Più rosa nuovo direttivo di Su Nuraghe. Le recenti elezioni svoltesi  lo scorso sabato presso il Circolo Culturale Sardo di Biella per il rinnovo delle cariche sociali ha eletto il nuovo Consiglio direttivo composto da cinque donne: Anna Axana (vicepresidente), Antonietta Ballone, Maria Bosincu, Margherita Bullegas e Maria Assunta Orrù; quattro gli uomini: Battista Saiu (presidente), Roberto Perinu (vicepresidente), Roberto Cestarioli (cassiere) e Massimo Gravellu (segretario).

In carica fino al 2019

Sono stati riconfermati i componenti il Collegio dei Probiviri: Rosa Corbelletto Usai (presidente), Domenico Carongiu, Filippo Satta. Riconfermati anche i Revisori dei conti: Mario Rovetti (presidente), Irene Maolu, Battista Medde, così pure i Rappresentati di Base: Valentina Foddanu e Massimo Zaccheddu.
Resteranno in carica per il biennio 2018-2019, fino alle soglie delle celebrazioni dei trecento anni di storia comune tra Piemonte e Sardegna.

Celebrazioni in arrivo

L’8 agosto 1720, Vittorio Amedeo II di Savoia, ricevette il Regno di Sardegna in forza dei trattati di Londra (1718) e dell’Aia (1720), governando con il titolo di Re sull’intero Stato, pur restando principe per i Piemontesi, duca per i Savoiardi, ecc. Date importanti nella storia comune di Sardi e di Piemontesi, coincidenti anche con la già annunciata quinta incoronazione della statua della Madonna di Oropa, il cui culto venne introdotto 1673 anni fa, grazie all’opera evangelizzatrice del sardo Eusebio, primo vescovo di Vercelli, patrono del Piemonte.

Leggi anche:  Locanda della Galleria Rosazza, mostra per i 120 anni

Il presidente Saiu e una squadra numerosa

Con lo sguardo rivolto verso ampi orizzonti, ricco nell’immediato di molteplici iniziative, il riconfermato presidente Battista Saiu ha ripartito gli incarichi ai Consiglieri preposti ai vari rami dell’attività associativa e ai circa quaranta responsabili dei diversi settori operativi, nominando suo segretario personale Cosima Calaianni.