Elezioni comunali 2018: si vota domenica 10 giugno con eventuale ballottaggio dopo due settimane, il 24 giugno, che tuttavia non riguarderà i comuni biellesi.

 

 

Elezioni comunali 2018: si vota il 10 giugno

Elezioni comunali 2018:  il decreto del Ministero degli Interni ha stabilito la data delle prossime elezioni amministrative che avranno luogo domenica 10 giugno con eventuale ballottaggio a distanza di due settimane, il 24 giugno. I comuni al voto, al momento, sono 797 (157 sono enti commissariati che hanno concluso la consiliatura prima della scadenza naturale), più le due circoscrizioni di Roma (il municipio III e VIII) sciolte in anticipo. I votanti aventi diritto chiamati ai seggi sono 7,1 milioni.

Nel Biellese sono tre i centri interessati

Nel Biellese sono tre i centri che chiameranno i propri cittadini alle urne nelle Elezioni comunali 2018 eleggendoli già domenica 10 giugno: si tratta di Masserano, Ternengo e Mezzana Mortigliengo. Al momento non è dato sapere quante e quali saranno le liste nei tre centri, è però certo che, sia a Masserano, sia a Mezzana Mortigliengo, sia a Ternengo, i sindaci uscenti si riproporranno per una nuova tornata elettorale.

Si vota a Masserano

Masserano è un comune che conta poco più di 2100 abitanti. Il suo attuale sindaco, Sergio Fantone, in carica dal 2009, metterà a disposizione dei cittadini la propria esperienza, ricandidandosi con la lista “Il comune in comune”. Per le amministrative 2018 Fantone punta sui giovani: «Ripresenteremo la vecchia squadra, ormai ben collaudata – spiega – con l’aggiunta di qualche volto nuovo». Durante la campagna elettorale Fantone punterà l’accento sulla serenità dei cittadini: «Sulla sicurezza in particolare – afferma – ma anche sull’istruzione e sulle strade».

Leggi anche:  Sui Gratta e vinci col Decreto Dignità la scritta “Nuoce alla salute”. I tabaccai: “Assurdo”

Si vota a Mezzana Mortigliengo

Anche a Mezzana Mortigliengo l’attuale sindaco, Alfio Serafia, si ricandida. «Ero perplesso – afferma – ritengo che due mandati potessero essere più che sufficienti. Tuttavia i miei compaesani volevano che mi candidassi nuovamente e non ho potuto dire di no». La lista di Serafia si chiamerà “Mezzana futura” e il programma prevede la manutenzione del cimitero e della struttura che ospita il circolo Arci: «Non sono cattedrali nel deserto – afferma Serafia – ma interventi che vanno fatti». Nulla trapela sui componenti della sua lista, tuttavia c’è una conferma: quella del vicesindaco, Corrado Sola, pronto ad affiancare Serafia nei prossimi cinque anni.

Si vota a Ternengo

Infine, a Ternengo, il sindaco uscente, Francesco Vettoretto, si propone per il terzo mandato. La sua lista si chiama “Verso il futuro”. «Ci ricandidiamo – spiega – per terminare quanto iniziato gli scorsi anni». In particolare, Vettoretto considera fondamentale portare a compimento un nuovo parcheggio in prossimità del castello, l’abbattimento di un edificio mai completato e acquistato qualche anno fa e il recupero dell’area, e un grosso intervento al cimitero.
Shama Ciocchetti