Eco di Biella https://ecodibiella.it Thu, 17 Jan 2019 09:44:06 +0000 it-IT hourly 1 Funicolare, riparato il danno alla recinzione https://ecodibiella.it/attualita/funicolare-riparato-il-danno-alla-recinzione/ https://ecodibiella.it/attualita/funicolare-riparato-il-danno-alla-recinzione/#respond Thu, 17 Jan 2019 09:44:06 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63935 Funicolare, riparato il danno alla recinzione. L’impianto è stato riaperto dopo la chiusura imposta per motivi di sicurezza ieri sera. Funicolare, danno riparato Si è concluso alle 8,45 di giovedì 17 gennaio circa l’intervento di riparazione alla rete di recinzione che separa i binari della funicolare del Piazzo dal giardino pubblico, la cui rottura provocata […]

Continua la lettura di Funicolare, riparato il danno alla recinzione su Eco di Biella.

]]>
Funicolare, riparato il danno alla recinzione. L’impianto è stato riaperto dopo la chiusura imposta per motivi di sicurezza ieri sera.

Funicolare, danno riparato

Si è concluso alle 8,45 di giovedì 17 gennaio circa l’intervento di riparazione alla rete di recinzione che separa i binari della funicolare del Piazzo dal giardino pubblico, la cui rottura provocata da ignoti aveva causato la chiusura anticipata dell’impianto ieri sera. Le due cabine sono tornate regolarmente in funzione.

La segnalazione di un cittadino

Ad accorgersi del problema era stato un cittadino che aveva allertato gli uffici comunali. Alle 19 di mercoledì 16 gennaio i tecnici, in accordo con il direttore di esercizio dell’impianto, avevano disposto la chiusura anticipata del servizio, in attesa di risistemare la barriera che impedisce l’accesso alla linea. Le immagini delle telecamere di sorveglianza sono sotto l’esame della polizia municipale per cercare di identificare gli ignoti che, probabilmente di notte e a impianto chiuso, hanno provocato il danno.

Continua la lettura di Funicolare, riparato il danno alla recinzione su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/funicolare-riparato-il-danno-alla-recinzione/feed/ 0
Fondazione Museo, Comune di Biella condannato https://ecodibiella.it/attualita/fondazione-museo-comune-di-biella-condannato/ https://ecodibiella.it/attualita/fondazione-museo-comune-di-biella-condannato/#respond Thu, 17 Jan 2019 07:30:12 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63904 Fondazione Museo, Comune di Biella condannato. Dovrà versare circa 50 mila euro La vicenda legata alla Fondazione Museo del Territorio e al suo stretto legame con il Comune di Biella è destinata a non finire mai. Prima il Movimento 5 Stelle, su richiesta del consigliere comunale Giovanni Rinaldi, aveva aperto una commissione ad hoc per […]

Continua la lettura di Fondazione Museo, Comune di Biella condannato su Eco di Biella.

]]>
Fondazione Museo, Comune di Biella condannato.

Dovrà versare circa 50 mila euro

La vicenda legata alla Fondazione Museo del Territorio e al suo stretto legame con il Comune di Biella è destinata a non finire mai. Prima il Movimento 5 Stelle, su richiesta del consigliere comunale Giovanni Rinaldi, aveva aperto una commissione ad hoc per analizzare la situazione, ora la condanna, da parte del Tribunale di Monza, inflitta al Comune di Biella che dovrà versare ad un creditore più di 42mila euro, e a rifondere le spese legali. Insomma, dovrà tirare fuori all’incirca 50mila euro per una vicenda che è data 2010.

L’avvertimento

«Avevamo avvertito il Comune di questa eventualità – spiega ora lo stesso Rinaldi – ma non ci hanno mai voluto dare retta. Anzi, ci hanno accusati di essere dei disfattisti. Peccato che la sentenza del Tribunale di Monza non faccia altro che confermare quanto noi abbiamo sempre sostenuto».

Tutti i dettagli in edicola oggi su Eco di Biella.

Continua la lettura di Fondazione Museo, Comune di Biella condannato su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/fondazione-museo-comune-di-biella-condannato/feed/ 0
“La Biellese crescerà con i suoi giovani” https://ecodibiella.it/sport/la-biellese-crescera-con-i-suoi-giovani/ https://ecodibiella.it/sport/la-biellese-crescera-con-i-suoi-giovani/#respond Thu, 17 Jan 2019 07:00:38 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63901 “La Biellese crescerà con i suoi giovani”. Parla il vice presidente Emanuele Stivala. La valutazione Lasciata alle spalle la turbolenta fine del 2018, e con uno staff tecnico e parte della squadra rinnovata, La Biellese è pronta a giocarsi le sue carte in questo girone di ritorno. Anche per la Società, questi saranno mesi importanti […]

Continua la lettura di “La Biellese crescerà con i suoi giovani” su Eco di Biella.

]]>
“La Biellese crescerà con i suoi giovani”. Parla il vice presidente Emanuele Stivala.

La valutazione

Lasciata alle spalle la turbolenta fine del 2018, e con uno staff tecnico e parte della squadra rinnovata, La Biellese è pronta a giocarsi le sue carte in questo girone di ritorno. Anche per la Società, questi saranno mesi importanti per rilanciare il progetto, partendo anche dalla valutazione di ciò che non ha funzionato e di cosa si può migliorare, fissando di nuovo, innanzitutto, gli obbiettivi per questa stagione.

L’obiettivo è migliorare

«In una grossa piazza come Biella l’obbiettivo è sempre quello di migliorare ciò che è stato fatto l’anno scorso – conferma il vice presidente Emanuele Stivala -. L’anno scorso abbiamo centrato i playoff, ma ne siamo usciti subito, quindi noi dobbiamo tentare di fare meglio di così. La squadra a inizio anno era stata costruita per questo, per vincere il campionato, e avevamo messo sul tavolo un budget importante.

Tutti i dettagli in edicola oggi su Eco di Biella.

Continua la lettura di “La Biellese crescerà con i suoi giovani” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/la-biellese-crescera-con-i-suoi-giovani/feed/ 0
Mosso, presepe per 10mila https://ecodibiella.it/eventi-e-cultura/mosso-presepe-per-10mila/ https://ecodibiella.it/eventi-e-cultura/mosso-presepe-per-10mila/#respond Thu, 17 Jan 2019 06:30:09 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63899 Mosso, presepe per 10mila. Risultato eccezionale In diecimila, in occasione delle festività natalizie tra il 2018 e il 2019, hanno visitato il Presepe gigante di Marchetto, a Mosso. Un risultato eccezionale, dovuto anche al fatto che, a partire da quest’anno, è stato inserito in un programma di visite a disposizione delle agenzie di viaggio di […]

Continua la lettura di Mosso, presepe per 10mila su Eco di Biella.

]]>
Mosso, presepe per 10mila.

Risultato eccezionale

In diecimila, in occasione delle festività natalizie tra il 2018 e il 2019, hanno visitato il Presepe gigante di Marchetto, a Mosso. Un risultato eccezionale, dovuto anche al fatto che, a partire da quest’anno, è stato inserito in un programma di visite a disposizione delle agenzie di viaggio di fuori provincia e che il lavoro a livello promozionale è stato grande. «Il conteggio definitivo – dicono gli organizzatori – è ancora in corso. Tuttavia, a stima, possiamo affermare che siano venute a visitare il presepe circa diecimila persone».

L’orgoglio

Un risultato eccezionale, che riempie di orgoglio il comitato organizzatore: «Va detto – spiegano ancora gli organizzatori del presepe – che quest’anno l’evento è iniziato prima rispetto al consueto periodo ed è durato sei settimane, due in più rispetto al solito. Inoltre il tempo ci ha “graziati”: lo scorso anno siamo stati penalizzati dal cattivo tempo, mentre a dicembre 2018 e in questi primi giorni di gennaio il clima è stato mite».

Tutti i dettagli su Eco di Biella in edicola oggi.

Continua la lettura di Mosso, presepe per 10mila su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/eventi-e-cultura/mosso-presepe-per-10mila/feed/ 0
A Cossato Galtarossa guida un Pd “civico” https://ecodibiella.it/politica/a-cossato-galtarossa-guida-un-pd-civico/ https://ecodibiella.it/politica/a-cossato-galtarossa-guida-un-pd-civico/#respond Thu, 17 Jan 2019 06:00:03 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63896 A Cossato Galtarossa guida un Pd “civico”. “Cossato per” Il campo moderato e del centro sinistra cossatese rompe gli schemi e con l’investitura del Partito Democratico lancia un progetto elettorale innovativo rispetto al passato: una lista civica, “Cossato per” con il candidato sindaco Roberto Galtarossa «investito della responsabilità di costruire un gruppo che ascolti le […]

Continua la lettura di A Cossato Galtarossa guida un Pd “civico” su Eco di Biella.

]]>
A Cossato Galtarossa guida un Pd “civico”.

“Cossato per”

Il campo moderato e del centro sinistra cossatese rompe gli schemi e con l’investitura del Partito Democratico lancia un progetto elettorale innovativo rispetto al passato: una lista civica, “Cossato per” con il candidato sindaco Roberto Galtarossa «investito della responsabilità di costruire un gruppo che ascolti le esigenze delle persone con la necessità di aprirsi a tutto il mondo che ci circonda» come fa sapere lo stesso candidato.

Aperti a chi non si riconosce nella Lega

E’ un progetto che allarga il fronte a quel mondo moderato che non si riconosce oggi con la Lega che da 10 anni governa la città o con i 5 Stelle, ma che al contempo ha l’ambizione di intercettare i bisogni di cittadini e attività produttive, fanno sapere i promotori. Come dice il segretario Gianni Boerio: «Il Pd diventa un contenitore positivo di esperienze, non sul web, ma fisicamente, incontrando le persone».

Tutti i dettagli in edicola oggi su Eco di Biella.

Continua la lettura di A Cossato Galtarossa guida un Pd “civico” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/politica/a-cossato-galtarossa-guida-un-pd-civico/feed/ 0
Proposta di legge Daga: l’acqua torna ai Comuni? https://ecodibiella.it/politica/acqua-torna-ai-comuni/ https://ecodibiella.it/politica/acqua-torna-ai-comuni/#respond Wed, 16 Jan 2019 21:09:51 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63923 Un passo indietro, che rischia di vanificare 30 anni di sforzi per rendere più efficiente la gestione delle risorse idriche. Questa in sintesi la critica che Ato2 – l’organismo che coordina la gestione dell’acqua sul nostro territorio – rivolge alla proposta di legge Daga (Movimento 5 Stelle) sul patrimonio idrico nazionale che si sta discutendo […]

Continua la lettura di Proposta di legge Daga: l’acqua torna ai Comuni? su Eco di Biella.

]]>
Un passo indietro, che rischia di vanificare 30 anni di sforzi per rendere più efficiente la gestione delle risorse idriche. Questa in sintesi la critica che Ato2 – l’organismo che coordina la gestione dell’acqua sul nostro territorio – rivolge alla proposta di legge Daga (Movimento 5 Stelle) sul patrimonio idrico nazionale che si sta discutendo in questi giorni in Parlamento.

L’obiettivo: acqua bene comune

La proposta riprende i principi ispiratori del referendum sull’acqua del 2011, puntando all’obiettivo di “garantire acqua pulita e di qualità in tutti i comuni italiani, 365 giorni all’anno e 24 ore su 24, attraverso una gestione pubblica, partecipata e trasparente che assicuri un uso sostenibile e solidale di questa fondamentale risorsa”.

Uno degli impianti di depurazione del Biellese
Uno degli impianti di depurazione del Biellese

La gestione dell’acqua ai Comuni

A questo scopo, la proposta Daga rivoluziona la governance dell’acqua, prevedendo che il servizio idrico torni ad essere gestito dagli enti locali, direttamente o attraverso le ‘aziende speciali’ (gli enti strumentali che hanno sostituito le vecchie ‘municipalizzate’). E di conseguenza si stabilisce la decadenza immediata (entro il 2020) di tutte le concessioni affidate a terzi mediante gara, e il ritorno nelle mani dei Comuni di tutte le società che attualmente gestiscono il servizio.
Questo principio ha scatenato forti opposizioni: non solo, come prevedibile, da parte degli attuali gestori ma anche dei sindacati – che temono un crollo di investimenti e la perdita di posti di lavoro – e dei diretti interessati, gli enti locali. Sul nostro territorio, forte preoccupazione è stata espressa da Ato2 – l’autorità d’ambito che coordina il servizio idrico di Biellese, Vercellese e Casalese – che contesta la ratio della norma: “Ritornare al modello dell’Azienda Speciale gestita direttamente da Enti locali – si afferma in un documento sottoscritto all’unanimità dagli enti locali aderenti – porterebbe il servizio idrico in un impasse per anni, con un danno incalcolabile sugli investimenti che, ricordiamo, sono un volano importante per l’economia del territorio”.

I numeri del servizio idrico biellese-vercelleseLa ‘trappola’ dei costi

Senza contare i costi, sia per riportare le società in mano pubblica (operazione che dovrebbe essere finanziata da un apposito Fondo Nazionale presso il Ministero dell’ambiente), sia per far fronte a penali e risarcimenti derivanti dalla fine anticipata di tutte le concessioni in atto: costi che, secondo le stime che circolano, potrebbero aggirarsi sui 15 miliardi a livello nazionale.  Il rischio è che l’utente si trovi a dover pagare tariffe più alte (si stima un possibile aumento medio del 15%), con la magra soddisfazione di pagare al Comune anziché ad una società concessionaria.

Simona Perolo

LEGGI TUTTA LA NOTIZIA SULL’EDIZIONE DIGITALE

Continua la lettura di Proposta di legge Daga: l’acqua torna ai Comuni? su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/politica/acqua-torna-ai-comuni/feed/ 0
A pesca di calamari con il “kayak fishing” https://ecodibiella.it/attualita/a-pesca-di-calamari-con-il-kayak-fishing/ https://ecodibiella.it/attualita/a-pesca-di-calamari-con-il-kayak-fishing/#respond Wed, 16 Jan 2019 20:40:35 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63920 A pesca di calamari con il “kayak fishing”. Gli irriducibili Il freddo e instabile gennaio non fa paura agli irriducibili del kayak fishing, temprati e forgiati ad ogni condizione di tempo. Prima del crollo in verticale delle catture, c’è ancora la possibilità , quando il mare risulta piatto, di organizzare – minimo in due come […]

Continua la lettura di A pesca di calamari con il “kayak fishing” su Eco di Biella.

]]>
A pesca di calamari con il “kayak fishing”.

Gli irriducibili

Il freddo e instabile gennaio non fa paura agli irriducibili del kayak fishing, temprati e forgiati ad ogni condizione di tempo. Prima del crollo in verticale delle catture, c’è ancora la possibilità , quando il mare risulta piatto, di organizzare – minimo in due come sicurezza impone – delle uscite mirate alla ricerca di polpi e calamari, prede di soddisfazione anche per la tavola.

