CANDELO – Grande successo nelle prime due giornate del “Borgo di Babbo Natale” al Ricetto. Sono stati conteggiati circa settemila visitatori paganti (più un migliaio di altri passaggi) tra sabato e domenica. Oltre ai biellesi molti provenivano dalle province del Piemonte e dal Milanese, con arrivi anche da Veneto, solo nella giornata di domenica sono arrivati 13 bus.

Molto apprezzato il servizio gratuito di ricovero custodito dei passeggini in piazza Castello e i numerosi bagni presenti sia nel Ricetto sia alle Rosminiane. I molti  bambini presenti, accompagnati dagli elfi, hanno visitato tutti gli otto laboratori e hanno ritirato la figurina adesiva distribuita: tutte le otto figurine  hanno dato vita ad un puzzle con il Ricetto innevato. Tappe e temi. Prima: le tradizioni del Ricetto. Seconda: vino grano e… Terza: tra falsi miti, leggende e artigianato tradizionale. Quarta: le tradizioni della lana. Quinta: “Storie di Piazza racconta…teatro per bambini. Sesta: laboratori e riciclo creativo con Divertistudio. Settima: a scuola dai nonni, le tradizioni contadine. Ottava: favole e tradizioni con la biblioteca animata.  

Tutti i bambini hanno avuto la possibilità di incontrare Babbo Natale nel suo ufficio postale e consegnare la letterina. A breve riceveranno per posta la risposta personalizzata e un piccolo gadget. 

Il mercatino di Natale lungo le rue del Ricetto ha registrato la presenza di102 gli espositori provenienti  da tutta l’Italia settentrionale oltre ad alcuni commercianti candelesi di via Mazzini. All’interno del Ricetto  vi sono anche alcune aree dedicate all’animazione ed intrattenimenti musicali, il punto distribuzione panettone e the caldo, la mostra dei presepi in miniatura provenienti da varie parte del mondo provenienti dalle collezioni private di Mariangela Gay e Piera Oddone, i punti ristoro street food.

Una mostra fotografica è stata allestita nella sala degli affreschi in via Matteotti  sugli appunti di viaggi nel mondo a cura del gruppo biellese “Riflessi”. Espongono, Mauro Bertoncelli, Marco Bocca, Pier Carlo Bocca, Paolo Ceci, Dario Conte, Dante Deusebis, Franco Fazzari, Maria Teresa Gasparini, Carlos Gianesini, Pietro Giusio, Franco Lacchia, Dario Mezzo, Stefano Miglietti, Pietro Monteleone, Franco Mosca, Renato Paolini, Maria Grazia Schiapparelli, Franco Sappera, Roberto Spolaore, Federico Trombini, Anna Valz Gen, Alberto Zanin e Ferruccio Zanone. Presente anche il presepe meccanico realizzato con materiale di recupero da Claudio Gigliati.

Una trentina i ragazzi delle scuole superiori che si sono alternati nei vari laboratori all’interno del Ricetto. Tutti impegnati ad aiutare i più piccoli, chi insegnava a scrivere le letterine di Natale, chi a costruire un Ricetto di legno, chi spiegava gli strumenti della casa contadina o della cantina delle botti, chi a far conoscere vari tipi di velli di lana. C’erano gli allievi dell’istituto “Eugenio Bona”, del Liceo classico, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro. I ragazzi dell’istituto Quintino Sella del sistema moda hanno invece collaborato per la realizzazione delle sciarpe del ricetto dando vita, con il lanificio dell’Orso, a un progetto di marketing territoriale. In questo fine settimana interverranno anche i ragazzi dell’Istituto Geometri “Gae Aulenti”. Erano presenti anche i 4 ragazzi che prestano il servizio civile nel Comune di Candelo.

L’evento si ripeterà domani e domenica, sempre con orario dalle ore 10 alle ore 19.

