Delegazione di un Gal estone in visita nel Biellese che sa accogliere.

Il Gal estone nel Biellese

Il progetto di cooperazione internazionale 5StarNature, al quale il Gal Montagne Biellesi partecipa dal 2016 e che coinvolge due Gal estoni, un Gal finlandese, un Gal spagnolo e il Gal Valli del Canavese, ha prodotto un primo interessante risultato in termini turistici per il territorio Biellese.

Il Gal estone Jap, della regione Jarva, infatti, ha deciso di ritornare nei nostri territori in occasione del viaggio di studio annuale offerto al proprio consiglio di amministrazione. La direttrice, Sille Pudel, ha infatti deciso di ripercorrere, tra il Biellese e il Canavese, un’esperienza turistica a metà tra l’outdoor e l’enogastronomico, in virtù delle ottime impressioni ricevute proprio durante la visita istituzionale di cooperazione svoltasi lo scorso anno sui nostri territori.

Il progetto

La progettualità condivisa in 5StarNature fra i vari Stati si fonda proprio sullo scambio di buone prassi turistiche, sull’accessibilità dei territori rurali e la loro crescita anche attraverso il turismo. Con la collaborazione dei due Gal italiani, la delegazione estone ha trascorso una prima giornata nel canavese mentre mercoledì e giovedì hanno visitato luoghi e aziende del territorio biellese. Mercoledì dopo la visita in Valle Cervo all’azienda di Riccardo Mazzuchetti e la degustazione di formaggi e prodotti locali e un pranzo all’agriturismo Cà del Bosco di Portula, il pomeriggio è trascorso nell’Oasi Zegna, passeggiando tra le fioriture dei rododendri e visitando casa Zegna. L’ultima tappa della giornata è stata al panificio Piantanida a Coggiola, dove Luca ha illustrato i segreti del lievito madre e dei prodotti da forno locali coinvolgendo i visitatori in un laboratorio attivo di panificazione. Anche giovedì gli estoni hanno avuto modo, dopo una mattinata ad Oropa, di apprezzare le produzioni locali. Il light lunch è stato consumato al Birrificio Elvo di Graglia mentre il pomeriggio nel castello di Montecavallo Chiara Reda ha raccontato i suoi vini offrendo loro una degustazione. Alla sera, poi, dopo un pomeriggio di shopping, un immancabile assaggio di pizza italiana in città e oggi il ritorno in Estonia.

Leggi anche:  Silvia Avallone: scrivo il mio quarto romanzo

Michele Colombo, direttore del Gal Montagne Biellesi, ha condiviso con la delegazione del Gal estone alcuni momenti del viaggio: “Per noi questa presenza è un risultato piccolo ma significativo, tappa di un percorso di crescita qualitativa dell’offerta turistica che intende coinvolgere direttamente gli operatori anche agroalimentari del nostro bel territorio. L’apprezzamento che stiamo ottenendo oltre frontiera, grazie anche a questo progetto di cooperazione, ci stimola a proseguire su questa strada. Inoltre questo viaggio è stato progettato con la collaborazione tecnica di un gruppo di tour operator locali del progetto #Biella che stanno lavorando in rete e collaborando con il Gal in varie iniziative di accoglienza. Anche questo aspetto per noi non è affatto secondario e trasmette la chiara volontà di crescita che il nostro territorio mostra di avere nel comparto turistico. Il Gal, in questo settore, ha contribuito con i bandi di finanziamento per la creazione e lo sviluppo di impresa nel settore turistico e certamente continuerà a farlo certamente in futuro”.

Per quanto riguarda il progetto 5StarNature, invece, la prossima tappa della cooperazione sarà proprio in Estonia a fine giugno.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

NOVITA’: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

 

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!