Sindaci Valdilana personaggi dell’anno. Nominati durante il concerto di Natale.

Sindaci Valdilana personaggi dell’anno

E’ stata una serata speciale, in tutti i sensi, quella  al teatro Giletti di Ponzone, dove è andato in scena il grande concerto di Natale. Una tradizione per Trivero, che si rinnova ogni anno da ormai oltre un decennio e che è quindi sempre molto attesa dai cittadini. Poi una premiazione a “sorpresa”.

La serata

La serata si è aperta con il consueto benvenuto da parte del vicesindaco e assessore alla cultura, Gabriella Maffei. E’ poi seguito un breve intervento del sindaco, Mario Carli, che come da tradizione ha salutato i cittadini e tracciato un piccolo bilancio del lavoro effettuato dall’amministrazione comunale durante il 2018. «Quest’anno – ha detto Carli – è stato un anno particolarmente impegnativo per l’amministrazione comunale alle prese con numerosi ambiziosi progetti: primo fra tutti il progetto di fusione dei Comuni, realizzato con l’impegno e il lavoro nostro e delle amministrazioni di Mosso, Soprana e Valle Mosso. Un progetto avvallato dai cittadini con l’esito positivo del referendum. Valdilana sarà l’opportunità a disposizione del territorio per intraprendere un percorso di rilancio e di sviluppo della nostra comunità».
Un bilancio, quello di sabato, nel quale Carli ha tracciato le fila della fine mandato. Lo ha fatto anche guardando avanti, al futuro: «La prima Amministrazione di Valdilana – ha detto ancora – dovrà scrivere le pagine di una nuova storia puntando a riconoscere e valorizzare tutte le numerose risorse umane, socio-economiche e paesaggistiche presenti come base per portare, attraverso la nuova governance territoriale, una concreta possibilità di rinnovare, cambiare e aggredire quindi con dinamicità il contesto attuale con azioni politiche sistematiche in favore della promozione del benessere dell’area. La sfida di Valdilana, lanciata con coraggio ed entusiasmo dalle amministrazioni, in questo particolare e delicato periodo storico, è quella di credere fortemente nel rilancio sociale ed economico partendo dal presupposto che ciò implica anche un ripensamento “culturale”. Nel percorso, infatti, i cittadini giovani, anziani, le famiglie dovranno essere protagonisti attivi, attendi e partecipi di questo processo ambizioso per trasformare in realtà le idee e costruire su basi più solide legami essenziali per una comunità viva».

Leggi anche:  Mosso, presepe per 10mila

Il premio

Prima del concerto, come ogni anno, è stato consegnato, da parte dell’assessore alla cultura Gabriella Maffei, il premio alla persona o associazione considerata che maggiormente si è distinta nel corso del 2018, cercando di creare qualcosa di unico. Il premio quest’anno è stato consegnato, a sorpresa, ai quattro sindaci dei Comuni interessati alla fusione: Mosso, rappresentato da Gianni Regis, Valle Mosso, Trivero e Soprana con i tre primi cittadini presenti. «Visto il grande sforzo in termini di impegno profuso dai quattro amministratori – ha detto Maffei – ho ritenuto di consegnare, in via del tutto eccezionale, il premio ai nostri quattro sindaci. Con la certezza che sarà di buon auspicio per gli anni a venire».