È finita, in 1.351 verso la Maturità.

Ecco come cambiano le prove per la Maturità

Suonerà di fatto, per l’ultima volta, oggi la campanella dell’anno scolastico 2018-2019, il cui termine è fissato ufficialmente, nel calendario della Regione Piemonte, per sabato, 8 giugno.
Per i ragazzi delle classi quinte delle sei scuole superiori biellesi, si aprirà, così, la lunga fase di attesa e svolgimento delle prove dell’Esame di Stato 2019, indispensabili per conseguire il sospirato diploma. Ma quanti saranno ad affrontare la temuta Maturità, stavolta, in provincia?

Scrutini in corso, si dovrà attendere l’esito delle operazioni che si stanno svolgendo in questi giorni. Il numero degli “ammessi” non dovrebbe discostarsi troppo dai dati in possesso, come ripartizione dei “candidati” all’Esame, dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Biella, che li ha gentilmente forniti.

I candidati

Dunque, secondo questi dati, i candidati interni ed esterni della provincia di Biella, divisi per istituzione scolastica, risultano ad oggi 1.351. Per la precisione: 181 all’Iis “G. e Q. Sella”, il liceo Classico, Linguistico e Artistico; 171 al liceo Scientifico “A. Avogadro”; 256 all’Iis “E. Bona”; 155 all’Iis del Cossatese e della Vallestrona; 335 all’Iis “Q. Sella”; infine, 253 all’Iis “Gae Aulenti”, comprendente gli indirizzi Geometri, Agrario, Ipsia e Alberghiero.

Cosa c’è da sapere di questa Maturità “revisionata”? Ebbene, l’Esame di Stato consisterà in tre prove: due scritti e un orale. Le prove scritte sono quella di italiano e la materia di indirizzo (ad esempio, latino, matematica, lingua straniera). La prima prova (19 giugno) consisterà in sette tracce: artistica, letteraria, filosofia, scientifica, storica, sociale ed economico-tecnologica. Non ci sarà il tema di storia, che potrebbe comparire – attenzione – nella prova argomentativa. Quali le tipologie? A (due tracce): analisi del testo; B (tre tracce): analisi e produzione di un testo argomentativo; C (due tracce): riflessione critica su temi d’attualità.
La seconda prova (20 giugno), quella di indirizzo, potrà essere mista. Allo Scientifico, infatti, approda anche fisica, oltre a matematica, mentre al Classico alla versione di latino si affiancheranno domande di contestualizzazione in greco.
Quindi, la prova orale: addio “tesina”, sono previste tre buste per scegliere l’argomento da cui cominciare il colloquio, che riguarda sempre più materie. E, per finire, debutteranno il resoconto dell’alternanza scuola-lavoro e una o più domande su cittadinanza e costituzione, come da programma svolto.
Giovanna Boglietti

Leggi anche:  Genio ribelle viene a diplomarsi all’Iti

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

NOVITA’: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

 

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!