Le esportazioni biellesi nel 2017 sono cresciute oltre quota 1,9 miliardi.

Le esportazioni biellesi nel 2017 sono cresciute oltre la media

Nel corso del 2017 il valore delle esportazioni biellesi ha superato la quota di 1.915 milioni di euro. Esse hanno registrato un incremento pari all’8,9% rispetto al 2016. Per le esportazioni biellesi, si è trattato di una crescita sopra la media. Come sottolinea Camera di Commercio Biella-Vercelli, il dato, infatti, deve essere letto in un contesto generale. L’export è cresciuto a tutti i livelli territoriali: nazionale (+7,4%), di ripartizione territoriale (Italia nord-occidentale media 7,6%) e regionale. Il Piemonte che ha ottenuto un incremento del 7,7%, registrando la performance migliore tra le principali regioni esportatrici. Per il presidente della Camera di Commercio di Biella-Vercelli, Alessandro Ciccioni,  il risultato delle esportazioni biellesi è da ascrivere alla capacità competitiva delle imprese locali e alla qualità dell’offerta.

Le esportazioni biellesi per settore

Guardando ai risultati delle esportazioni biellesi per singoli settori merceologici,  le attività manifatturiere, con un complessivo aumento dell’8,8%, hanno costituito la componente quasi esclusiva dell’export provinciale. A registrare un incremento di assoluta rilevanza, sono stati gli articoli di abbigliamento (+21,4%), le bevande (+18,8%) e le altre attività manifatturiere (+20,9%). Più contenuta, invece, si è rivelata la dinamica per i prodotti tessili (+4,8%). Essi, tuttavia, rappresentano il principale settore (con una quota pari al 58,2%) del totale delle esportazioni biellesi. Leggermente in calo,  si è infine rivelatala meccanica (-2,8%). Per l’agricoltura, il risultato è stato del +2,1%. In maggior crescita, l’export del comparto degli “altri prodotti” che ha segnato un incremento del 31,7%.

Leggi anche:  Contratto integrativo alla Vitale Barberis Canonico

I mercati delle esportazioni biellesi

Per quanto concerne i mercati di sbocco delle esportazioni biellesi, l’Ue (+9,5%) si è confermata la destinazione principale. Essa ha assorbito il 59% delle vendite all’estero. Sono cresciute  Germania (+6,2%), e Regno Unito (+22,9%). Positivo anche l’andamento verso Romania (+11,2%), Austria (+7,3%) e Spagna (+19,2%). Le esportazioni biellesi verso l’area extra comunitaria sono crsciute del +8%. La Cina (+19,4%) si è consolidata come primo Paese di sbocco, assorbendo una quota del 7,6% delle esportazioni biellesi. Bene anche il mercato Usa (+31,8%), della Corea del Sud (+17%) e della Svizzera (+5,2%). In calo il Giappone (-7,7%) e la Russia (-27,4%).

Giovanni Orso