Elezioni comunali 2018: domenica, tra i 761 Comuni italiani che rinnoveranno i propri Consigli ce ne saranno anche tre del Biellese.

Elezioni comunali 2018, domenica 10 giugno si vota

Si tratta di Masserano, Ternengo e Mezzana Mortigliengo. Gli aventi diritto potranno votare dalle 7 alle 23.

Il punto su Masserano

A Masserano a scontrarsi saranno il sindaco uscente Sergio Fantone, che si candida per il suo terzo mandato, e lo sfidante Teresio Gamaccio, ex professore, ora in pensione, della scuola media del paese. Sergio Fantone ha intenzione di continuare quanto di buono già fatto in questi anni, e desidera portare a termine i progetti ormai messi in cantiere dall’amministrazione. «Se sarò rieletto – spiega Fantone – mi piacerebbe concludere i progetti che questa amministrazione ha messo in conto di fare: dal rifacimento completo della scuola media, grazie a un bando regionale di 700mila euro, alla ristrutturazione degli spogliatoi del campo sportivo, passando per il sistema di illuminazione pubblica, fino alla viabilità delle strade del paese. Poi un occhio di riguardo lo avremo anche per il turismo, con il Palazzo dei Principi da valorizzare e tutte le bellezze artistiche del paese, e anche la costruzione di un area camper e pullman per i turisti». E poi conclude: «Sono a disposizione 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno, cercando di risolvere i loro problemi in ogni modo». Il suo avversario sarà Teresio Gamaccio, che fa parte della minoranza dell’amministrazione attuale, e ha deciso di candidarsi per «tirare su questo paese che è stato lasciato andare». L’avversario di Fantone si sente molto vicino al suo paese d’adozione: residente a Biella, ma trapiantato nel contesto di Masserano da 36 anni grazie all’insegnamento. «Ho scelto di candidarmi – spiega Gamaccio – per affetto nei confronti del paese, per cui ho realizzato diverse pubblicazioni insieme ai miei alunni. Vorrei recuperare il rapporto di fiducia con i cittadini, che è caduto in basso in questi anni». Il programma parte da «cose semplici»: ai bisogni degli anziani, a tenere pulito il paese, passando per lo sviluppo del territorio, fino a giovani. «I cittadini dovrebbero votarmi – conclude Gamaccio – perché molte occasioni sono sfuggite di mano dall’amministrazione precedente, che è mancata di lungimiranza e competenza, e per rendere più appetibile Masserano».

Il punto su Mezzana Mortigliengo

Di fatto si presentano al voto due liste, ma la lista “La Civetta” di Nicolò Pizzato non ha voluto rilasciare dichiarazioni, nè inviare immagini. Il candidato si è limitato ad una campagna piuttosto in sordina. Dall’altra parte la lista del sindaco uscente Alfio Serafia, che dichiara: «Da quando questa amministrazione si è insediata – spiega – ha letteralmente cambiato il volto del paese. Vogliamo andare avanti su questa strada». E guardando a domenica, Serafia è ottimista: «Spero che i cittadini abbiano apprezzato il lavoro fatto in questi anni».

Il punto su Ternengo

Il sindaco uscente Francesco Vettoretto si ripresenta per «completare ciò che il pareggio di bilancio non ci ha permesso di realizzare in questo mandato». E nel chiedere la fiducia dei ternenghesi spiega come ci sono almeno tre priorità: «Il parcheggio in frazione Villa è al primo posto, poi seguono la riqualificazione dell’area del municipio e l’abbattimento di un vecchio edificio acquisito dal Comune». Ad opporsi l’ormai storica rivale Rita Daniela Veronese, che non ha dubbi: «Il punto principale del mio programma riguarda la residenzialità e le famiglie. E’ necessario attuare delle politiche che attirino nuovi residenti e soprattutto i giovani. Alle famiglie con figli dobbiamo dare contributi quali il bonus bebè e agevolazioni. Per questo destinerò tutti i miei compensi da sindaco se dovessi essere eletta. Sono andata a distribuire il programma casa per casa e ho parlato con la gente: è necessario mettersi all’ascolto». La terza candidata è Leonella Quaglia, del partito “Valore Umano”. Anche per lei va data molta importanza ai bisogni dei cittadini, creare punti d’ascolto, migliorare le aree pubbliche ma soprattutto, ci tiene a precisarlo: «Aiutare la Pro loco per far diventare più attrattivo il paese e potenziare i servizi, come ad esempio creare una biblioteca con wi-fi pubblico e trovare soluzioni per eliminare i tanti cartelli vendesi dagli immobili».

Michele Canton – Fabrizio Ceria – Shama Ciocchetti

Le liste dei candidati

Masserano

Il Comune… In Comune. Candidato sindaco Sergio Fantone. Candidati: Patrick Arlunno, Roberto Caruso, Liliana Craxì, Nicoletta Malinverni, Maria Alessandra Martini, Andrea Mazzone, Marika Mecenero, Mariella Perino, Giorgio Peuto, Guido Sossi.

Per Masserano. Candidato sindaco: Teresio Gamaccio. Candidati: Virna Botta, Lucio Bozzelli, Pedro Augusto Bozzone, Tiziana Costa, Gaetano Di Caro, Andrea Marchesi, Bruno Marchesi, Massimo Zani.

Mezzana Mortigliengo

Mezzana Futura. Candidato sindaco: Alfio Serafia. Candidati: Cosetta Sola, Arianna Minero re, Edda Giacobino, Emilio Roncarolo, Paolo Broglia Patron, Matthieu Zampieri, Marco Rondina, Corrado Sola, Piero Tempia Valenta, Lorenzo Ciullo.

La Civetta. Candidato sindaco: Nicolò Pizzato. Candidati: Guido Oleari, Roberta Rey, Rudi Rastello, Michael Balasso, Fabrizio Rastello, Roberta Grechi, Sirlene Callegari.

Ternengo

Verso il futuro. Candidato sindaco: Francesco Vettoretto. Candidati: Luigi Russo, Gabriella Sinigaglia, Simonetta Magliola, elisa Guelpa Rolone, Ivo Gallo, Flaviano Girardi, Andrea Brovarone, Giuseppina Curcio, Bruno Gobber, Elena Bava.

Libertà e trasparenza. Candidata sindaco: Rita Daniela Veronese. Candidati: Enrico Ramella Paia, Patrick Peratello, Alessandro Di Micco, Anna Delsignore, Giulio Trivero, Marcello Pietrantonio, Corinne Cassarà, Paola Grandin, Fiorentino Mauri.

Partito del valore umano. Candidata sindaco: Leonella Quaglia. Candidati: Sandro Delpiano, Ezia Deandreis, Daniela Zanone, Diego Giuseppe Favale, Rina Loiodice, Michele Barone, Raffaella Tridenti.