle elezioni comunali del 26 maggio con la volontà di proseguire il lavoro svolto negli ultimi dieci anni: “Abbiamo completato il programma – ha spiegato durante la presentazione di ieri in paese – ma c’è ancora molto da fare. Per questo ci ripresentiamo anche se la mia candidatura a primo cittadino è stata sofferta perché avrei voluto lasciare il passo ai più giovani. Ma un’altra figura di riferimento per la lista civica non si è palesata”.

Il programma

Una serie di punti precisi per sfidare la deputata leghista Cristina Patelli, ex alleata del sindaco prima e poi all’opposizione in consiglio comunale. Tra gli obiettivi principali completare il sistema di videosorveglianza in paese, sostenere la fondazione Asilo per calmierare le rette del Micronido, ridurre il consumo di suolo favorendo le ristrutturazioni del patrimonio edilizio esistente, creare un laboratorio pediatrico, riorganizzare il servizio bibliotecario, riprendere le attività della Consulta Giovanile Comunale e investire nelle aree per i bambini. Determinante il progetto atteso da vent’anni per l’acquisizione di un’area di Villa Olga nei pressi delle scuole che sono il fiore all’occhiello del piccolo centro alle porte di Biella con 300 iscritti tra micronido, materna, elementari e medie: è in corso, infatti, la trattativa con la proprietà per poter acquisire uno spazio da mettere a disposizione per il servizio pubblico. Inoltre la messa in sicurezza Via Cavour e Via Castello creando nuovi posti auto. Il sindaco ha comunicato, inoltre, che inizieranno a breve i lavori per la riva lungo la strada Ronco-Chiavazza che attende da tempo interventi post alluvione del 2014.

Leggi anche:  La lista Belossi si presenta: "Immaginiamo una Candelo differente"

Migranti e politica

“Siamo presenti e attenti alle segnalazioni – ha spiegato il consigliere di maggioranza Clemente Brusasca – si parla tanto di cambiamento. Lo abbiamo visto proprio in questi anni grazie al sindaco e alla sua squadra. Ronco ha aumentato gli abitanti e sono stati portati avanti tanti progetti. Vogliamo evitare la spettacolarizzazione della politica in paese e lasciamo da parte le direttive esterne. Amministrare un Comune non è semplice e ci vuole molto tempo a disposizione”. Ad una domanda sulla questione migranti, che aveva fatto scoppiare la maggioranza alcuni anni fa con l’arrivo di richiedenti asilo in frazione Vercellino, Moglia risponde così: “Lì non ci sono più ospiti, sono stati trasferiti a Pavignano – afferma – da tempo ci sono 18 persone in via Provinciale e in corso c’è una convenzione con Pace e Futuro, che ha la responsabilità organizzativa e di controllo, per impegnare molti di loro in attività di pubblica utilità”.

La lista

La lista “Ronco Insieme” è composta da Clemente Brusasca, Davide Canova, Federico Ramella, Bartolomeo Bocchino, Mario Clerico, Mariangela Rossetto, Celestino Lanza, Elena Caucino, Sara Penna e Andrea Fregonese.

L.L.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO