Forgnone: «Non mi ricandido».

L’annuncio

L’annuncio è arrivato pubblicamente domenica scorsa, durante il pranzo legato alla festa patronale che si è svolta in paese. Il sindaco uscente, Patrick Forgnone, non si ricandiderà per il secondo mandato. Dopo cinque anni di amministrazione, dunque, lascerà il ruolo di primo cittadino e non si presenterà neppure per un ruolo di consigliere comunale. L’annuncio, visti i quindici anni di attività all’interno del Comune da parte di Forgnone, ha stupito molti dei presenti, anche se i più stretti collaboratori del sindaco erano già a conoscenza delle intenzioni di Forgnone. Ora in paese si apre la corsa per capire chi sarà il suo successore.

La guida del paese

Forgnone, cinque anni fa ha vinto le elezioni amministrative che vedevano in corsa due liste. Ha guidato il paese puntando soprattutto al rilancio della scuola, organizzando, insieme alla sua giunta e all’istituto comprensivo, diverse manifestazioni per far conoscere il plesso e per rendere i saglianesi orgogliosi della scuola stessa. Ha poi puntato molto sul museo legato a Pietro Micca, recentemente inaugurato. Senza dimenticare i rapporti, sempre molto stretti, con la parrocchia e la Pro loco. A quest’ultima, ad esempio, è stato affidato il compito di valorizzare la struttura attraverso eventi dedicati. Il mandato di Forgnone ha visto anche un grave fatto di cronaca, che per fortuna, non ha fatto vittime: lo scoppio di una casa in via Roma che ha impegnato l’amministrazione negli ultimi anni di mandato, per riuscire a riaprire la strada e a dare risposte agli abitanti coinvolti dallo scoppio. Da maggio Sagliano dovrà scegliere un altro sindaco.

Leggi anche:  "L'Italia resiste", catena umana per 300

Enzo Panelli