Lista Carli: “Facciamo ripartire a Valdilana i bienni delle superiori”.

Valdilana Insieme e le scuole

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del programma elettorale e di tutti i candidati (lunedì 8 aprile) che andranno a completare la compagine della lista Valdilana Insieme, emerge un altro tassello qualificante del progetto di governo. Parliamo di Scuola, e segnatamente di scuola secondaria di II grado, quella che una volata eravamo soliti definire “Superiore”.

Tra le varie proposte formulate nelle scorse settimane dai laboratori di idee che hanno lavorato alla bozza di programma ce n’è una legata al DNA del territorio, sia sotto il profilo dell’Istruzione che del Lavoro.

«Non dobbiamo dimenticare – sottolinea Carlo Grosso, ex sindaco di Mosso e candidato nella lista Valdilana Insieme – che la vocazione scolastica della Valle di Mosso e del Triverese è fortissima: a Mosso le scuole superiori sono presenti da centinaia di anni, l’Istituto Alberghiero è stato a Trivero per decenni e ora è a Mosso, il Liceo Scientifico del Cossatese e Vallestrona ha la sua sede decentrata a Valle Mosso. Ci sono gli edifici, c’è la cultura della Scuole e dell’Istruzione».

Proprio a partire da questi presupposti, la fusione dei quattro ex Comuni nella nuova entità amministrativa potrebbe portare un notevole tornaconto: con una maggiore “massa critica”, il Comune di Valdilana acquisisce un inedito “potere contrattuale” candidandosi virtualmente a diventare valido e imprescindibile interlocutore per la Provincia di Biella, che sull’Istruzione secondaria di II grado ha una competenza diretta sia per la parte strutturale, che riguarda gli edifici (ediliza scolastica), che per la pianificazione formativa.

Leggi anche:  Elezioni a Biella, i 6 candidati e le campagne tra la gente

Da un punto di vista politico, l’intendimento della lista Valdilana Insieme è proprio quello di impegnarsi in questa “delocalizzazione” del biennio di più istituti dal capoluogo provinciale alla Valle di Mosso e al Triverese.

«Perché non ipotizzare – afferma Mario Carli, candidato sindaco di Valdilana Insieme – la ripartenza di corsi dedicati ai bienni delle scuole superiori sul nostro territorio? Tanti giovani di Valdilana, ogni giorno, percorrono la strada dai nostri territori a Biella: perché non pensare seriamente di offrire loro due anni di scuole superiori “a casa”? Un’eventualità di questo tipo sarebbe importante anche per le principali attività produttive tessili in Valdilana: gli imprenditori che abbiamo sentito in questi due anni di progetto verso la fusione, e adesso con il nuovo Comune appena partito, hanno necessità di giovani preparati e radicati sul territorio. È anche a partire dalla scuola che possiamo progettare una forte sinergia col mondo del lavoro. Noi ci crediamo e sapremo anche muoverci con esperienza e capacità in questa nuova sfida per il territorio».

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO