Milano Unica all’insegna della sostenibilità e della digitalizzazione. Il tessile archivia un 2018 in cui la tessitura italiana ha mantenuto i valori di fatturato del 2017, ma le nubi sul 2019 restano fitte. E nessuno del Governo giallo-verde – come già a luglio 2018 – è venuto a sfatarle: nonostante l’annuncio da programma l’economista e sottosegretario Geraci stamane ha “bigiato” l’appuntamento con la fiera rinunciando all’ultimo momento a presenziare.

Un settore da 7,86 miliardi di fatturato: -0,3% sul 2017

Milano Unica 2019: inaugurazione
Milano Unica 2019: inaugurazione

Secondo le stime elaborate da Confindustria Moda, il settore dovrebbe archiviare il 2018 con un fatturato consolidato di 7,86 miliardi  di euro (-0,3%), imputabile al rallentamento della produzione registratosi nel secondo semestre dello scorso anno. Comunque sempre uno dei principali settori manifatturieri italiani meritevoli di attenzione da parte del Governo. Le vendite sui mercati extra Ue sono aumentate del 2,9%, mentre l’export verso i Paesi europei ha registrato un sensibile calo del 3,4 per cento. La Cina (+3%) insieme a Hong Kong (+6,1%) si conferma il primo mercato di sbocco per i tessuti italiani nei primi dieci mesi de 2018. Positive le esportazioni verso Giappone (+8,6%) mentre risultano in calo quelle verso gli Usa (-12,6%), Spagna (-9,8%) e Regno Unito (-7,5 per cento).

La sfida sostenibilità cresce: una guida ad hoc in fiera

Ercole Botto Poala e Mauro Scalia di Euratex
Ercole Botto Poala e Mauro Scalia di Euratex

La 28esima edizione di Milano Unica aperta stamane da una tavola rotonda guidata dal presidente Ercole Botto Poala in scadenza a luglio prossimo porta in scena le collezioni primavera-estate 2020 di 420 aziende di cui il 10% circa biellesi per lo più col marchio Ideabiella, il 20% straniere, a cui si aggiungono i 31 espositori presenti negli Osservatori Giappone e quello della Corea (15) per un totale di 467 imprese partecipanti, un numero in linea con l’appuntamento di un anno fa. L’edizione di quest’anno continua a mettere al centro della manifestazione il tema della sostenibilità, con un focus particolare l’innovazione di processo. Sia Botto Poala che Mauro Scalia di Euratex, Raffaello Napoelone di Pitti e Roberto Luongo di Ice hanno insistito sul percorso sostenibile del settore e MU ha lanciato un catalogo ad hoc per visitatori e media.

Leggi anche:  Il ritorno del dialetto nelle scuole elementari

Lanciata la piattaforma e-milanounica.it attiva da venerdì

Tra le novità di quest’anno, anche il lancio di e-milanounica, il nuovo marketplace per il tessile abbigliamento moda in partnership con Pitti immagine, una piattaforma che potrà accogliere tutte le aziende aderenti con i loro prodotti in vetrina 365 giorni l’anno. e-milanounica.it sarà operativa da venerdì sperimentalmente per una sessantina di aziende scelte.

Roberto Azzoni