Il kayak

Con la sua leggerezza e la sua semplicità di trasporto, il kayak consente di approfittare di ogni apertura di bel tempo per godersi una pescata sempre dinamica (a meno che uno non voglia sbizzarrirsi con la pesca in verticale tipo inchiku, vertical jigging, kabura) e divertente. A Genova – dove di pescatori in kayak (nella foto il campione Gianluca Aramini con un tonno rosso gigantesco) se ne contano sempre di più e sempre più bravi – la pesca dei calamari a traina in questo periodo è una tradizione centenaria. I pescatori, come in tutti i vecchi borghi di pescatori in Italia, sono piuttosto restii a svelare le montature e gli accorgimenti usati per pescare questi cefalopodi. Scoprendo col tempo i trucchetti degli anziani che tornano sempre in porto con le barche piene, i risultati non mancheranno di arrivare.

Imparare

Per ogni tipo di pesca è necessario un certo periodo di apprendistato dal quale va ogni volta estrapolato il classico giorno da fattore “C” del principiante che, per una volta su cento, penserà d’essere un campione in grado di riempire i carnieri. I momenti topici per la cattura dei cefalopodi risultano essere quelli subito a cavallo delle effemeridi, un paio d’ore a cavallo del tramonto o dell’alba. Per affondare le lenze nella pesca ai totani, si possono utilizzare gli affondatori idrodinamici, il classico piombi attaccato in fondo alla lenza o – per chi è stato in grado di piazzarlo sul “plasticone” – un classico affondatore a palla.

La più semplice

La montatura più semplice (che può essere applicata a una canna da traina oppure anche a una lenza a mano da agganciare con un moschettone al kayak) è quella con minimo due o tre artificiali con paletta e vaschetta di aghi per totani da piazzare a una certa distanza l’uno dall’altro su braccetti della lunghezza di dieci centimetri che si dipartono dalla lenza madre (meglio un robusto 0,50 in nylon) grazie a delle girelle a “T”. In fondo applicheremo un piombo di 100/200 grammi a seconda della corrente. Un lento scarroccio accompagnato da alcune pagaiate o pedalate, garantirà il giusto assetto e la giusta andatura di pesca.

Il recupero

Per una efficace azione, la lenza andrà animata alzandola e abbassandola di continuo, alternando anche movimenti ritmici fino al classico appesantimento che segnala l’avvenuta cattura del calamaro o, perché no, nel caso avessimo calato più di un gamberone finto, anche di catture multiple. Con un lento e continuo recupero della lenza, porteremo quindi i calamari sul kayak. La pratica è molto affascinante e divertente. Così come è soddisfacente, stavolta per il palato, il momento della cena.

Valter Caneparo

Continua la lettura di A pesca di calamari con il “kayak fishing” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/a-pesca-di-calamari-con-il-kayak-fishing/feed/ 0
“Evade” dal carcere, subito preso https://ecodibiella.it/cronaca/evade-dal-carcere-subito-preso/ https://ecodibiella.it/cronaca/evade-dal-carcere-subito-preso/#respond Wed, 16 Jan 2019 20:27:30 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63917 “Evade” dal carcere, subito preso. Non è rientrato Un detenuto in permesso premio non è rientrato nel penitenziario di viale dei Tigli alla scadenza del periodo concesso. Si tratta anche in questo caso di evasione anche se non è di tipo canonico come immaginario collettivo vorrebbe, ad esempio scavalcando l’altissima cancellata e l’altissimo muro di […]

Continua la lettura di “Evade” dal carcere, subito preso su Eco di Biella.

]]>
“Evade” dal carcere, subito preso.

Non è rientrato

Un detenuto in permesso premio non è rientrato nel penitenziario di viale dei Tigli alla scadenza del periodo concesso. Si tratta anche in questo caso di evasione anche se non è di tipo canonico come immaginario collettivo vorrebbe, ad esempio scavalcando l’altissima cancellata e l’altissimo muro di cinta.

Catturato

La libertà è comunque durata poco. Sono stati gli stessi agenti della Polizia penitenziaria a scoprire dove il detenuto si era nascosto e a sottoporlo a fermo a disposizione dell’Autorità giudiziaria. E’ ovvio che il detenuto tornerà ad essere iscritto nel registro degli indagati, stavolta per il reato di evasione: una bravata che gli costerà una permanenza più lunga in carcere.

L’ARTICOLO COMPLETO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Continua la lettura di “Evade” dal carcere, subito preso su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/evade-dal-carcere-subito-preso/feed/ 0
Caccia al pick-up “pirata” https://ecodibiella.it/cronaca/caccia-al-pick-up-pirata/ https://ecodibiella.it/cronaca/caccia-al-pick-up-pirata/#respond Wed, 16 Jan 2019 20:22:22 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63915 Caccia al pick-up “pirata”. Ieri sera E’ caccia grossa al pick-up grigio che l’altra sera alle 18 e 30 ha travolto sulle strisce una donna che stava attraversando e poi si è allontanato a tutta velocità verso sud. A detta di due testimoni che stanno aiutando nelle indagini gli investigatori della Polizia stradale, gente tosta, […]

Continua la lettura di Caccia al pick-up “pirata” su Eco di Biella.

]]>
Caccia al pick-up “pirata”.

Ieri sera

E’ caccia grossa al pick-up grigio che l’altra sera alle 18 e 30 ha travolto sulle strisce una donna che stava attraversando e poi si è allontanato a tutta velocità verso sud. A detta di due testimoni che stanno aiutando nelle indagini gli investigatori della Polizia stradale, gente tosta, che nel corso degli anni ha risolto casi all’apparenza impossibili, il conducente del pick-up ha rallentato un istante, ha osservato la scena con la signora riversa sull’asfalto e poi ha accelerato facendo perdere le sue tracce.

Reati gravi

Ora è ricercato per i reati di omissione di soccorso e fuga dopo un incidente. La donna, sulla cinquantina, di Biella, per fortuna, spavento a parte, ha riportato solo ferite non gravi. I medici stavano valutando se nell’urto avesse riportato delle fratture. Al momento la prognosi è di pochi giorni. L’incidente è avvenuto nell’incrocio tra via Repubblica e via XX Settembre.

L’ARTICOLO COMPLETO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Continua la lettura di Caccia al pick-up “pirata” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/caccia-al-pick-up-pirata/feed/ 0
L’analisi del “Decreto Salvini” https://ecodibiella.it/attualita/lanalisi-del-decreto-salvini/ https://ecodibiella.it/attualita/lanalisi-del-decreto-salvini/#respond Wed, 16 Jan 2019 20:16:28 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63910 L’analisi del “Decreto Salvini”. Conz e Levita Ennesimo volume scritto dall’avvocato biellese Andrea Conz (nella foto a sinistra) a quattro mani con Luigi Levita. Si intitola “ Il Decreto Salvini su immigrazione e sicurezza” (Dike Giuridica Editrice). Analizza, con completezza argomentativa e immediata operatività, le disposizioni introdotte dal D.L. 4 ottobre 2018, n. 113 (meglio […]

Continua la lettura di L’analisi del “Decreto Salvini” su Eco di Biella.

]]>
L’analisi del “Decreto Salvini”.

Conz e Levita

Ennesimo volume scritto dall’avvocato biellese Andrea Conz (nella foto a sinistra) a quattro mani con Luigi Levita. Si intitola “ Il Decreto Salvini su immigrazione e sicurezza” (Dike Giuridica Editrice). Analizza, con completezza argomentativa e immediata operatività, le disposizioni introdotte dal D.L. 4 ottobre 2018, n. 113 (meglio noto come “Decreto-Salvini su Sicurezza”), relativa alla legislazione dell’immigrazione e della pubblica sicurezza, nonché provvedimenti inerenti all’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati al crimine organizzato.

Cosa presenta

Il volume presenta un corposo quadro ricostruttivo delle molteplici innovazioni di questa ampia riforma, dando conto del paradigma sistematico di ciascun istituto e delle ricadute applicative di ciascun intervento novellistico nell’alveo delle consolidate categorie teoriche del diritto sostanziale e processuale.

Validi autori

E’ curato da Autori (docenti universitari, magistrati, avvocati, funzionari pubblici) che hanno esaminato la novella avvalendosi della loro notevole esperienza sul campo e sulla scorta dell’approfondita analisi dei lavori parlamentari e dei testi. Offre un preziosissimo quadro di confronto in chiusura di ciascun paragrafo che agevola nell’immediatezza il lettore nel raffronto fra le disposizioni abrogate e quelle di nuovo conio.

Continua la lettura di L’analisi del “Decreto Salvini” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/lanalisi-del-decreto-salvini/feed/ 0
Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo https://ecodibiella.it/cronaca/furbetti-del-cartellino-uno-patteggia-sei-a-processo/ https://ecodibiella.it/cronaca/furbetti-del-cartellino-uno-patteggia-sei-a-processo/#respond Wed, 16 Jan 2019 19:55:33 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63908 Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo. Due anni patteggiati E’ arrivato il primo patteggiamento e sei rinvii a giudizio nella fase processuale dell’inchiesta sui presunti “furbetti del cartellino” che a ottobre due anni fa aveva riportato Biella alla ribalta della cronaca dei tigì nazionali. Ieri mattina, davanti al giudice dell’udienza preliminare, Paola Rava, […]

Continua la lettura di Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo su Eco di Biella.

]]>
Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo.

Due anni patteggiati

E’ arrivato il primo patteggiamento e sei rinvii a giudizio nella fase processuale dell’inchiesta sui presunti “furbetti del cartellino” che a ottobre due anni fa aveva riportato Biella alla ribalta della cronaca dei tigì nazionali. Ieri mattina, davanti al giudice dell’udienza preliminare, Paola Rava, ha patteggiato due anni di reclusione, Elio Villano, 57 anni, di Vigliano. Era difeso dall’avvocato Marco Romanello. Il giudice gli ha concesso la sospensione condizionale della pena.

Sei a processo

Gli altri sei imputati hanno scelto la via del processo. La prima udienza è stata fissata per il 17 ottobre.

Licenziato

Villano era stato uno dei due dipendenti comunali licenziati quando i carabinieri avevano messo la parola fine all’inchiesta. Aveva fatto ricorso davanti al giudice del lavoro, ma aveva perso. Si era rivolto in appello, ma anche in questo caso la decisione del Comune di licenziarlo era stata ritenuta legittima dai giudici. Il Comune di Biella ha ieri mattina quantificato la richiesta dei danni.

TUTTI I PARTICOLARI LI POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Continua la lettura di Furbetti del cartellino: uno patteggia, sei a processo su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/furbetti-del-cartellino-uno-patteggia-sei-a-processo/feed/ 0
Il piano per salvare la funivia https://ecodibiella.it/attualita/il-piano-per-salvare-la-funivia/ https://ecodibiella.it/attualita/il-piano-per-salvare-la-funivia/#respond Wed, 16 Jan 2019 18:49:24 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63894 Il piano per salvare la funivia con uno studio di fattibilità per gli interventi legati al rilancio della conca di Oropa. Il protocollo d’intesa sulla funivia Il tempo stringe e allora ecco che la Provincia di Biella e la Regione Piemonte si muovono. L’oggetto dell’attenzione dei due enti è la Conca di Oropa e, in […]

Continua la lettura di Il piano per salvare la funivia su Eco di Biella.

]]>
Il piano per salvare la funivia con uno studio di fattibilità per gli interventi legati al rilancio della conca di Oropa.

Il protocollo d’intesa sulla funivia

Il tempo stringe e allora ecco che la Provincia di Biella e la Regione Piemonte si muovono. L’oggetto dell’attenzione dei due enti è la Conca di Oropa e, in particolare, la necessità di andare ad operare, entro il 2021, sulla funivia che collega l’area del Santuario al Lago del Mucrone. Il 2021 è una data fondamentale, infatti, perché l’impianto andrà in scadenza, un po’ come era successo per la cestovia. E allora ecco il protocollo d’intesa firmato dal presidente Gianluca Foglia Barbisin per commissionare uno studio di fattibilità economica per il rilancio della Conca. Con particolare attenzione, proprio, all’ammodernamento della funivia.

L’investimento

La Provincia investirà per questo studio, commissionato al Politecnico di Torino, 4mila euro. I restanti 36mila saranno invece finanziati dalla Regione Piemonte.

Oropa Sport

E intanto Oropa Sport sogna il rilancio e una seconda vita attraverso un museo dello sci, una Spa e un giardino di rododendri sul lago.

Tutti i dettagli su Eco di Biella in edicola domani.

Continua la lettura di Il piano per salvare la funivia su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/il-piano-per-salvare-la-funivia/feed/ 0
Bucano rete protezione per fare murales, funicolare chiusa https://ecodibiella.it/cronaca/bucano-rete-protezione-per-fare-murales-funicolare-chiusa/ https://ecodibiella.it/cronaca/bucano-rete-protezione-per-fare-murales-funicolare-chiusa/#respond Wed, 16 Jan 2019 18:37:10 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63889 Un buco nella rete di recinzione che separa i binari dal giardino adiacente al percorso, fatto probabilmente da uno o più writers autori di un graffito comparso su un muro di cinta: è questa la ragione della chiusura anticipata della funicolare, che ha cessato il servizio intorno alle 19 di mercoledì 16 gennaio, cinque ore […]

Continua la lettura di Bucano rete protezione per fare murales, funicolare chiusa su Eco di Biella.

]]>
Un buco nella rete di recinzione che separa i binari dal giardino adiacente al percorso, fatto probabilmente da uno o più writers autori di un graffito comparso su un muro di cinta: è questa la ragione della chiusura anticipata della funicolare, che ha cessato il servizio intorno alle 19 di mercoledì 16 gennaio, cinque ore prima dell’orario solito. L’impianto resterà fermo anche la mattina di giovedì 17, nell’attesa che venga riparata la rete e ripristinate le condizioni minime di sicurezza.

Funicolare chiusa per sicurezza

Il buco nella recinzione della funicolare
Il buco nella recinzione della funicolare

Ad accorgersi del varco aperto nella recinzione è stato un cittadino che ha inviato le fotografie in Comune. Il tempo di effettuare un sopralluogo e gli uffici, d’accordo con il direttore di esercizio della funicolare, hanno disposto la chiusura. Gli operai interverranno a partire dalle 8 di giovedì. A risistemazione avvenuta, le due cabine potranno tornare a viaggiare.

Domattina i lavori di ripristino

Del fatto è stata informata anche la polizia municipale, perché esamini le registrazioni video della zona, controllata 24 ore su 24 dalle telecamere, installate durante i lavori di ripristino dell’impianto. Le immagini dovrebbero consentire di ricostruire l’accaduto e di tentare un’identificazione dei responsabili. Il sospetto è che gli autori del graffito si siano aperti un varco tagliando la rete, dal lato del giardino pubblico, per arrivare al muro su cui hanno usato la vernice spray.

Continua la lettura di Bucano rete protezione per fare murales, funicolare chiusa su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/bucano-rete-protezione-per-fare-murales-funicolare-chiusa/feed/ 0
Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli a Pray FOTO https://ecodibiella.it/attualita/il-capo-della-protezione-civile-angelo-borrelli-a-pray/ https://ecodibiella.it/attualita/il-capo-della-protezione-civile-angelo-borrelli-a-pray/#respond Wed, 16 Jan 2019 10:56:23 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63864 Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli a Pray. Il ruolo delle unioni montane Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli è arrivato a Pray in occasione del convegno “Il ruolo delle unioni montane, dei Comuni e dei sindaci alla luce del nuovo codice di protezione civile”, organizzato dall’Unione Montana del Comuni del Biellese Orientale e UNCEM. […]

Continua la lettura di Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli a Pray FOTO su Eco di Biella.

]]>
Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli a Pray.

Il ruolo delle unioni montane

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli è arrivato a Pray in occasione del convegno “Il ruolo delle unioni montane, dei Comuni e dei sindaci alla luce del nuovo codice di protezione civile”, organizzato dall’Unione Montana del Comuni del Biellese Orientale e UNCEM. All’evento, che si è aperto alle 9 al Salone Teatro Polivalente in via Sella, hanno partecipato diversi rappresentanti delle istituzioni, sindaci compresi, e del volontariato. Nutrita la rappresentanza di Vigili del Fuoco, Aib, Croce Rossa e Polizia locale oltre ai ragazzi delle scuole. Presenti il sindaco di Pray, Gian Matteo Passuello,  Annunziata Gallo, Prefetto di Biella, Michela Trabbia, Presidente dell’Unione Montana Biellese Orientale, il presidente della Provincia Gianluca Foglia Barbisin, Paola Vercellotti, Vicepresidente Uncem Piemonte, Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem, Roberto Bertone, Coordinatore regionale Volontari della Protezione civile, Sergio Pirone, Coordinatore del Corpo Antincendi boschivi del Piemonte.

Le allerte

Il Capo Dipartimento ha presentato It-Alert, nuova piattaforma nazionale per l’allertamento, ma anche le modalità con cui i sindaci potranno agire per migliorare la macchina durante la seconda fase delle emergenze.

Angelo Borrelli ha poi ascoltato dal territorio testimonianze e proposte, anche alla luce di quanto l’Unione montana Biellese orientale ha fatto e sta facendo sul fronte protezione civile grazie in particolare al lavoro di Passuello con i Presidenti Trabbia oggi e, negli ultimi quattro anni, di Carlo Grosso.

“Troppe leggi”

Si è discusso poi il nuovo testo unico della Protezione Civile a conclusione del lungo periodo di eventi organizzati in occasione del 50° Anniversario dell’Alluvione del 1968. Angelo Borrelli ha ricordato i tanti eventi impegnativi con la macchina dei soccorsi sempre in moto quando accadono disastri. “Ma ci sono troppe leggi – ha affermato – dobbiamo avere una semplificazione normativa. Abbiamo un carico di adempimenti che sono insostenibili”.

L.L.

Tutti i dettagli in edicola domani su Eco di Biella.

Continua la lettura di Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli a Pray FOTO su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/il-capo-della-protezione-civile-angelo-borrelli-a-pray/feed/ 0
Edilnol Biella Rugby, dall’Argentina ecco Cassutti https://ecodibiella.it/sport/edilnol-biella-rugby-dallargentina-ecco-cassutti/ https://ecodibiella.it/sport/edilnol-biella-rugby-dallargentina-ecco-cassutti/#respond Wed, 16 Jan 2019 07:44:51 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63860 Si chiama Franco Cassutti il nuovo numero 8 di Edilnol Biella Rugby che ha esordito domenica nel match contro Cus Torino dopo aver svolto solo sei allenamenti con il nuovo club. Arriva dall’Argentina, ma è di nazionalità italiana. Aiuterà la squadra nell’intento di lasciare l’ultimo posto del Girone 1 di Serie A. Biella Rugby, da […]

Continua la lettura di Edilnol Biella Rugby, dall’Argentina ecco Cassutti su Eco di Biella.

]]>
Si chiama Franco Cassutti il nuovo numero 8 di Edilnol Biella Rugby che ha esordito domenica nel match contro Cus Torino dopo aver svolto solo sei allenamenti con il nuovo club. Arriva dall’Argentina, ma è di nazionalità italiana. Aiuterà la squadra nell’intento di lasciare l’ultimo posto del Girone 1 di Serie A.

Biella Rugby, da Cordoba ecco Cassutti

Ha iniziato a giocare a rugby con il Tala (Cordoba), squadra di massima categoria che per cinque volte ha vinto il proprio campionato acquisendo e partecipato alla finale scudetto della nazione. Nel 2017 alla finale nazionale dei club ha preso parte anche lui e ricorda questo come il momento come il più emozionante della sua carriera sportiva, insieme al debutto in prima squadra che per ovvi motivi, non dimenticherà mai.

«Biella, mi sono informato molto per sceglierla»

Il commento di Franco in merito alla nuova esperienza in gialloverde appena incominciata: “Ho deciso di venire in Italia per fare nuove esperienze, viaggiare e cercare di conoscere più posti possibile. Prima di scegliere Biella mi sono informato molto, ho cercato su internet per sapere il maggior numero di cose sulla città e sul club che mi è sembrato bellissimo. Vorrei rimanere il maggior tempo possibile qui, studiare e crescere rugbisticamente. L’arrivo in città è stato molto bello, il club è stupendo e la gente che ho incontrato ancora di più. Non posso chiedere altro, la verità è che sono molto contento di fare parte di questa famiglia. Mi sto rimettendo da un infortunio, ma in qualche settimana dovrei riuscire ad aumentare la velocità della mischia. Non essendo io un numero otto fisicamente molto grosso, devo essere impeccabile sotto l’aspetto della velocità. Il campionato che mi sto trovando ad affrontare è molto duro e gli avversari sono molto preparati, lo hanno dimostrato anche domenica. Sarà necessario essere molto intelligenti per arrivare a conseguire buoni risultati. Vero, siamo reduci da una lunga serie di sconfitte, ma tutti hanno un momento negativo e noi dobbiamo avere la consapevolezza di poter far bene, di essere una squadra forte e di qualità. I risultati positivi sicuramente arriveranno”.

Birchall: «Sarà di grande aiuto»

Molto soddisfatto dell’acquisto l’head coach Aldo Birchall che di Franco dice solo poche parole: “È stato uno dei migliori giocatori del suo club, è arrivato da noi con ottime referenze. Da quello che ho visto fino ad ora, posso dire che ha dimostrato di essere un gran portatore di palla, dotato di buona tecnica, piedi mani molto buone. Sarà di grande aiuto alla squadra”.

La scheda

Nome: Franco

Cognome: Cassutti

nato a: Cordoba (Argentina)

il: 29/01/1996

Altezza: 182 cm

Peso: 95 kg.

Ruolo: Numero 8.

Club provenienza: Tala Rugby

 

Continua la lettura di Edilnol Biella Rugby, dall’Argentina ecco Cassutti su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/edilnol-biella-rugby-dallargentina-ecco-cassutti/feed/ 0
Gestione Forum, accordo tra Comune e Pallacanestro Biella https://ecodibiella.it/sport/gestione-forum-accordo-tra-comune-e-pallacanestro-biella/ https://ecodibiella.it/sport/gestione-forum-accordo-tra-comune-e-pallacanestro-biella/#respond Tue, 15 Jan 2019 16:08:04 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63857 Accordo raggiunto per il passato e il presente, basi gettate per un’intesa futura, dalla prossima stagione sportiva in poi: è positivo l’esito dell’incontro tra Comune e Pallacanestro Biella per la gestione dell’Hype Forum, l’impianto alle porte della città che dal 2009 ospita le gare casalinghe della squadra (nella foto Laura Malvarosa). Gestione Forum, accordo Comune-Pallacanestro […]

Continua la lettura di Gestione Forum, accordo tra Comune e Pallacanestro Biella su Eco di Biella.

]]>
Accordo raggiunto per il passato e il presente, basi gettate per un’intesa futura, dalla prossima stagione sportiva in poi: è positivo l’esito dell’incontro tra Comune e Pallacanestro Biella per la gestione dell’Hype Forum, l’impianto alle porte della città che dal 2009 ospita le gare casalinghe della squadra (nella foto Laura Malvarosa).

Gestione Forum, accordo Comune-Pallacanestro Biella

Le due delegazioni, che si sono incontrate nella mattinata di martedì 15 gennaio, erano guidate da Sergio Leone, assessore allo sport, e da Massimiliano Broglia, Stefano Cravero e Giuliano Zignone, in rappresentanza del consiglio di amministrazione del club rossoblù. Una stretta di mano ha suggellato il patto che, nei prossimi giorni, diventerà un documento formale che le parti sottoscriveranno e sarà valido fino al termine della stagione sportiva in corso.

Intesa raggiunta anche per il pregresso

I termini dell’intesa riguardano innanzitutto il passato, ovvero gli anni in cui la gestione era in proroga: confrontati i numeri è stato trovato un accordo circa la definizione integrale delle posizioni relative alle opere di miglioria all’impianto compiute negli anni precedenti da Pallacanestro Biella insieme ai debiti e crediti reciprocamente riconosciuti. Il Club continuerà quindi a gestire il Forum nelle modalità attuali fino al termine della stagione sportiva in attesa, per il futuro prossimo, di valutare un’ipotesi di partnership in cui Pallacanestro Biella si trasformi da gestore esclusivo a utilizzatore prevalente dell’impianto, immaginando un’intesa che sarà messa a punto in tutte le sue parti in estate.

Assessore Leone: «Soddisfazione per accordo»

«Sono contento» spiega Sergio Leone «perché siamo arrivati a mettere il punto su una questione che aveva bisogno di vedere scritta la parola fine. E lo abbiamo fatto con mutua soddisfazione. Pallacanestro Biella resta una realtà di eccellenza ed è giusto che i termini del rapporto tra club e città siano definiti in modo chiaro e trasparente, senza ulteriori proroghe».

Broglia: «Ora gettiamo basi per il futuro»

«Già nell’incontro avvenuto prima di Natale» replica Massimiliano Broglia «avevamo avuto sensazioni positive circa la positiva conclusione della trattativa. L’accordo ci consente, con ottimismo, di guardare al futuro di un impianto sportivo che rappresenta un’eccellenza della città di Biella e di tutto il territorio biellese. Abbiamo sempre gestito con diligenza l’Hype Forum consci di gestire un importante bene pubblico a beneficio di tutta la cittadinanza e questo ci è stato riconosciuto. Per il futuro vedremo, ma anche in questo caso si sono gettate delle basi su cui si dovrà lavorare prima dell’estate».

Continua la lettura di Gestione Forum, accordo tra Comune e Pallacanestro Biella su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/gestione-forum-accordo-tra-comune-e-pallacanestro-biella/feed/ 0
Protezione Civile, oltre 500 servizi per 12mila ore di lavoro nel 2018 https://ecodibiella.it/cronaca/protezione-civile-oltre-500-servizi-per-12mila-ore-di-lavoro-nel-2018/ https://ecodibiella.it/cronaca/protezione-civile-oltre-500-servizi-per-12mila-ore-di-lavoro-nel-2018/#respond Tue, 15 Jan 2019 15:27:50 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63853 Sono oltre 12mila le ore messe a disposizione della collettività da dipendenti e volontari della Protezione Civile di Biella nel 2018: il report annuale dell’attività mostra un impegno costante e variegato, dall’assistenza alle manifestazioni pubbliche alle esercitazioni, dai corsi alla gestione delle emergenze, come la ricerca di persone scomparse. Protezione Civile, oltre 500 servizi Scendendo […]

Continua la lettura di Protezione Civile, oltre 500 servizi per 12mila ore di lavoro nel 2018 su Eco di Biella.

]]>
Sono oltre 12mila le ore messe a disposizione della collettività da dipendenti e volontari della Protezione Civile di Biella nel 2018: il report annuale dell’attività mostra un impegno costante e variegato, dall’assistenza alle manifestazioni pubbliche alle esercitazioni, dai corsi alla gestione delle emergenze, come la ricerca di persone scomparse.

Protezione Civile, oltre 500 servizi

Scendendo nel dettaglio, i servizi svolti sono stati 504, dall’assistenza alla viabilità (31 volte) alla vigilanza (in 16 occasioni), dall’emergenza (18, con il picco nell’emergenza arancione del maltempo dello scorso autunno) alle 38 esercitazioni, compresa la maxi-simulazione di un allagamento a Chiavazza, svoltasi a luglio. In 25 occasioni gli uomini del gruppo di Biella sono stati chiamati per la ricerca di persone scomparse e 10 volte per i servizi antincendio. I servizi serali sono stati ben 87. “I volontari” sottolinea il coordinatore Maurizio Lometti “sono in sede tutti i martedì e giovedì dalle 19 alle 24 e a questo si aggiunge la reperibilità continua di una squadra a turno per coprire tutte le 24 ore”.

C’è anche un abilitato all’utilizzo dei droni

Le ore messe a disposizione sono state 12.349, di cui 3.385 dei quattro dipendenti e 8.964 da parte dei volontari, il cui organico si sta arricchendo grazie al corso iniziato a novembre con dieci allievi. La formazione è però un impegno continuo: si sono organizzate lezioni di aggiornamento sulla nuova normativa antincendio portata dalla “circolare Gabrielli” e sull’uso del cestello. A ottobre un nuovo volontario con abilitazione all’utilizzo dei droni in aree critiche si è messo a disposizione per le emergenze. Dal punto di vista delle attrezzature sono arrivati un nuovo cestello, proveniente dal settore tecnico, due furgoni blindati usati donati a Polizia Municipale e Protezione Civile dalla All System e due barriere antiesondazione per contenere il flusso delle acque in caso di pericolo.

Lometti: grande rete di collaborazione

“Sono attive” spiega il coordinatore Maurizio Lometti “le convenzioni a titolo gratuito già in essere con il Corpo regionale antincendi boschivi, le Lance Cb e il Raggruppamento nazionale radiocomunicazioni in emergenza che permettono di disporre di numerosi volontari. A questi si sommano gli accordi di reciproca collaborazione con gruppi esterni al centro operativo misto che si basano sulla reciproca fiducia e stima, che travalica la collaborazione istituzionalizzata”.

Continua la lettura di Protezione Civile, oltre 500 servizi per 12mila ore di lavoro nel 2018 su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/protezione-civile-oltre-500-servizi-per-12mila-ore-di-lavoro-nel-2018/feed/ 0
Stacca l’allarme in casa, entrano i ladri https://ecodibiella.it/cronaca/stacca-lallarme-in-casa-entrano-i-ladri/ https://ecodibiella.it/cronaca/stacca-lallarme-in-casa-entrano-i-ladri/#respond Tue, 15 Jan 2019 10:56:24 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63851 Stacca l’allarme in casa, entrano i ladri. Appena entrato Il padrone di casa è entrato dal garage dove ha parcheggiato l’auto e ha disinserito il sistema d’allarme. Un ladro ne ha però approfittato per entrare da una finestra ad abbaino che si affaccia sul sottotetto e rubare dalla camera da letto svariati monili in oro […]

Continua la lettura di Stacca l’allarme in casa, entrano i ladri su Eco di Biella.

]]>
Stacca l’allarme in casa, entrano i ladri.

Appena entrato

Il padrone di casa è entrato dal garage dove ha parcheggiato l’auto e ha disinserito il sistema d’allarme. Un ladro ne ha però approfittato per entrare da una finestra ad abbaino che si affaccia sul sottotetto e rubare dalla camera da letto svariati monili in oro e un orologio.

Rumori di sopra

E’ successo ieri intorno alle 19 in frazione Pignocchi di Sordevolo, nell’abitazione di un uomo di 56 anni. Il padrone di casa si è accorto della presenza di qualcuno in casa dai rumori provenienti dal piano di sopra e ha chiesto l’intervento dei carabinieri che sono confluiti con una pattuglia da Mongrando e una dal comando di Vigliano.

Assicurato

Il ladro se l’era però già svignata. Il computo dei danni, coperti da assicurazione, è ancora da quantificare.

Continua la lettura di Stacca l’allarme in casa, entrano i ladri su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/stacca-lallarme-in-casa-entrano-i-ladri/feed/ 0
Incendio dai fili dell’alta tensione https://ecodibiella.it/cronaca/incendio-dai-fili-dellalta-tensione/ https://ecodibiella.it/cronaca/incendio-dai-fili-dellalta-tensione/#respond Tue, 15 Jan 2019 10:42:18 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63849 Incendio dai fili dell’alta tensione. Dalle scintille E’ scaturito dai fili dell’alta tensione oscillanti in modo pauroso a causa del forte vento che hanno provocato varie scintille, l’incendio che ieri ha distutto un ettaro e mezzo di pascolo e bosco nella zona di Zimone. Intervento dell’Aib A spegnere le fiamme sono stati ancora una volta […]

Continua la lettura di Incendio dai fili dell’alta tensione su Eco di Biella.

]]>
Incendio dai fili dell’alta tensione.

Dalle scintille

E’ scaturito dai fili dell’alta tensione oscillanti in modo pauroso a causa del forte vento che hanno provocato varie scintille, l’incendio che ieri ha distutto un ettaro e mezzo di pascolo e bosco nella zona di Zimone.

Intervento dell’Aib

A spegnere le fiamme sono stati ancora una volta i volontari dell’Aib, la sezione di Biella del Corpo antincendi boschivi del Piemonte, della Forestale e dei Vigili del fuoco.

Allerta massima

In questi giorni l’allerta incendi è ai massimi livelli. Basta poco in quanto il clima è secco per il protrarsi dell’assenza di piogge e delle temperature anomale per il periodo. Presenti inoltre con cadenza quasi giornaliera, forti raffiche di vento di phon.

Continua la lettura di Incendio dai fili dell’alta tensione su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/incendio-dai-fili-dellalta-tensione/feed/ 0
Ubriaco finisce contro un muro con l’Ape Car https://ecodibiella.it/cronaca/ubriaco-finisce-contro-un-muro-con-lape-car/ https://ecodibiella.it/cronaca/ubriaco-finisce-contro-un-muro-con-lape-car/#respond Tue, 15 Jan 2019 10:33:38 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63843 Ubriaco finisce contro un muro con l’Ape Car.  Contro un muro Il finto santo protettore di chi beve troppo inventato dalla gogliardia popolare nelle bettole biellesi, ha protetto ancora una volta un personaggio già noto per esagerare con le bevute che, ubriaco, è andato a schiantarsi contro un muro ieri sera alle 19 in via […]

Continua la lettura di Ubriaco finisce contro un muro con l’Ape Car su Eco di Biella.

]]>
Ubriaco finisce contro un muro con l’Ape Car.

 Contro un muro

Il finto santo protettore di chi beve troppo inventato dalla gogliardia popolare nelle bettole biellesi, ha protetto ancora una volta un personaggio già noto per esagerare con le bevute che, ubriaco, è andato a schiantarsi contro un muro ieri sera alle 19 in via Martiri della Libertà a Tollegno mentre si trovava alla guida del suo Ape Piaggio 50 di cilindrata.

Sembrava grave

In un primo momento, a dar retta alla violenza dello scontro, si è temuto veramente il peggio. Il conducente, B.R., 51 anni, residente in Valle Cervo, già noto alle forze dell’ordine, è stato portato in ospedale in ambulanza. Ma, conclusi i controlli di rito, ci si è resi conto che, in realtà, non si era fatto niente: era rimasto illeso nonostante l’urto.

Denunciato

Raggiunto dai carabinieri, l’uomo è stato alla fine denunciato per il reato di guida in stato di ebbrezza. L’Ape è stato sequestrato.

Continua la lettura di Ubriaco finisce contro un muro con l’Ape Car su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/ubriaco-finisce-contro-un-muro-con-lape-car/feed/ 0
Tessile più competitivo con “Tex4Im” https://ecodibiella.it/economia/tessile-piu-competitivo-con-tex4im/ https://ecodibiella.it/economia/tessile-piu-competitivo-con-tex4im/#respond Tue, 15 Jan 2019 10:17:18 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63835 Una partnership tra i principali cluster del tessile europeo. Un nuovo progetto per il tessile con Pointex Po.in.tex, il Polo di innovazione tessile gestito da Città Studi Biella, annuncia l’avvio del progetto ‘Tex4Im” (Textile Clusters for Industrial Modernization), finanziato dal Programma Cosme. Il progetto mira a creare una partnership duratura per dare impulso alla competitività […]

Continua la lettura di Tessile più competitivo con “Tex4Im” su Eco di Biella.

]]>
Una partnership tra i principali cluster del tessile europeo.

Un nuovo progetto per il tessile con Pointex

Po.in.tex, il Polo di innovazione tessile gestito da Città Studi Biella, annuncia l’avvio del progetto ‘Tex4Im” (Textile Clusters for Industrial Modernization), finanziato dal Programma Cosme. Il progetto mira a creare una partnership duratura per dare impulso alla competitività industriale e agli investimenti del settore tessile e abbigliamento europeo. La partnership è formata dai principali cluster tessili europei dei Paesi in cui l’industria tessile e dell’abbigliamento costituisce una parte significativa dell’economia nazionale o regionale. La sinergia è volta a potenziare le capacità di innovazione, i modelli di business, i livelli di conoscenza e competenza ed altri fattori competitivi strategici.

Otto organizzazioni europee coinvolte

“Tex4Im” coinvolge nel piano d’azione progettuale i principali centri di ricerca e sviluppo, network aziendali, poli tecnologici collegati ai cluster del tessile e abbigliamento. Avviato a fine anno, durerà 24 mesi. Il consorzio è composto da otto organizzazioni europee. Coordinato da Next Technology Tecnotessile (Toscana), il progetto riunisce Pointez (Città Studi Biella), Astirco Nord-Est ( Romania), Association de Empresarios Textiles de la Region Valenciana (Spagna), Centro Tecnologico das Industrias Textil e do Vestuario de Portugal (Portogallo), Clutex – Klastr Technicke Textilie (Repubblica Ceca), Smart Textiles (Svezia) e Association Up-Tex  (Francia).

La presentazione ufficiale a Bruxelles

Il progetto ‘Tex4Im” è stato ufficialmente presentato a Bruxelles dove tutti i partner si sono incontrati per definire le prime mosse strategiche (in foto). Nella prima fase, il nuovo sistema darà vita ad un portfolio di almeno 24 opportunità di business, con lo sviluppo di 10 business plan e l’individuazione di fondi di finanziamento per i 5 migliori. Dopo questa fase, a più lungo termine, saranno garantiti dalla partnership 3 progetti di investimento per anno, per un periodo di 5 anni dopo la chiusura del progetto. Verrà messa in atto anche un’azione di intelligence per consentire alle imprese del tessile e abbigliamento di cogliere nuove opportunità e di prendere parte attivamente ai 2 eventi internazionali e interregionali di matchmaking, che si svolgeranno nel 2019 e nel 2020 rispettivamente in Svezia e Portogallo, in ciascuno delle quali sono previste sessioni B2B e C2C.

G.O.

Continua la lettura di Tessile più competitivo con “Tex4Im” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/economia/tessile-piu-competitivo-con-tex4im/feed/ 0
Palazzo Oropa, cinque nuovi cittadini italiani https://ecodibiella.it/attualita/palazzo-oropa-cinque-nuovi-cittadini-italiani/ https://ecodibiella.it/attualita/palazzo-oropa-cinque-nuovi-cittadini-italiani/#respond Tue, 15 Jan 2019 10:03:39 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63840 Palazzo Oropa, hanno giurato cinque nuovi cittadini italiani. La consueta cerimonia si è svolta nell’aula consigliare del Comune. Palazzo Oropa, giurano in cinque Mercoledì 9 gennaio, la sala consiglio di Palazzo Oropa ha ospitato la cerimonia per le cittadinanze per cinque nuovi cittadini, alla presenza dell’assessore Fulvia Zago. Bosnia, Romania, Ucraina, Macedonia e Albania sono […]

Continua la lettura di Palazzo Oropa, cinque nuovi cittadini italiani su Eco di Biella.

]]>
Palazzo Oropa, hanno giurato cinque nuovi cittadini italiani. La consueta cerimonia si è svolta nell’aula consigliare del Comune.

Palazzo Oropa, giurano in cinque

Mercoledì 9 gennaio, la sala consiglio di Palazzo Oropa ha ospitato la cerimonia per le cittadinanze per cinque nuovi cittadini, alla presenza dell’assessore Fulvia Zago. Bosnia, Romania, Ucraina, Macedonia e Albania sono le nazioni di origine dei neo-italiani che, come atto finale del lungo iter che inizia con una domanda al ministero dell’Interno, hanno giurato fedeltà alle leggi e alla Costituzione, di cui hanno ricevuto una copia in omaggio come da prassi.

Continua la lettura di Palazzo Oropa, cinque nuovi cittadini italiani su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/palazzo-oropa-cinque-nuovi-cittadini-italiani/feed/ 0
#Amicidellaneve vi porta a Pila VIDEO https://ecodibiella.it/amici-della-neve/il-video-del-comprensorio/ Mon, 14 Jan 2019 15:38:57 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63819 Sci, snowboard e freeride: lo sport è davvero per tutti Al via la prima puntata di Amici della Neve, in compagnia di Luca Bottazzi conosceremo nel dettaglio il comprensorio di Pila, nel cuore della Valle d’Aosta. Una stazione sciistica tra i primi posti in termini di efficienza logistica e accesso agli impianti. Grazie alla telecabina […]

Continua la lettura di #Amicidellaneve vi porta a Pila VIDEO su Eco di Biella.

]]>
Sci, snowboard e freeride: lo sport è davvero per tutti

Al via la prima puntata di Amici della Neve, in compagnia di Luca Bottazzi conosceremo nel dettaglio il comprensorio di Pila, nel cuore della Valle d’Aosta.
Una stazione sciistica tra i primi posti in termini di efficienza logistica e accesso agli impianti.
Grazie alla telecabina in 18’ ci si trova direttamente sulle piste da sci pronti a percorrere tutti e 70 chilometri di percorsi.
Una volta qui ce n’è davvero per tutti i gusti, esperti, appassionati e anche famiglie. Sì, tantissimo spazio è dedicato anche al divertimento dei più piccoli in totale sicurezza.
Ecco il video della giornata, buona visione!

Continua la lettura di #Amicidellaneve vi porta a Pila VIDEO su Eco di Biella.

]]>
Via Ogliaro, si lavora al progetto esecutivo https://ecodibiella.it/attualita/via-ogliaro-si-lavora-al-progetto-esecutivo/ https://ecodibiella.it/attualita/via-ogliaro-si-lavora-al-progetto-esecutivo/#respond Tue, 15 Jan 2019 09:59:19 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63836 Via Ogliaro, si lavora al progetto esecutivo dopo il via libera della Sovrintendenza. Poi l’accensione del mutuo e il bando di gara. Via Ogliaro, presto i lavori dopo la frana Progetto definitivo approvato, parere favorevole della Sovrintendenza ai beni paesaggistici acquisito, progetto esecutivo in fase di redazione: l’intervento per eliminare il pericolo di smottamenti che […]

Continua la lettura di Via Ogliaro, si lavora al progetto esecutivo su Eco di Biella.

]]>
Via Ogliaro, si lavora al progetto esecutivo dopo il via libera della Sovrintendenza. Poi l’accensione del mutuo e il bando di gara.

Via Ogliaro, presto i lavori dopo la frana

Progetto definitivo approvato, parere favorevole della Sovrintendenza ai beni paesaggistici acquisito, progetto esecutivo in fase di redazione: l’intervento per eliminare il pericolo di smottamenti che incombe su via Ogliaro e togliere, di conseguenza, anche la strettoia che limita la carreggiata in direzione Nord, tra Chiavazza e Pavignano, è alle battute finali dell’iter preliminare, in attesa che in primavera si arrivi a gara d’appalto e lavori.

La frana del novembre 2016

La strada è sotto la minaccia della caduta di massi e detriti dalla collina di San Gerolamo dal novembre del 2016. L’ondata di forte maltempo abbattutasi in città aveva provocato uno smottamento sulla pendenza che sovrasta la via, principale collegamento tra la città e la valle del Cervo. Da quei giorni, per ragioni di sicurezza, parte della strada è stata chiusa con transenne e barriere mobili e nel frattempo sono partite le procedure per sanare la situazione di pericolo, rese più lunghe e complesse dell’ordinario dal fatto che il terreno da cui sono caduti i massi appartiene a una proprietà privata. Risolte le questioni legali e procedurali sulle competenze dell’intervento, il 19 novembre scorso il progetto definitivo della messa in sicurezza è stato approvato dalla giunta. Alla fine dell’anno sono arrivati anche il parere positivo della Sovrintendenza per i beni artistici e del paesaggio e il voto del consiglio comunale sul piano triennale delle opere pubbliche, in cui è compreso l’investimento di 150mila euro per quest’opera.

Il via libera della Sovrintendenza

“La documentazione arrivata dalla Sovrintendenza” spiega l’assessore ai lavori pubblici Sergio Leone “è stata trasmessa al professionista che recepirà il parere espresso e procederà alla stesura del progetto esecutivo, propedeutico alla gara d’appalto. Dopo la concessione del mutuo e la prevista approvazione della giunta si procederà ad assegnare i lavori”. Gli interventi saranno articolati, come si legge sulla delibera con cui è stato approvato il progetto definitivo: “Gli interventi eseguiti dalla proprietà, peraltro sui soli elementi instabili, non sono sufficienti e devono essere estesi con indagini, accertamenti tecnici e conseguenti lavori, all’intero versante per scongiurare l’innesco delle cause scatenanti della caduta di massi”. Sono previsti messa a regime delle acque, pulizia della vegetazione e consolidamento delle sporgenze rocciose con reti, tiranti, chiodature e cuciture.

Continua la lettura di Via Ogliaro, si lavora al progetto esecutivo su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/via-ogliaro-si-lavora-al-progetto-esecutivo/feed/ 0
Edilnol Rugby, momento delicato. Perry torna in Nuova Zelanda https://ecodibiella.it/sport/edilnol-rugby-momento-delicato-perry-torna-in-nuova-zelanda/ https://ecodibiella.it/sport/edilnol-rugby-momento-delicato-perry-torna-in-nuova-zelanda/#respond Tue, 15 Jan 2019 07:57:19 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63832 Edilnol Biella Rugby, momento delicato. Perry torna in Nuova Zelanda. Dopo la partita affrontata  e persa domenica a Grugliasco contro il Cus Torino, durante il viaggio di ritorno, il giocatore neozelandese Carl Perry (nella foto di di Stefano Destro) ha comunicato ai compagni di squadra la sua volontà di lasciare Biella e fare ritorno in […]

Continua la lettura di Edilnol Rugby, momento delicato. Perry torna in Nuova Zelanda su Eco di Biella.

]]>
Edilnol Biella Rugby, momento delicato. Perry torna in Nuova Zelanda. Dopo la partita affrontata  e persa domenica a Grugliasco contro il Cus Torino, durante il viaggio di ritorno, il giocatore neozelandese Carl Perry (nella foto di di Stefano Destro) ha comunicato ai compagni di squadra la sua volontà di lasciare Biella e fare ritorno in patria.

Biella Rugby: Perry torna in Nuova Zelanda

La decisione, maturata solo nelle ultime settimana, è stata attribuita a motivazioni esclusivamente di carattere familiare e non comunicata prima per permettere ai compagni di rimanere concentrati sul match che stavano per affrontare. Per Perry quello con Cus Torino è stato l’ultimo incontro giocato in Italia con la maglia di Edilnol Brc, il ragazzo con la compagna e la piccola Bella, ha lasciato Biella già ieri mattina.

«Dispiaciuto, ma la famiglia viene prima»

Carl Perry motiva così la sua decisione: “Sono molto dispiaciuto di lasciare Biella e questa bellissima realtà gialloverde. La mia famiglia viene prima di tutto e ora, come mai prima, so che il mio posto è in Nuova Zelanda dove devo tornare per rimanere. Ringrazio tutti coloro che hanno fatto parte della mia vita italiana in questi mesi: il Presidente del Biella Rugby Vittorio Musso, i tecnici Birchall e Shelford, gli sponsor, i tifosi e i ragazzini del settore giovanile di questa società. Ho allenato con passione la Under 16 e ricorderò questa esperienza con immenso piacere e affetto per ognuno di loro”.

Musso: «Lo ringrazio. Chi rimane può farcela lo stesso»

Vittorio Musso, presidente Edilnol Biella Rugby: “Saluto e ringrazio Perry per l’impegno profuso in questi mesi di permanenza a Biella in favore del club. A lui rivolgo anche i migliori auguri per la sua carriera rugbistica e per la crescita della sua famiglia. Siamo dispiaciuti per la partenza improvvisa di Carl, ma è giusto rimarcare il concetto che nel Biella Rugby nessuno è indispensabile. Avevamo programmato un campionato con questo gruppo di giocatori e così continueremo, pur guardandoci attorno alla ricerca di un sostituto. I ragazzi che abbiamo sono sicuramente in grado di proseguire il campionato nonostante l’assenza di Perry”.

Coach Birchall: «La squadra può centrare suoi obiettivi»

Aldo Birchall, head coach Edilnol Biella Rugby: “La sua decisione di tornare a casa ci ha colti un po’ di sorpresa soprattutto perché è stata presa in un momento delicato del campionato, ma sappiamo che le motivazioni appartengono strettamente alla sfera del suo privato e le rispettiamo. Sono convinto che i ragazzi del club, in maggioranza biellesi, hanno tutte le doti necessarie per proseguire senza grossi disagi. Faremo un po’ di fatica in più, ma ce la perseguiremo i nostri obiettivi. Già la prestazione di domenica, fatta eccezione per gli ultimi sei minuti, rende chiara l’idea che la squadra c’è e le abilità dei singoli sono adeguate alla categoria”.

Continua la lettura di Edilnol Rugby, momento delicato. Perry torna in Nuova Zelanda su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/edilnol-rugby-momento-delicato-perry-torna-in-nuova-zelanda/feed/ 0
Si schianta con l’Apecar contro un muro, é grave https://ecodibiella.it/cronaca/si-schianta-con-lapecar-contro-un-muro-e-grave/ https://ecodibiella.it/cronaca/si-schianta-con-lapecar-contro-un-muro-e-grave/#respond Mon, 14 Jan 2019 18:32:16 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63828 Si schianta con l’apecar contro un muro, é grave. Si schianta con l’Apecar Grave incidente, oggi, a Tollegno. Per cause ancora al vaglio degli inquirenti un uomo, mentre era al volante della sua Apecar, si é schiantato contro un muro. É grave Scattato l’allarme a Tollegno sul luogo dell’incidente  sono arrivati i sanitari del 118. […]

Continua la lettura di Si schianta con l’Apecar contro un muro, é grave su Eco di Biella.

]]>
Si schianta con l’apecar contro un muro, é grave.

Si schianta con l’Apecar

Grave incidente, oggi, a Tollegno. Per cause ancora al vaglio degli inquirenti un uomo, mentre era al volante della sua Apecar, si é schiantato contro un muro.

É grave

Scattato l’allarme a Tollegno sul luogo dell’incidente  sono arrivati i sanitari del 118. L’uomo é stato trasportato in ospedale a bordo di un’ambulanza in codice rosso, ovvero di gravità massima.

Attesa

Per i famigliari dell’uomo sono momenti di angoscia: le prossime ore saranno decisive per stabilire le tempistiche del suo recupero.

 

Continua la lettura di Si schianta con l’Apecar contro un muro, é grave su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/si-schianta-con-lapecar-contro-un-muro-e-grave/feed/ 0
Bosco in fiamme a Zimone https://ecodibiella.it/cronaca/bosco-in-fiamme-a-zimone/ https://ecodibiella.it/cronaca/bosco-in-fiamme-a-zimone/#respond Mon, 14 Jan 2019 13:25:39 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63802 Bosco in fiamme a Zimone. In fumo oltre un ettaro e mezzo di alberi. Bosco in fiamme a Zimone Cavi elettrici cadono sugli alberi, dando origine a un vasto incendio. E’ successo ieri sera a Zimone, nella zona che si affaccia verso il comune di Salussola. Scattato l’allarme sono intervenuti Vigili de fuoco, carabinieri e […]

Continua la lettura di Bosco in fiamme a Zimone su Eco di Biella.

]]>
Bosco in fiamme a Zimone. In fumo oltre un ettaro e mezzo di alberi.

Bosco in fiamme a Zimone

Cavi elettrici cadono sugli alberi, dando origine a un vasto incendio. E’ successo ieri sera a Zimone, nella zona che si affaccia verso il comune di Salussola. Scattato l’allarme sono intervenuti Vigili de fuoco, carabinieri e volontari del Corpo Aib.

Duro lavoro

Gli operatori del soccorso hanno lavorato fino a notte fonda per riuscire a spegnere le fiamme, che si sono propagate su zona demaniale di un ettaro e mezzo.

Continua la lettura di Bosco in fiamme a Zimone su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/bosco-in-fiamme-a-zimone/feed/ 0
Baby spacciatore aveva mezzo chilo di marijuana https://ecodibiella.it/cronaca/baby-spacciatore-aveva-marijuana/ https://ecodibiella.it/cronaca/baby-spacciatore-aveva-marijuana/#respond Mon, 14 Jan 2019 12:35:38 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63786 Baby spacciatore aveva mezzo chilo di marijuana. Scoperto dalla polizia è stato denunciato. Baby spacciatore Adolescente biellese aveva in casa mezzo chilo di marijuana. E’ di due giovani denunciati, di cui uno minorenne, e altrettanti segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, il bilancio dell’ultima operazione della squadra volante della polizia di Biella che […]

Continua la lettura di Baby spacciatore aveva mezzo chilo di marijuana su Eco di Biella.

]]>
Baby spacciatore aveva mezzo chilo di marijuana. Scoperto dalla polizia è stato denunciato.

Baby spacciatore

Adolescente biellese aveva in casa mezzo chilo di marijuana.

E’ di due giovani denunciati, di cui uno minorenne, e altrettanti segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, il bilancio dell’ultima operazione della squadra volante della polizia di Biella che ha portato al sequestro di quasi mezzo chilo (rami compresi) di marijuana.

L’indagine

L'”imput” agli agenti è arrivato a seguito di un controllo effettuato in via Ivrea di due ragazzi intenti a fumarsi uno spinello. I poliziotti non si sono limitati a segnalare i due quali assuntori, ma hanno individuato il loro “pusher” un ragazzo maggiorenne che frequenta la scuola e che è stato denunciato. E’ grazie a lui che sono risaliti al giovane proprietario del mezzo chilo di droga. La successiva perquisizione a casa dei genitori di quest’ultimo ha permesso di risalire a un locale adibito ad essiccatoio al quale si accedeva passando da una scaletta. Gli agenti, raggiunto quel luogo nascosto, hanno recuperato svariati fili con appese ad essiccare una trentina di piantine dello stupefacente, per un totale appunto, di 500 grammi.

“L’età dei ragazzi coinvolti – ha spiegato questa mattina il commissario capo della squadra volante Giovanni Buda-, dimostrano che le scuole sono un punto sensibile da monitorare”.

 

Continua la lettura di Baby spacciatore aveva mezzo chilo di marijuana su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/baby-spacciatore-aveva-marijuana/feed/ 0
Furto a Biella, via 1.300 euro in contanti https://ecodibiella.it/cronaca/furto-a-biella-via-1300-euro/ https://ecodibiella.it/cronaca/furto-a-biella-via-1300-euro/#respond Mon, 14 Jan 2019 11:07:34 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63771 Furto a Biella, via 1.300 euro in contanti. I ladri sono entrati dopo aver forzato la portafinestra. Furto a Biella Furto a Biella. E’ successo domenica pomeriggio. I ladri sono entrati a casa di una donna di 51 anni che vive in strada Novella e, dopo aver forzato la portafinestra, sono scappati con 1.300 euro in […]

Continua la lettura di Furto a Biella, via 1.300 euro in contanti su Eco di Biella.

]]>
Furto a Biella, via 1.300 euro in contanti. I ladri sono entrati dopo aver forzato la portafinestra.

Furto a Biella

Furto a Biella. E’ successo domenica pomeriggio. I ladri sono entrati a casa di una donna di 51 anni che vive in strada Novella e, dopo aver forzato la portafinestra, sono scappati con 1.300 euro in contanti, gioielli in oro e un orologio di valore. Indagano i carabinieri.

Tentato colpo

E’ stato solo tentato il furto a casa di una donna di 45 anni che vive a Vigliano Biellese. A lanciare l’allarme è stata la stessa proprietaria, che ha dichiarato ai carabinieri di aver visto due persone scappare verso la ferrovia. Dei fuggitivi però non è stata trovata traccia.

 

Continua la lettura di Furto a Biella, via 1.300 euro in contanti su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/furto-a-biella-via-1300-euro/feed/ 0
Canna fumaria si surriscalda, fiamme in un agriturismo https://ecodibiella.it/cronaca/canna-fumaria-si-surriscalda-fiamme-in-un-agriturismo/ https://ecodibiella.it/cronaca/canna-fumaria-si-surriscalda-fiamme-in-un-agriturismo/#respond Mon, 14 Jan 2019 09:48:48 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63767 Canna fumaria si surriscalda, fiamme in un agriturismo. E’ successo a Dorzano. Fiamme in un agriturismo Il surriscaldamento della canna fumaria potrebbe essere all’origine dell’incendio che, ieri mattina, è divampato all’interno dell’agriturismo Vitale di Dorzano. Allarme L’allarme è scattato poco dopo mezzogiorno. I titolari dell’agriturismo, un uomo di 60 anni e  il figlio di 34,  che […]

Continua la lettura di Canna fumaria si surriscalda, fiamme in un agriturismo su Eco di Biella.

]]>
Canna fumaria si surriscalda, fiamme in un agriturismo. E’ successo a Dorzano.

Fiamme in un agriturismo

Il surriscaldamento della canna fumaria potrebbe essere all’origine dell’incendio che, ieri mattina, è divampato all’interno dell’agriturismo Vitale di Dorzano.

Allarme

L’allarme è scattato poco dopo mezzogiorno. I titolari dell’agriturismo, un uomo di 60 anni e  il figlio di 34,  che erano fuori casa, sono immediatamente rientrati. Non appena si sono resi conto di quanto stava succedendo hanno composto il 115. Poi, in attesa dell’arrivo dei Vigili del fuoco, hanno cercato di contenere le fiamme utilizzando gli estintori. Hanno inalato parecchio fumo, ma per fortuna non sono rimasti intossicati.

L’incendio

Il rigo si era però già propagato , coinvolgendo anche il tetto e la scala. Sono servite ore ai pompieri per riuscire a spegnere completamente le fiamme e ultimare le operazioni di smassamento. L’agriturismo è stato dichiarato in parte inagibile.

Continua la lettura di Canna fumaria si surriscalda, fiamme in un agriturismo su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/canna-fumaria-si-surriscalda-fiamme-in-un-agriturismo/feed/ 0
Addio a Zeferino, l’ultimo calzolaio https://ecodibiella.it/cronaca/addio-a-zeferino-lultimo-calzolaio/ https://ecodibiella.it/cronaca/addio-a-zeferino-lultimo-calzolaio/#respond Mon, 14 Jan 2019 07:30:52 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63736 Addio a Zeferino, l’ultimo calzolaio. A Occhieppo Inferiore è lutto per la scomparsa di una figura storica. Stava per essere dimesso dall’ospedale di Ponderano, giovedì mattina, ma il suo cuore, stanco di lottare ormai da troppo tempo, si è fermato prima. Zeferino Mughetto aveva 78 anni ed era molto conosciuto a Occhieppo Inferiore, dove viveva […]

Continua la lettura di Addio a Zeferino, l’ultimo calzolaio su Eco di Biella.

]]>
Addio a Zeferino, l’ultimo calzolaio. A Occhieppo Inferiore è lutto per la scomparsa di una figura storica.

Stava per essere dimesso dall’ospedale di Ponderano, giovedì mattina, ma il suo cuore, stanco di lottare ormai da troppo tempo, si è fermato prima. Zeferino Mughetto aveva 78 anni ed era molto conosciuto a Occhieppo Inferiore, dove viveva e dove, per circa vent’anni, aveva esercitato la professione di calzolaio.

Tutti i dettagli in edicola oggi su Eco di Biella.

Continua la lettura di Addio a Zeferino, l’ultimo calzolaio su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/addio-a-zeferino-lultimo-calzolaio/feed/ 0
In sei piccoli Comuni biellesi arriva il servizio Postamat https://ecodibiella.it/attualita/in-sei-piccoli-comuni-biellesi-arriva-il-servizio-postamat/ https://ecodibiella.it/attualita/in-sei-piccoli-comuni-biellesi-arriva-il-servizio-postamat/#respond Mon, 14 Jan 2019 07:00:42 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63734 In sei piccoli Comuni biellesi arriva il servizio Postamat. Tra i 253 sindaci italiani di piccoli Comuni che nei giorni scorsi hanno ricevuto da Poste la lettera che li informa dell’attivazione di uno sportello automatico Postamat per lo svolgimento di numerosi servizi, vi sono anche sei biellesi: Caprile, Dorzano, Gifflenga, Villa del Bosco, Muzzano e […]

Continua la lettura di In sei piccoli Comuni biellesi arriva il servizio Postamat su Eco di Biella.

]]>
In sei piccoli Comuni biellesi arriva il servizio Postamat.

Tra i 253 sindaci italiani di piccoli Comuni che nei giorni scorsi hanno ricevuto da Poste la lettera che li informa dell’attivazione di uno sportello automatico Postamat per lo svolgimento di numerosi servizi, vi sono anche sei biellesi: Caprile, Dorzano, Gifflenga, Villa del Bosco, Muzzano e Vallanzengo. Nei prossimi giorni saranno effettuati i sopralluoghi necessari a preparare il campo ad una delle svolte promesse da Poste Italiane il 26 novembre scorso a Roma durante l’incontro con 3500 primi cittadini di tutta Italia.

Tutti i dettagli su Eco di Biella in edicola oggi.

Continua la lettura di In sei piccoli Comuni biellesi arriva il servizio Postamat su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/in-sei-piccoli-comuni-biellesi-arriva-il-servizio-postamat/feed/ 0
Adunata 2022, ora Biella dice sì https://ecodibiella.it/altro/adunata-2022-ora-biella-dice-si/ https://ecodibiella.it/altro/adunata-2022-ora-biella-dice-si/#respond Mon, 14 Jan 2019 06:30:22 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63732 Adunata 2022, ora Biella dice sì. Il progetto Il 10 gennaio del 2019 per gli alpini biellesi sarà una data storica. Perché è stato proprio giovedì scorso il giorno in cui è arrivato il via libera definitivo da tutta le sezione di Biella per la candidatura ad ospitare l’Adunata nazionale 2022. Un primo passo di […]

Continua la lettura di Adunata 2022, ora Biella dice sì su Eco di Biella.

]]>
Adunata 2022, ora Biella dice sì.

Il progetto

Il 10 gennaio del 2019 per gli alpini biellesi sarà una data storica. Perché è stato proprio giovedì scorso il giorno in cui è arrivato il via libera definitivo da tutta le sezione di Biella per la candidatura ad ospitare l’Adunata nazionale 2022. Un primo passo di un lungo iter, ma fondamentale perché la relazione dei tre gruppi di lavoro che da quasi un anno sono all’opera per capire se ci sono criticità insormontabili tali da non consentire a Biella di ospitare l’evento nazionale, ha dato parere favorevole.

Tutti i dettagli in edicola oggi su Eco di Biella.

Continua la lettura di Adunata 2022, ora Biella dice sì su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/altro/adunata-2022-ora-biella-dice-si/feed/ 0
“L’acqua torna ai Comuni. Ma a quale prezzo?” https://ecodibiella.it/attualita/lacqua-torna-ai-comuni-ma-a-quale-prezzo/ https://ecodibiella.it/attualita/lacqua-torna-ai-comuni-ma-a-quale-prezzo/#respond Mon, 14 Jan 2019 06:00:15 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63730 “L’acqua torna ai Comuni. Ma a quale prezzo?”. L’acqua bene prezioso Un passo indietro, che rischia di vanificare 30 anni di sforzi per rendere più efficiente la gestione delle risorse idriche. Questa in sintesi la critica che Ato2 – l’organismo che coordina la gestione dell’acqua sul nostro territorio – rivolge alla proposta di legge sul […]

Continua la lettura di “L’acqua torna ai Comuni. Ma a quale prezzo?” su Eco di Biella.

]]>
“L’acqua torna ai Comuni. Ma a quale prezzo?”.

L’acqua bene prezioso

Un passo indietro, che rischia di vanificare 30 anni di sforzi per rendere più efficiente la gestione delle risorse idriche. Questa in sintesi la critica che Ato2 – l’organismo che coordina la gestione dell’acqua sul nostro territorio – rivolge alla proposta di legge sul patrimonio idrico nazionale che si sta discutendo in questi giorni in Parlamento.
La proposta di legge – presentata dall’onorevole Federica Daga (Movimento 5 Stelle) e attualmente all’esame dalla VIII Commissione Ambiente della Camera, dove sono in corso le audizioni dei vari stakeholders – riprende i principi ispiratori del referendum sull’acqua del 2011, puntando all’obiettivo di “garantire acqua pulita e di qualità in tutti i comuni italiani, 365 giorni all’anno e 24 ore su 24, attraverso una gestione pubblica, partecipata e trasparente che assicuri un uso sostenibile e solidale di questa fondamentale risorsa”.

Tutti i dettagli su Eco di Biella in edicola oggi.

Continua la lettura di “L’acqua torna ai Comuni. Ma a quale prezzo?” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/lacqua-torna-ai-comuni-ma-a-quale-prezzo/feed/ 0
Incendio doloso in un bosco di Sordevolo https://ecodibiella.it/cronaca/incendio-doloso-in-un-bosco-di-sordevolo/ https://ecodibiella.it/cronaca/incendio-doloso-in-un-bosco-di-sordevolo/#respond Sun, 13 Jan 2019 20:43:48 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63757 Incendio doloso in un bosco di Sordevolo. Vicino alla chiesa I soliti idioti hanno appiccato il fuoco oggi pomeriggio in un bosco in territorio di Sordevolo, nei pressi della chiesa di San Grato. Per fortuna Vigili del fuoco e volontari della sezione di Biella del Corpo Antincendi boschivi del Piemonte sono riusciti a contenere il […]

Continua la lettura di Incendio doloso in un bosco di Sordevolo su Eco di Biella.

]]>

Incendio doloso in un bosco di Sordevolo.

Vicino alla chiesa

I soliti idioti hanno appiccato il fuoco oggi pomeriggio in un bosco in territorio di Sordevolo, nei pressi della chiesa di San Grato. Per fortuna Vigili del fuoco e volontari della sezione di Biella del Corpo Antincendi boschivi del Piemonte sono riusciti a contenere il rogo nonostante il vento in quota e a spegnerlo prima che potesse produre eccessivi danni.

Bonifica

E’ seguita la bonifica dell’intera area per evitare che l’incendio potesse riprendere.

Continua la lettura di Incendio doloso in un bosco di Sordevolo su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/incendio-doloso-in-un-bosco-di-sordevolo/feed/ 0
Merenda in stile Valdôtain https://ecodibiella.it/amici-della-neve/merenda-in-stile-valdotain/ Mon, 14 Jan 2019 15:25:36 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63807 È innegabile: la montagna stimola l’appetito. Saranno tutte le calorie bruciate tra uno slalom e una discesa libera, sarà che quando si stacca dalla solita routine dedicarsi ai piaceri della gola è una delle passioni irrinunciabili, sarà la quota delle vette alpine, resta il fatto che a Pila non potrete assolutamente esimervi dal provare le […]

Continua la lettura di Merenda in stile Valdôtain su Eco di Biella.

]]>
È innegabile: la montagna stimola l’appetito. Saranno tutte le calorie bruciate tra uno slalom e una discesa libera, sarà che quando si stacca dalla solita routine dedicarsi ai piaceri della gola è una delle passioni irrinunciabili, sarà la quota delle vette alpine, resta il fatto che a Pila non potrete assolutamente esimervi dal provare le tante delizie che la tavola locale vi riserva. Scegliete uno dei numerosi rifugi che lungo le piste offrono ospitalità agli sciatori.
Come raccontato nel VIDEO individuate il tavolo con la vista più bella e voilà, lasciate fare all’oste, raccomandandogli soltanto di servire le specialità del luogo.

Salumi speciali

Con il pane nero di segale, si sposa alla perfezione il bianco e delicato Lardo di Arnad, dolce e profumato. E poi c’è il Jambon de Bosses, prosciutto di montagna a denominazione di origine protetta, stagionato in quota, prodotto in quantità limitata. Straordinario per la sua unicità è il Bodeun, sanguinaccio preparato con patate bollite alle quali vengono mescolati cubetti di lardo, barbabietole rosse, vino, spezie e aromi naturali.

Tradizione casearia

Altro capitolo meritano i formaggi che hanno reso celebre questa terra nel mondo, a cominciare dalla Fontina, prodotta con latte crudo intero, ottenuto da bovine di razza valdostana. Oppure le tome, come la Vallée d’Aoste Fromadzo (che significa “formaggio” in patois), realizzato con latte misto di mucca e capra e che al palato propone un aroma particolare di erbe e fiori di montagna. La Toma di Gressoney è considerata un prodotto di nicchia, difeso dal Presidio Slow Food. E’ un formaggio dalla forma piccola, con massimo 30 centimetri di diametro e non è facile da trovare in commercio. Si distingue dalle tome valdostane per il fatto di essere prodotta con latte crudo munto a mano, utilizzando tecniche di lavorazione molto antiche. Per i cultori dei latticini, non va dimenticato il Bleu d’Aoste, formaggio erborinato a pasta morbida, oppure la Brossa, più cremosa, e considerata una prelibatezza.

Continua la lettura di Merenda in stile Valdôtain su Eco di Biella.

]]>
La località di Pila raccontata attraverso la lettera “p”. https://ecodibiella.it/amici-della-neve/la-localita-di-pila-raccontata-attraverso-la-lettera-p/ Mon, 14 Jan 2019 15:27:49 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63810 Un po’ di storia, un po’ di tradizione e tanta natura. Pilaz: originariamente la località di Pila si chiamava proprio così. Con il tempo la “z muta” è andata a scomparire del tutto. Patois: in francese, patois valdôtain; in valdostano, patoué valdotèn, nel dialetto orientale patoué valdŏtèn. E’ una varietà dialettale della lingua francoprovenzale parlato […]

Continua la lettura di La località di Pila raccontata attraverso la lettera “p”. su Eco di Biella.

]]>
Un po’ di storia, un po’ di tradizione e tanta natura.

Pilaz: originariamente la località di Pila si chiamava proprio così. Con il tempo la “z muta” è andata a scomparire del tutto.
Patois: in francese, patois valdôtain; in valdostano, patoué valdotèn, nel dialetto orientale patoué valdŏtèn. E’ una varietà dialettale della lingua francoprovenzale parlato nella regione Valle d’Aosta.
Piste indimenticabili: eccone alcune, la Pista Du Bois è immersa nel bosco, la Pista Nera Couis vanta un magnifico panorama sulla Valle d’Aosta e la pista Grimondet è conosciuta per i suoi vari cambi di pendenza.
Principianti: a chi ha da poco scelto di avvicinarsi alla disciplina dello sci e dello snowboard, Pila mette a disposizione 2 tapis roulant gratuiti. All’interno di tutto il comprensorio sono state riservate diverse aree attrezzate per imparare o esercitarsi.
Panorama: Pila ha una posizione invidiabile con una vista spettacolare sulla vallata di Cogne, in lontananza il massiccio del Monte Bianco, il Cervino e di fronte la vallata del Grand Combin.
Piacere di sciare: la cura del manto nevoso è fondamentale a Pila. Vi aspettano battiture impeccabili e condizioni perfette su ogni tracciato. Ecco il VIDEO
Preventivo: sul portale ufficiale del comprensorio avrete la possibilità di calcolare direttamente online il costo di tutte le tipologie di skipass che vorrete acquistare, un modo facile e veloce per non arrivare impreparati.
#Pila: il comprensorio è anche social. Seguite gli aggiornamenti quotidiani sui canali Facebook e Instagram: in tempo reale meteo, promozioni ed eventi. E se vi trovate in cima postare qualche foto della giornata taggando #Pila.

Continua la lettura di La località di Pila raccontata attraverso la lettera “p”. su Eco di Biella.

]]>
Pila, Snowland è qui https://ecodibiella.it/amici-della-neve/pila-snowland-e-qui/ Mon, 14 Jan 2019 15:17:02 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63804 Giunti ad Aosta, si sale a 1800 metri in appena 18 minuti. Merito della telecabina e di collegamenti eccellenti. Il tempo di lasciare l’auto nel posteggio poco distante dall’uscita autostradale, allacciarsi gli scarponi e in pochi minuti si è ad un passo dal cielo. Un volo di 18 minuti, che porta gli sciatori dal centro […]

Continua la lettura di Pila, Snowland è qui su Eco di Biella.

]]>
Giunti ad Aosta, si sale a 1800 metri in appena 18 minuti. Merito della telecabina e di collegamenti eccellenti.

Il tempo di lasciare l’auto nel posteggio poco distante dall’uscita autostradale, allacciarsi gli scarponi e in pochi minuti si è ad un passo dal cielo. Un volo di 18 minuti, che porta gli sciatori dal centro di Aosta al cuore delle piste da sci. E’ il sogno di ciascun sciatore, che a Pila diventa realtà.
Ad arricchire la formula ci sono collegamenti eccellenti con strade e autostrade, un ampio parcheggio gratuito e la telecabina che collega direttamente con oltre 70 chilometri di tracciati. Un elenco di strumenti che colloca Pila tra i primi posti in termini di efficienza logistica e accesso agli impianti.
Arrivare al comprensorio è facilissimo.
In auto da Milano bastano due ore e mentre per chi giunge da Torino è sufficiente poco più di un’ora. E se non vi andasse di guidare? La partenza della telecabina è ben collegata alla stazione ferroviaria di Aosta, raggiungibile attraverso un breve sottopassaggio pedonale. Da non dimenticare la Freccia delle Nevi, che avvicina il Mar Ligure alle Alpi: con partenza da Genova i viaggiatori possono usufruire di una tariffa promozionale che include biglietto del bus in abbinamento allo skipass. E per chi venisse da più lontano, Pila è ben collegata anche con i principali aeroporti di Milano, Bergamo, Torino e Ginevra.

Una volta raggiunta la vetta, su quello che è stato definito “il magnifico attico delle Alpi”, ci si può abbandonare alla contemplazione delle bellezze paesaggistiche che offre questo luogo. Immense distese boschive di larici e abeti imbiancati di neve, un tempo luogo di alpeggi, riempiono i vostri occhi di Pura Natura. Prendetevi tutto il tempo che serve per godere con calma di tutto ciò, respirate profondamente e aprite bene i polmoni.
Davanti a voi si apre un panorama maestoso che supera i 4.000 metri di altezza con le vette del Cervino, del Monte Rosa, del Monte Bianco fino al Grand Combin.
Vi abbiamo raccontato cosa vi aspetta, adesso date un’occhiata al VIDEO

Perché scegliere Pila

Il comprensorio di Pila riserva ai suoi frequentatori piste per tutte le età, difficoltà e livelli. Vi aspettano 70 chilometri distribuiti su 20 tracciati da discesa, di cui 4 nere, 5 facili e 20 medie. I più esperti potranno divertirsi tra Chamolé, Couis e Platta de Grevon godendo di un dislivello complessivo di 950 metri dalla stazione di arrivo a quota 1800 metri fino al punto più alto a 2750 metri, mentre i principianti potranno muovere i primi passi nella zona del Baby Gorraz e Grimod.

Il Grande Campo Scuola

Per chi ha deciso di imparare a sciare, o ha voglia di cimentarsi in nuove discipline come snowboard e telemark, i maestri della Scuola sono a completa disposizione per lezioni singole o di gruppo. Per i più piccoli, i tapis roulant del Baby Pila sono completamente gratuiti.

Freeride

Chi ama il fuoripista a Pila si può praticare anche questa specialità, sempre sciando in totale sicurezza. Il tracciato della Platta De Grevon a quota 2700 metri vi aspetta immerso nel silenzio della montagna: via gli schemi, nessuna pista, solo la libertà di sciare. Importante: non dimenticate lo zaino con pala. Artva e sonda.

Pila in numeri

18 minuti sono quelli che separano Aosta dalle piste da sci
70 chilometri è la lunghezza totale delle piste
2700 metri è l’altitudine massima
4 piste nere
20 piste rosse
5 piste blu
15 impianti di risalita
19.700 persone trasportate all’ora
1 Snow Park
1 Fun Park con pista snowtubing
170
maestri di sci
480 cannoni di neve artificiale

Continua la lettura di Pila, Snowland è qui su Eco di Biella.

]]>
Pila: gli eventi dei prossimi mesi https://ecodibiella.it/amici-della-neve/pila-gli-eventi-dei-prossimi-mesi/ Mon, 14 Jan 2019 15:32:42 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63816 I LIGHT PILA 2 FEBBRAIO 2019 Un’occasione unica per divertirsi e battere il record della solidarietà: insieme per la lotta ai tumori del seno. Una festa indimenticabile. Una giornata di divertimento e solidarietà sulla neve, diversa da tutte le altre. L’appuntamento è a Pila, sabato 2 febbraio. Per il settimo anno consecutivo, I Light Pila […]

Continua la lettura di Pila: gli eventi dei prossimi mesi su Eco di Biella.

]]>
I LIGHT PILA
2 FEBBRAIO 2019
Un’occasione unica per divertirsi e battere il record della solidarietà: insieme per la lotta ai tumori del seno. Una festa indimenticabile. Una giornata di divertimento e solidarietà sulla neve, diversa da tutte le altre. L’appuntamento è a Pila, sabato 2 febbraio. Per il settimo anno consecutivo, I Light Pila accenderà le piste del comprensorio con una fiaccolata in cui tutti, ma proprio tutti possono partecipare (guardate un assaggio nel VIDEO). Sci, snowboard, a piedi o con le ciaspole, in uno scenario unico, sulle montagne più alte d’Europa. Armati di torcia a luce led rosa, adulti e bambini, scenderanno sulle piste formando un lungo fiume luminoso e colorato, fino a raggiungere il “village” e festeggiare insieme con aperitivo, musica e intrattenimenti. Il ricavato delle iscrizioni, come ogni anno, verrà devoluto da Pila alla Susan G. Komen Italia, associazione senza fini di lucro basata sul volontariato, che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale.
Per info e iscrizioni www.pila.it

CIASPOLATA DI SAN VALENTINO
14 FEBBRAIO 2019 – ORE 17
Se cerchi un’idea speciale per San Valentino, abbiamo quello che fa per te. Prenota la tua ciaspolata notturna a Pila. La Guida Naturalistica ti accompagnerà per una romantica passeggiata al tramonto. Il prezzo della ciaspolata comprensivo di attrezzatura è di 20 euro a coppia. A seguire prenota la tua cena nei nostri locali, da raggiungere in quota con il gatto delle nevi oppure a valle. E per il dopo cena ti aspettano i locali per allietare la serata con musica e cocktail. Condividi i tuoi momenti speciali con noi usando l’hashtag #Pilainlove. Partenza alle h 17.00 a Pila all’arrivo della telecabina, ritorno alle ore 19.00.
Per info: Espace de Pila – +39 0165521055  info@pilaturismo

FIACCOLATA DI CARNEVALE
7 MARZO 2019
Giovedì 7 marzo, risalita alle ore 16.45 con le seggiovie e appuntamento alla tavola calda Hermitage da dove alle 18 partirà la super fiaccolata in maschera. Festeggiamo insieme il Carnevale 2019.
Per info: info@pilaturismo.it

_____________

Il lato social del comprensorio: #Pila
Il comprensorio di Pila è anche social. Per organizzare una vacanza perfetta sulle nevi della località, vale la pena seguire gli aggiornamenti quotidiani sui canali Facebook e Instagram: in tempo reale potrete conoscere condizioni meteo e promozioni.
Oppure se vi trovate in cima potrete registrarvi e far sapere a tutti dove vi trovate, magari postando qualche foto della giornata e taggando #Pila.
Se non l’avete ancora fatto, visitate le pagine della località:
Instagram: PilaAostaValley
Facebook: Pila.AostaValley

Continua la lettura di Pila: gli eventi dei prossimi mesi su Eco di Biella.

]]>
Sci, snowboard e freeride https://ecodibiella.it/amici-della-neve/sci-snowboard-e-freeride/ Mon, 14 Jan 2019 15:22:30 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63813 Pila e i mille volti dello sport sulla neve Abbandonate l’idea che la montagna sia un luogo dove solo pochi possono divertirsi e soprattutto provare emozioni adrenaliniche. A Pila non è così. Pila è sinonimo di divertimento di tutti e per tutti. Non a caso lo slogan della località è Easy, Funny and Friendly, come […]

Continua la lettura di Sci, snowboard e freeride su Eco di Biella.

]]>
Pila e i mille volti dello sport sulla neve

Abbandonate l’idea che la montagna sia un luogo dove solo pochi possono divertirsi e soprattutto provare emozioni adrenaliniche. A Pila non è così. Pila è sinonimo di divertimento di tutti e per tutti. Non a caso lo slogan della località è Easy, Funny and Friendly, come raccontato anche nel VIDEO
A integrare l’offerta garantita dalle piste, il comprensorio propone aree attrezzate.

Area fun

La dotazione è molto ricca. Il Funpark Chacard è la zona in cui si ritrovano i più giovani per divertirsi in sella di bob, slittini e dell’ultimo trend: lo snow tubing. A cavalcioni su colorati gommoni i più giovani amano sfrecciare sulla neve, tra curve e discese a velocità. E per la risalita un comodo tapis roulant permette di non perdere neanche un minuto di divertimento. All’interno del parco troverete anche una zona interamente ideata per i più piccoli tra gonfiabili e giochi vari. Il fun park di Pila è curato e accudito come una pista di Coppa del Mondo.

AREAEFFE

E’ il Primo snowpark aperto in Valle d’Aosta e tra i migliori del nord-ovest. Non a caso ha vinto anche il premio Best Park nord ovest nel 2016. AREAEFFE è punto di riferimento per rider e non, pensato e realizzato perseguendo gli ideali di divertimento e senso della sfida che ogni snowboarder e freestyle-skier ha in testa. Fra funbox, kicker e rail la sicurezza rimane sempre al primo posto. Chi pratica questa disciplina o desidera avvicinarsi, deve poterlo fare in ambienti curati, di alta qualità. AREAEFFE ha una collocazione naturale invidiabile, al riparo dal vento grazie ai boschetti che lo circondano e che offrono un ottimo contrasto anche nella giornate meno soleggiate. Situato a quota 2200 metri, lo snowpark è raggiungibile dal centro di Aosta in circa 30 minuti (telecabina+liasion+funivia).
Da provare!

Il piacere della “fresca”

Freeride è sinonimo di libertà, per tutti gli sciatori esperti che amano il brivido e l’avventura. A Pila si può praticare questa disciplina in sicurezza sul tracciato della Platta De Grevon a quota 2700 metri. Nessun rumore, il silenzio della montagna, rotto solo dal fruscio degli sci o della tavola sul manto fresco e polveroso. Uno sport appassionante che supera il concetto di fuori pista e si richiama alla libertà di sciare fuori dagli schemi e dalle piste.

Continua la lettura di Sci, snowboard e freeride su Eco di Biella.

]]>
“Uomo di colore nell’ufficio del custode del cimitero” https://ecodibiella.it/cronaca/uomo-di-colore-nellufficio-del-custode-del-cimitero/ https://ecodibiella.it/cronaca/uomo-di-colore-nellufficio-del-custode-del-cimitero/#respond Sun, 13 Jan 2019 20:35:24 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63751 “Uomo di colore nell’ufficio del custode del cimitero”. Le segnalazioni «C’è un uomo di colore che entra ed esce dall’ufficio del custode del cimitero di Biella. Non capisco a che titolo». E’ questo il tenore delle segnalazioni giunte ieri in tarda mattinata da più cittadini al numero unico “112”. C’è anche chi, per sicurezza e […]

Continua la lettura di “Uomo di colore nell’ufficio del custode del cimitero” su Eco di Biella.

]]>
“Uomo di colore nell’ufficio del custode del cimitero”.

Le segnalazioni

«C’è un uomo di colore che entra ed esce dall’ufficio del custode del cimitero di Biella. Non capisco a che titolo». E’ questo il tenore delle segnalazioni giunte ieri in tarda mattinata da più cittadini al numero unico “112”. C’è anche chi, per sicurezza e per mostrare le prove di quanto aveva sostenuto, avrebbe persino effettuato un filmato delle presunte malefatte dell’uomo di colore.

Arriva la polizia

Per controllare che non ci fossero sul serio problemi, è stata inviata al cimitero una volante della polizia (nelle foto). E’ stato controllato un cittadino di origini pakistane che è risultato in regola con i documenti. E’ lui che avrebbe continuato ad entrate e uscire nel preingresso, peraltro aperto a chiunque nelle ore di visita, dell’ufficio del custode. Cercava lavoro.

Tutto a posto

Alla fine gli agenti non hanno preso provvedimenti. Oltre al pakistano che è apparso del tutto innocuo, i poliziotti della Squadra volanti hanno controllato anche un africano seduto sui gradini d’ingresso che chiedeva offerte a chiunque entrasse al cimitero. Ma anche in questo caso lo straniero è risultato in regola con i documenti ed è stato pertanto lasciato andare.

Continua la lettura di “Uomo di colore nell’ufficio del custode del cimitero” su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/uomo-di-colore-nellufficio-del-custode-del-cimitero/feed/ 0
Brucia il tetto, tre intossicati a Dorzano https://ecodibiella.it/cronaca/brucia-il-tetto-tre-intossicati-a-dorzano/ https://ecodibiella.it/cronaca/brucia-il-tetto-tre-intossicati-a-dorzano/#respond Sun, 13 Jan 2019 20:26:59 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63749 Brucia il tetto, tre intossicati a Dorzano. Tre intossicati Sono rimasti intossicati in tre stamattina per colpa di un incendio divampato in un’abitazione di Dorzano forse a causa della canna fumaria otturata. I padroni di casa e un giovane loro parente, sono stati portati in ospedale a Ponderano per accertamenti. Le loro condizioni non dovrebbero […]

Continua la lettura di Brucia il tetto, tre intossicati a Dorzano su Eco di Biella.

]]>
Brucia il tetto, tre intossicati a Dorzano.

Tre intossicati

Sono rimasti intossicati in tre stamattina per colpa di un incendio divampato in un’abitazione di Dorzano forse a causa della canna fumaria otturata. I padroni di casa e un giovane loro parente, sono stati portati in ospedale a Ponderano per accertamenti. Le loro condizioni non dovrebbero essere gravi.

Brucia il tetto

Sono stati di certo momenti di vera paura quelli provati dalle persone interessate quando ieri mattina una porzione del tetto dell’abitazione si è incendiata. Scattato l’allarme, i Vigili del fuoco hanno evitato che le fiamme potessero causare danni ben più gravi. Puntando gli idranti contro le fiamme e utilizzando l’autoscala per raggiungere e circoscrivere il rogo, i Vigili del fuoco, intervenuti con tre squadre, sono riusciti a spegnere il rogo.

In ospedale

L’edificio è stato alla fine messo in sicurezza. A parte piccole porzioni, dovrebbe essere abitabile. Come da prassi in questi casi, sono intervenuti anche i carabinieri e i sanitari del “118” che hanno trasportato la coppia di proprietari e il giovane in ospedale a Ponderano per accertamenti. Si sta ora indagando sulle cause esatte del rogo.

Continua la lettura di Brucia il tetto, tre intossicati a Dorzano su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/brucia-il-tetto-tre-intossicati-a-dorzano/feed/ 0
Biker ferito recuperato nei boschi di Curino https://ecodibiella.it/cronaca/biker-ferito-recuperato-nei-boschi-di-curino/ https://ecodibiella.it/cronaca/biker-ferito-recuperato-nei-boschi-di-curino/#respond Sun, 13 Jan 2019 20:18:49 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63746 Biker ferito recuperato nei boschi di Curino. Mobilitazione E’ stata una vera e propria catena di solidarietà che si è mobilitata da una telefonata alla centrale operativa di Grugliasco del Soccorso alpino e ha avuto il suo epilogo nel salvataggio di un biker con una gamba fratturata dopo essere caduto lungo un sentiero sterrato nel […]

Continua la lettura di Biker ferito recuperato nei boschi di Curino su Eco di Biella.

]]>
Biker ferito recuperato nei boschi di Curino.

Mobilitazione

E’ stata una vera e propria catena di solidarietà che si è mobilitata da una telefonata alla centrale operativa di Grugliasco del Soccorso alpino e ha avuto il suo epilogo nel salvataggio di un biker con una gamba fratturata dopo essere caduto lungo un sentiero sterrato nel cuore del territorio di Curino.

Percorso per mountain bike

Il ferito, un sessantenne di Vercelli che ama percorrere con la sua mountain bike il dedalo di sentieri che uniscono i territori di Masserano, Curino, Roasio e Brusnengo, percorsi molto conosciuti e apprezzati dagli appassionati biker denominati “Rive Rosse”, è stato alla fine consegnato dalla squadra del Soccorso alpino che lo ha raggiunto in mezzo a un bosco, ai sanitari dell’ambulanza che lo hanno portato in ospedale. Ha avuto una gamba fratturata contro una roccia affilata, ne avrà per un mesetto prima di poter rieducare l’arto, ma per fortuna non si sono registrate complicazioni.

La squadra

L’intervento è avvenuto intorno a mezzogiorno e mezza di sabato quando la chiamata da parte del figlio del ferito alla centrale operativa del Soccorso alpino ha fatto confluire in quella zona di Curino una squadra composta da quattro specialisti coordinati da Carlo Giardino, capostazione della Valle di Mosso.

IL SERVIZIO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Continua la lettura di Biker ferito recuperato nei boschi di Curino su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/cronaca/biker-ferito-recuperato-nei-boschi-di-curino/feed/ 0
Edilnol Biella perde dopo un supplementare, Rieti sbanca il Forum https://ecodibiella.it/sport/biella-perde-dopo-un-supplementare-rieti-sbanca-il-forum/ https://ecodibiella.it/sport/biella-perde-dopo-un-supplementare-rieti-sbanca-il-forum/#respond Sun, 13 Jan 2019 19:13:03 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63741 Biella perde dopo un supplementare, Rieti sbanca il Forum. Edilnol Pallacanestro Biella esce sconfitta 85-83 dopo un tempo supplementare dalla sfida contro Rieti giocata questa sera al Forum. Una gara vietata ai deboli di cuore con i padroni di casa avanti nel primo tempo e il ritorno degli avversari nel terzo quarto. Ritornati in carreggiata, […]

Continua la lettura di Edilnol Biella perde dopo un supplementare, Rieti sbanca il Forum su Eco di Biella.

]]>
Biella perde dopo un supplementare, Rieti sbanca il Forum.

Edilnol Pallacanestro Biella esce sconfitta 85-83 dopo un tempo supplementare dalla sfida contro Rieti giocata questa sera al Forum. Una gara vietata ai deboli di cuore con i padroni di casa avanti nel primo tempo e il ritorno degli avversari nel terzo quarto. Ritornati in carreggiata, Saccaggi e compagni sprecano il pallone della vittoria con Harrell. Nell’overtime Sims, miglior marcatore con 27 punti, mette una tripla per il momentaneo +1 ma non basta. I tiri liberi di Casini e Adegboye ma soprattutto gli errori da lontano di Saccaggi e Wheatle condannano i rossoblù al ko. Dall’altra parte uno strepitoso Jones, autore di 32 punti. Non mancano le polemiche arbitrali, in particolare per alcune decisioni nel finale di gara. Edilnol rimane ferma a quota 18 nella classifica di Serie A2 Ovest, superata proprio da Rieti, ora al terzo posto con Latina e Capo d’Orlando. Nella foto di Laura Malvarosa, Giovanni Vildera.

Tutti i dettagli, interviste comprese, su Eco di Biella in edicola domani.

Continua la lettura di Edilnol Biella perde dopo un supplementare, Rieti sbanca il Forum su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/biella-perde-dopo-un-supplementare-rieti-sbanca-il-forum/feed/ 0
Edilnol Biella Rugby cede nella ripresa a Torino e si ritrova ultimo in classifica https://ecodibiella.it/sport/edilnol-biella-rugby-cede-nella-ripresa-a-torino-e-si-ritrova-ultima-in-classifica/ https://ecodibiella.it/sport/edilnol-biella-rugby-cede-nella-ripresa-a-torino-e-si-ritrova-ultima-in-classifica/#respond Sun, 13 Jan 2019 18:31:40 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63738 Edilnol Biella Rugby cede nella ripresa e perde a Torino, incassando il sesto ko consecutivo. Edilnol Biella cede al Cus Torino Edilnol Biella Rugby si arrende in finale sul campo del Cus Torino e scivola all’ultimo posto della classifica di girone in seguito alla vittoria di Cus Milano su Settimo Torinese. Non è bastato l’arrivo […]

Continua la lettura di Edilnol Biella Rugby cede nella ripresa a Torino e si ritrova ultimo in classifica su Eco di Biella.

]]>
Edilnol Biella Rugby cede nella ripresa e perde a Torino, incassando il sesto ko consecutivo.

Edilnol Biella cede al Cus Torino

Edilnol Biella Rugby si arrende in finale sul campo del Cus Torino e scivola all’ultimo posto della classifica di girone in seguito alla vittoria di Cus Milano su Settimo Torinese. Non è bastato l’arrivo a sorpresa di Franco Cassutti, numero 8 proveniente da Cordoba, squadra che milita nella massima divisione del campionato Argentino, tesserato al volo alla vigilia della ripresa del campionato dopo una manciata di allenamenti fatti sul campo di via Salvo D’Acquisto. Partiti con il giusto piglio, gli uomini di Birchall si sono arenati nella ripresa prima di alzare definitivamente bandiera bianca a pochi attimi dal fischio finale.

Le interviste

Aldo Birchall head coach Edilnol Biella Rugby: “Purtroppo abbiamo subito due mete alla fine su rolling maul, dove i nostri avversari si sono dimostrati particolarmente forti per tutto l’incontro. È un peccato perché il nostro gioco oggi è stato interessante, a tratti posso dire che abbiamo giocato molto bene, ho visto diverse buone azioni. Un peccato tornare a casa con uno scarto così grande sul punteggio finale. Un peccato anche essere retrocessi in classifica perché sicuramente siamo una squadra migliore di quell’ultimo posto che non ci rappresenta affatto. Oggi ha esordito con la nostra squadra Franco Cassutti, ha fatto una buona gara, soprattutto se considerato che era la sua prima gara in tre mesi visto che in Argentina il campionato è al momento fermo. Ha avuto ottimi spunti nel suo ruolo e sono sicuro che migliorerà di partita in partita”.

Nuovo acquisto dall’Argentina

Franco Cassutti neoacquisto di Edilnol Biella Rugby: “Sono molto onorato di vestire questa maglia. Giocare dopo soli sei allenamenti in una squadra nuova è stata dura, l’incontro stesso è stato duro per me che arrivo da tre mesi di prestagione. In settimana però lavorerò con tutto il gruppo per recuperare e migliorare di volta in volta. La testa è già sui prossimi impegni. Lavoreremo duro per raggiungere i risultati che ci aspettiamo”.

Continua la lettura di Edilnol Biella Rugby cede nella ripresa a Torino e si ritrova ultimo in classifica su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/edilnol-biella-rugby-cede-nella-ripresa-a-torino-e-si-ritrova-ultima-in-classifica/feed/ 0
BiellaItalia, il progetto per rilanciare l’ex ospedale https://ecodibiella.it/attualita/biellaitalia-il-progetto-per-rilanciare-lex-ospedale/ https://ecodibiella.it/attualita/biellaitalia-il-progetto-per-rilanciare-lex-ospedale/#respond Sun, 13 Jan 2019 18:30:23 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63728 BiellaItalia, il progetto per rilanciare l’ex ospedale. Verso il futuro Qualcosa di concreto si muove sul fronte del futuro dell’ex ospedale di Biella. Da tempo l’Asl ha assegnato il compito alla società “Sviluppo Genova” di trovare una soluzione per il rilancio e la valorizzazione della struttura ormai abbandonata da diverso tempo dopo il trasferimento dell’ospedale […]

Continua la lettura di BiellaItalia, il progetto per rilanciare l’ex ospedale su Eco di Biella.

]]>
BiellaItalia, il progetto per rilanciare l’ex ospedale.

Verso il futuro

Qualcosa di concreto si muove sul fronte del futuro dell’ex ospedale di Biella. Da tempo l’Asl ha assegnato il compito alla società “Sviluppo Genova” di trovare una soluzione per il rilancio e la valorizzazione della struttura ormai abbandonata da diverso tempo dopo il trasferimento dell’ospedale Degli Infermi nella nuova struttura di Ponderano. E l’idea che ne è nata è alquanto ambiziosa. Per metterla in pratica Sviluppo Genova ha deciso di creare un marchio apposito. Un’operazione che vede il benestare dell’amministrazione comunale.

Tutti i dettagli su Eco di Biella in edicola domani. 

Continua la lettura di BiellaItalia, il progetto per rilanciare l’ex ospedale su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/biellaitalia-il-progetto-per-rilanciare-lex-ospedale/feed/ 0
Biellese pareggia ad Alice, primo ko per il Cossato di Ariezzo https://ecodibiella.it/sport/biellese-pareggia-ad-alice-primo-ko-per-il-cossato-di-ariezzo/ https://ecodibiella.it/sport/biellese-pareggia-ad-alice-primo-ko-per-il-cossato-di-ariezzo/#respond Sun, 13 Jan 2019 17:51:12 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63725 Biellese pareggia ad Alice, primo ko per il Cossato di Ariezzo. Il 2019 inizia con un pareggio per la Biellese. La gara con l’Alicese disputata oggi, da sempre molto sentita visti i trascorsi tra le due formazioni, ha visto i padroni di casa passare in vantaggio al 31′ del primo tempo con De Filippi. Il […]

Continua la lettura di Biellese pareggia ad Alice, primo ko per il Cossato di Ariezzo su Eco di Biella.

]]>
Biellese pareggia ad Alice, primo ko per il Cossato di Ariezzo.

Il 2019 inizia con un pareggio per la Biellese. La gara con l’Alicese disputata oggi, da sempre molto sentita visti i trascorsi tra le due formazioni, ha visto i padroni di casa passare in vantaggio al 31′ del primo tempo con De Filippi. Il pareggio dei bianconeri è firmato da Cabrini a metà ripresa. Con questo pareggio la squadra di Roano è quinta in classifica, nel campionato di Eccellenza, a pari merito con Alicese ed Aygreville.

Cade, invece, il Città di Cossato. La squadra di Ariezzo perde in casa con la Dufour Varallo e viene appaiata in vetta del campionato di Promozione dalla Fulgor Ronco Valdengo che pareggia in casa, 1-1, con il Briga. Pareggi anche per Ceversama e Ponderano.

Tutti i dettagli in edicola domani su Eco di Biella.

Continua la lettura di Biellese pareggia ad Alice, primo ko per il Cossato di Ariezzo su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/sport/biellese-pareggia-ad-alice-primo-ko-per-il-cossato-di-ariezzo/feed/ 0
Qualità sanitaria, il Piemonte è al primo posto in Italia https://ecodibiella.it/attualita/qualita-sanitaria-il-piemonte-e-al-primo-posto-in-italia/ https://ecodibiella.it/attualita/qualita-sanitaria-il-piemonte-e-al-primo-posto-in-italia/#respond Sun, 13 Jan 2019 17:36:34 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63723 Qualità sanitaria, il Piemonte è al primo posto in Italia. Chiamparino soddisfatto Il Piemonte è al primo posto in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie, secondo il monitoraggio della Griglia Lea pubblicato dal Ministero della Salute e relativo all’anno 2017. “Questo risultato ci rende estremamente orgogliosi perché è un riconoscimento del lavoro fatto in […]

Continua la lettura di Qualità sanitaria, il Piemonte è al primo posto in Italia su Eco di Biella.

]]>
Qualità sanitaria, il Piemonte è al primo posto in Italia.

Chiamparino soddisfatto

Il Piemonte è al primo posto in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie, secondo il monitoraggio della Griglia Lea pubblicato dal Ministero della Salute e relativo all’anno 2017.

“Questo risultato ci rende estremamente orgogliosi perché è un riconoscimento del lavoro fatto in questi anni – commenta il presidente della Regione Sergio Chiamparino -. Abbiamo rilanciato la sanità piemontese, che era di fatto commissariata, non solo mettendo ordine nei conti e tagliando gli sprechi ma migliorando i servizi e valorizzando le eccellenze, come testimonia la rilevazione del Ministero”.

La Griglia Lea è il monitoraggio annuale dei Livelli essenziali di assistenza offerti dalle singole regioni. Gli indicatori verificano la qualità dell’attività di prevenzione, dell’assistenza territoriale e dell’assistenza ospedaliera.

La classifica

Il Piemonte si trova per la prima volta in testa alla graduatoria con il punteggio record di 221, davanti a Veneto ed Emilia Romagna (218 punti), Toscana (216) e Lombardia (212). Lo scorso anno la nostra regione era al terzo posto: decisivi i miglioramenti ottenuti nella copertura vaccinale pediatrica – in particolare contro il morbillo – e nell’assistenza ai malati terminali.

L’assessore Saitta

“Voglio ringraziare ancora una volta tutti i dipendenti del servizio sanitario regionale per il grande impegno mostrato in questi anni – sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta –. Continuiamo comunque a lavorare per migliorare ulteriormente la nostra sanità e per rispondere al meglio alle nuove esigenze di salute dei piemontesi. Stiamo proseguendo con il piano per la riduzione delle liste d’attesa e con l’aumento delle assunzioni di personale, due priorità assolute per il nostro servizio sanitario, e con gli investimenti in edilizia sanitaria che porteranno alla realizzazione di ospedali moderni e più efficienti”.

Continua la lettura di Qualità sanitaria, il Piemonte è al primo posto in Italia su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/attualita/qualita-sanitaria-il-piemonte-e-al-primo-posto-in-italia/feed/ 0
Vigliano celebra Sant’Antonio Abate FOTO https://ecodibiella.it/eventi-e-cultura/vigliano-celebra-santantonio-abate-foto/ https://ecodibiella.it/eventi-e-cultura/vigliano-celebra-santantonio-abate-foto/#respond Sun, 13 Jan 2019 17:23:57 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63694 Vigliano celebra Sant’Antonio Abate. E lo fa, come sempre, insieme a mezzi agricoli, cavalli, trattori e automezzi che hanno sfilato stamattina, 13 gennaio, per le vie del paese. Con il priore Complice la giornata soleggiata, tanti cittadini hanno voluto presenziare all’evento già a partire dalle 8.30 quando i carrettieri si sono radunati con il priore, […]

Continua la lettura di Vigliano celebra Sant’Antonio Abate FOTO su Eco di Biella.

]]>
Vigliano celebra Sant’Antonio Abate. E lo fa, come sempre, insieme a mezzi agricoli, cavalli, trattori e automezzi che hanno sfilato stamattina, 13 gennaio, per le vie del paese.

Con il priore

Complice la giornata soleggiata, tanti cittadini hanno voluto presenziare all’evento già a partire dalle 8.30 quando i carrettieri si sono radunati con il priore, Maurizio Ghisu, per un rinfresco di auguri. A seguire la sfilata lungo via Milano, via Comotto, Corso Avilianum e via Largo Stazione dove, alle 10.30, è stata effettuata la benedizione e distribuito il vin brulè. Infine la Messa con don Luca Murdaca in onore di Sant’Antonio e il pranzo sociale all’Associazione Carrettieri in via per Chiavazza. Ecco le foto dell’evento:

Continua la lettura di Vigliano celebra Sant’Antonio Abate FOTO su Eco di Biella.

]]>
https://ecodibiella.it/eventi-e-cultura/vigliano-celebra-santantonio-abate-foto/feed/ 0
Mangiare bene e mantenersi in forma https://ecodibiella.it/salute/mangiare-bene-e-mantenersi-in-forma/ Sun, 13 Jan 2019 09:13:35 +0000 https://ecodibiella.it/?p=63691 Regola generale: mangiare bene e mantenersi in forma è possibile. Mangiare buono e tanto è un diritto che ognuno di noi ha, ma occorre ricordare che per mantenere una condizione di buona salute, è bene evitare esagerazioni o cibi troppo grassi. D’inverno si tende solitamente a privilegiare i cibi ipercalorici. Molto buoni e saporiti, perfetti […]

Continua la lettura di Mangiare bene e mantenersi in forma su Eco di Biella.

]]>
Regola generale: mangiare bene e mantenersi in forma è possibile. Mangiare buono e tanto è un diritto che ognuno di noi ha, ma occorre ricordare che per mantenere una condizione di buona salute, è bene evitare esagerazioni o cibi troppo grassi. D’inverno si tende solitamente a privilegiare i cibi ipercalorici. Molto buoni e saporiti, perfetti per le temperature rigide, senz’altro, ma da non gustare ogni giorno, per evitare di accumulare chilogrammi in eccesso.

Mangiar bene e mantenersi in forma

E’ però possibile continuare a gustare i propri piatti preferiti in versione light, limitando cioè i grassi in eccesso. Ecco qualche utile consiglio per continuare a mangiare bene e con gusto, limitando i chili di troppo. Preparare il soffritto con del vino bianco, evitando olio e burro: con il calore il vino evapora e perde il suo valore calorico, ma rende saporiti aglio e cipolla. Limitare l’uso del sale e utilizzare verdure e spezie per insaporire e colorare le pietanze: zafferano, origano, pepe, pomodorini, peperoncino. Limitare i condimenti grassi con alternative più fantasiose: spezie e funghi per i primi piatti; succo di limone o di arancia, capperi e sottaceti per carne e pesce; aceto o limone per le verdure. Preferire, ove possibile, le cotture al vapore, al forno o alla piastra rispetto al fritto. Preparare dessert a base di frutta (macedonie, frutti di bosco), yogurt magro e sorbetto.

Per contenere l’introito calorico

Non far mai mancare sulla tavola abbondanti caraffe di acqua. Bere vino rosso moderatamente. Evitare le bibite gassate e zuccherate, e i superalcolici. Evitare, per gli antipasti, preparazioni ricche in salse e preferire invece sottaceti, verdure grigliate o in pinzimonio, affettati magri e funghi. Accompagnare il secondo piatto con abbondanti verdure crude e cotte. Limitare il consumo di pane e evitare la scarpetta. Evitare di servire formaggi dopo il secondo piatto. Portare in tavola, a fine pasto, un’abbondante porzione di frutta fresca (agrumi, ananas, kiwi), limitando la frutta secca e candita alle occasioni speciali. Evitare di accompagnare i dolci che si portano in tavola più spesso in inverno con creme, cioccolata e farciture varie.

Per smaltire le calorie in eccesso

Ecco l’ultimo consiglio per mangiare bene bene e mantenersi in forma. Si può mantenere in casa e negli ambienti di lavoro temperature non superiori ai 20 gradi. Ma anche mantenere uno stile di vita attivo, spostarsi preferibilmente a piedi o in bicicletta e preferire le scale al posto dell’ascensore.

Continua la lettura di Mangiare bene e mantenersi in forma su Eco di Biella.

]]>