Il settore delle riparazioni auto è in crescita.

Per le riparazioni auto i piemontesi hanno speso 2,6 miliaardi

Due miliardi e 600 mila euro: questa la spesa che gli automobilisti piemontesi hanno sostenuto nel 2018 per la manutenzione e le riparazioni delle loro autovetture, pari all’8% dei 32,1 miliardi spesi a livello nazionale. Nella graduatoria regionale, Biella sta al terzultimo posto, con una spesa complessiva che, nel 2018, ha toccato i 98 milioni di euro. I dati sulla spesa delle riparazioni auto arrivano dall’Osservatorio Autopromotec, la diretta emanazione di Autopromotec, la più specializzata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, la cui prossima edizione è in programma dal 22 al 26 maggio presso il quartiere fieristico di Bologna.

La situazione nelle province

La provincia piemontese che registra la spesa più alta per la manutenzione e le riparazioni auto eseguite nel 2018 è Torino, con 1,4 miliardi di euro. Molto distanziate seguono le province di Cuneo con 382 milioni, Alessandria con 233 milioni, Novara con 203 milioni, Asti con 111 milioni. Dopo Biella (con 98 milioni), seguono Vercelli con 97 milioni e Verbano Cusio Ossola con 76 milioni. A livello nazionale nel 2018 gli italiani hanno speso 32,1 miliardi per la manutenzione e la riparazione delle autovetture. È una cifra imponente che è più alta del 3,7% rispetto alla spesa dell’anno precedente, quando ammontava a 30,9 miliardi.

Leggi anche:  Le imprese digitali cresciute del +3,6%

Tra le cause c’è l’aumento dei prezzi

La crescita della spesa per riparazioni auto è dovuta in particolare a tre fattori. In primis vi è da considerare l’aumento dei prezzi dei servizi di assistenza alle auto che nel 2018, secondo l’Osservatorio Autopromotec, è stato dell’1,2%. Il secondo fattore che ha spinto verso l’alto la spesa è stato l’aumento del parco circolante di autovetture, cresciuto anche nel 2018 (+1,3% rispetto al 2017). Il terzo fattore che ha contribuito alla crescita della spesa è l’incremento della quantità di interventi di officina per le operazioni di manutenzione e di riparazione che, in base alle stime dell’Osservatorio Autopromotec, è stato dell’1,2%.

Giovanni Orso