Il Basso Biellese diventa “palcoscenico”.

Organizzatori già all’opera per la seconda edizione di PAL (paesaggio, art and landscape). Il progetto, lanciato due anni fa sul territorio di Viverone e Roppolo, si prepara ad una nuova edizione che vedrà coinvolto anche il Comune di Cerrione. Ma per ricordare a chi ha preso parte alla prima edizione o per far capire a chi ancora non lo conosce che cosa sia il PAL, bisogna fare un passo indietro e partire da quelle che sono le sue origini.

L’idea

Ad ideare l’evento è Marie Rose Mayele, artista congo-belga sposata con Alberto Zublena, viveronese doc, e mamma di tre bambini. Marie Rose si divide tra Viverone e Bruxelles dove svolge la sua professione di artista: canta, danza e recita in diverse compagnie tra cui la sua, Squeez. «L’idea nasce dal voler promuovere il nostro territorio che per la sua bellezza si presta naturalmente ad essere un palcoscenico a cielo aperto- spiega Marie Rose – per me arte e natura sono due aspetti fortemente legati tra loro e PAL è il frutto di questa unione».

Gli artisti

Come nella prima edizione, saranno artisti provenienti da tutta Europa, i veri protagonisti della mostra a cielo aperto. Dalle installazioni artistiche alle performance che quest’anno prevederanno anche esibizioni musicali, gli artisti saranno chiamati ad usare il paesaggio intorno al lago come elemento principale delle loro opere artistiche. «Gli artisti saranno dodici e realizzeranno la loro opera direttamente sul territorio. Avranno modo di realizzare un progetto entrando in sintonia con l’ambiente e di mostrarlo al pubblico nelle due giornate dedicate alle passeggiate». Non si passeggerà quindi tra le sale di un museo, ma lungo i sentieri che collegano i due Comuni della bassa biellese per godere del panorama e delle opere che verranno proposte.

Le associazioni

Per l’occasione saranno coinvolte anche diverse associazioni del territorio come Coltiviviamo ed i Comuni. Molti i volontari che hanno già dato la loro disponibilità per l’organizzazione ma anche per l’accoglienza degli artisti che arriveranno la settimana prima del festival e verranno ospitati dalle famiglie locali. «A questo proposito, quest’anno abbiamo pensato di organizzare nelle settimane precedenti all’evento, un corso di inglese dedicato a tutti gli “addetti ai lavori” coinvolti nel progetto. E’ stata un’iniziativa che ha visto la partecipazione di numerose persone e che è stata molto gradita ma che sarà soprattutto utile per l’accoglienza degli artisti stranieri».

Leggi anche:  Tentata truffa di finto carabiniere a Viverone

Cerrione

Quest’anno anche il Comune di Cerrione sarà coinvolto nel progetto. Sarà infatti Tenuta Castello ad ospitare il primo appuntamento dedicato ad una teatro conferenza in programma per il 13 marzo alle 20,30. «L’apertura del festival si svolgerà invece nel parco della scuola primaria di Viverone- prosegue l’ideatrice di PAL- in questa occasione si presenteranno al pubblico gli artisti e loro, presenteranno il lavoro svolto insieme ai bambini. Nei giorni precedenti infatti, le classi avranno modo di partecipare ad un progetto artistico con i protagonisti di PAL per conoscere e sperimentare le diverse forme di arte».

Il programma proseguirà poi con un concerto (venerdì 15 marzo) a Cella Grande. Il giorno successivo, cena per la comunità e gli artisti e, nella giornata di venerdì, l’accesso alle opere di PAL sarà consentito solo alle scolaresche. Nelle giornate di sabato e domenica invece, il percorso sarà visitabile da tutti ed i partecipanti saranno divisi in gruppi che verranno accompagnati da una guida lungo il percorso. Il costo di partecipazione sarà di 15 euro ad adulto e di 5 euro per bambini di età inferiore ai 13 anni. Sarà proposta nella giornata di domenica, anche una passeggiata all’alba. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet www.paesaggio-art-landscape.com mentre per le prenotazioni è consigliabile scrivere a ticket4pal@gmail.com. L’organizzazione ricorda inoltre che si può sostenere il progetto partecipando alla campagna di crowfounding sul sito www.kisskissbankbank.com.

Eleonora Rosso

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE