Duro attacco della consigliera Fratelli d’Italia Livia Caldesi alla deputata biellese 5 Stelle Lucia Azzolina

La pasionaria di Fratelli d’Italia Livia Caldesi: “Lucia Azzolina parvenue della politica”

“Lucia Azzolina afferma, per nobilitare la vergognosa scelta del suo movimento di formare un governo con il Partito Democratico – a dispetto della volontà popolare -, che questa opportunità va colta “pur di non cedere il Paese a gente come Meloni”. Vorrei domandare all’on. Azzolina, parvenue della politica, e che per questo forse non é in grado di far altro che di accodarsi a quello spregevole individuo che é Beppe Grillo, altro barbaro della politica il cui consenso non per niente era fondato sugli insulti e sulle urla, cosa significhi per lei “gente come Meloni”?
Significa certamente gente diversa da voi, cara Onorevole, gente che ha una parola sola, gente coerente, gente che ama l’Italia e lavora in modo costruttivo, non pensa a disfare ma a fare. Significa gente che ha rispetto per il popolo italiano e non lo prende in giro come avete fatto voi. Gente che non usa toni violenti, come afferma Lei falsamente, e come invece ha sempre usato il vostro leader Beppe Grillo.
Gente che sicuramente Lei non é in grado di comprendere perché ci separano anni luce, cosa della quale vado orgogliosa: ma questo non Le dà il diritto di usare i toni che ha usato. Anche saper scegliere le parole é qualcosa che si impara attraverso l’esperienza o l’esempio e temo che a Lei siano mancati entrambi.

Leggi anche:  Andrea Delmastro scatena la bagarre alla Camera contro la Boldrini: "In ciabatte dal Papa, con il velo in moschea"

Gli fa eco il deputato Andrea Delmastro: “L’unico vero cambiamento del nuovo governo – si legge in una nota inviata a Eco di Biella –  comanderanno quelli che erano sulle barche e speronavano la Guardia di Finanza, per entrare nei porti italiani, in nome dell’immigrazionismo più estremo… La verità, è che Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, potevano tornare a governare, insieme, soltanto evitando le elezioni ed il voto degli italiani”.