Candelo in fiore fa il pieno nonostante le piogge: tanti i gruppi in visita giunti al Ricetto in questi giorni accolti da alberi dalle forme bizzarre, macchie di azalee, quinte di bamboo, laghetti e giochi d’acqua, rocce e sentieri sinuosi. Tra i paesaggi in miniatura allestiti dai floricoltori biellesi, è una caccia al tesoro per scoprire, tra le cantine, le mostre e gli eventi della rassegna ‘‘Sulle vie dell’Oriente’, dedicata alla cultura tradizionale cinese in occasione dell’anno del Turismo Europa-Cina. La kermesse si chiuderà domenica ma, in questi ultimi giorni, ci sono ancora occasioni per scoprire altri aspetti interessanti di questo lontano paese.

Candelo in fiore: già 17 mila i visitatori

Finora i visitatori accertati con tanto di biglietto a 7,5  euro (10 euro cumulativo con il festival di mostre a Biella Selvatica) sono stati circa 17mila. E il programma riprende con un evento economico, domani,  sabato alle 10 al Centro Le rosminiane, sul tema cruciale dei rapporti economici: ‘La Cina nell’economia globale: opportunità di business per il made in Italy’ con la Fondazione Italia-Cina. Alle 15.30 ci sarà invece l’occasione di conoscere Shi Yang Shi, autore del libro’ Cuore di Seta’, che racconta la storia, amara e divertente, di un giovane nato da una famiglia cinese benestante e cresciuto a Milano, in bilico tra le sue radici orientali e i suoi sogni occidentali. E anche, nello stesso orario, di sperimentare la disciplina del Tai chi con un seminario condotto dal Maestro Chang Yu Shin.

Candelo in fiore, gran finale con la cultura del tè

Gran finale. E domenica Candelo in fiore si chiuderà con una full immersion nella tradizione della Cina: una serie di laboratori dedicati alle affascinanti tecniche della calligrafia, della pittura, della carta ritagliata e, per finire, della cerimonia del tè Gong Fu Cha alle ore 12,15 e alle 17 ad ingresso libero, tutti condotti da docenti dell’Istituto Confucio dell’Università di Torino.