Sante Tregnago

Leggi anche:  Mosso, domani c'è la Pistolesa Race

CANDELO – Grande successo nelle prime due giornate del “Borgo di Babbo Natale” al Ricetto. Sono stati conteggiati circa settemila visitatori paganti (più un migliaio di altri passaggi) tra sabato e domenica. Oltre ai biellesi molti provenivano dalle province del Piemonte e dal Milanese, con arrivi anche da Veneto, solo nella giornata di domenica sono arrivati 13 bus.

Molto apprezzato il servizio gratuito di ricovero custodito dei passeggini in piazza Castello e i numerosi bagni presenti sia nel Ricetto sia alle Rosminiane. I molti  bambini presenti, accompagnati dagli elfi, hanno visitato tutti gli otto laboratori e hanno ritirato la figurina adesiva distribuita: tutte le otto figurine  hanno dato vita ad un puzzle con il Ricetto innevato. Tappe e temi. Prima: le tradizioni del Ricetto. Seconda: vino grano e… Terza: tra falsi miti, leggende e artigianato tradizionale. Quarta: le tradizioni della lana. Quinta: “Storie di Piazza racconta…teatro per bambini. Sesta: laboratori e riciclo creativo con Divertistudio. Settima: a scuola dai nonni, le tradizioni contadine. Ottava: favole e tradizioni con la biblioteca animata.  

Tutti i bambini hanno avuto la possibilità di incontrare Babbo Natale nel suo ufficio postale e consegnare la letterina. A breve riceveranno per posta la risposta personalizzata e un piccolo gadget. 

Il mercatino di Natale lungo le rue del Ricetto ha registrato la presenza di102 gli espositori provenienti  da tutta l’Italia settentrionale oltre ad alcuni commercianti candelesi di via Mazzini. All’interno del Ricetto  vi sono anche alcune aree dedicate all’animazione ed intrattenimenti musicali, il punto distribuzione panettone e the caldo, la mostra dei presepi in miniatura provenienti da varie parte del mondo provenienti dalle collezioni private di Mariangela Gay e Piera Oddone, i punti ristoro street food.

Una mostra fotografica è stata allestita nella sala degli affreschi in via Matteotti  sugli appunti di viaggi nel mondo a cura del gruppo biellese “Riflessi”. Espongono, Mauro Bertoncelli, Marco Bocca, Pier Carlo Bocca, Paolo Ceci, Dario Conte, Dante Deusebis, Franco Fazzari, Maria Teresa Gasparini, Carlos Gianesini, Pietro Giusio, Franco Lacchia, Dario Mezzo, Stefano Miglietti, Pietro Monteleone, Franco Mosca, Renato Paolini, Maria Grazia Schiapparelli, Franco Sappera, Roberto Spolaore, Federico Trombini, Anna Valz Gen, Alberto Zanin e Ferruccio Zanone. Presente anche il presepe meccanico realizzato con materiale di recupero da Claudio Gigliati.

Una trentina i ragazzi delle scuole superiori che si sono alternati nei vari laboratori all’interno del Ricetto. Tutti impegnati ad aiutare i più piccoli, chi insegnava a scrivere le letterine di Natale, chi a costruire un Ricetto di legno, chi spiegava gli strumenti della casa contadina o della cantina delle botti, chi a far conoscere vari tipi di velli di lana. C’erano gli allievi dell’istituto “Eugenio Bona”, del Liceo classico, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro. I ragazzi dell’istituto Quintino Sella del sistema moda hanno invece collaborato per la realizzazione delle sciarpe del ricetto dando vita, con il lanificio dell’Orso, a un progetto di marketing territoriale. In questo fine settimana interverranno anche i ragazzi dell’Istituto Geometri “Gae Aulenti”. Erano presenti anche i 4 ragazzi che prestano il servizio civile nel Comune di Candelo.

L’evento si ripeterà domani e domenica, sempre con orario dalle ore 10 alle ore 19.

Sante Tregnago