L’8 marzo di Cossato, nelle vetrine omaggio alle donne.

Continuano a fare rete i negozi di Cossato e, per l’8 marzo, festa della donna, rendono omaggio alle donne di famiglia, vissute nei primi anni ‘900. Per celebrare la ricorrenza si stanno allestendo le vetrine, dove il colore giallo, come riferimento alla mimosa, fiore simbolo della festa, sarà dominante. Si stanno esponendo anche le fotografie delle “donne di famiglia” vissute nei primi anni ‘900.

Tempi duri

«Le donne, in quegli anni, – dice il direttore della Confesercenti Lorella Bianchetto Buccia, promotrice dell’iniziativa – hanno vissuto tempi molto duri, quindi tutti noi abbiamo avuto nonne, zie, mamme che, all’epoca, erano bambine che hanno vissuto storie che sarebbero da raccontare. “Donne – rubo la frase di un commerciante – che hanno tribulato per noi”. Perché sono stati anni dove si è fatta la fame e, malgrado questo, le donne hanno saputo lottare per la nostra democrazia, accanto ai loro uomini, per conquistare il benessere che dobbiamo cercare di non perdere.

Leggi anche:  Sordevolo, una “Passione” chiamata turismo

Ammirare ed entrare

L’invito è di passeggiare davanti alle vetrine dei negozi di Cossato (ed anche di entrare, ndr.), per vedere una galleria fotografica piena di significato delle nostre donne dei primi ‘900».

F.G.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO