Era il 1969 quando è stata inaugurata la nuova scuola dell’indirizzo Geometri di Biella: tanti ospiti ieri al “Gae Aulenti” per i 50 anni del Vaglio Rubens.

SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA LUNEDì 28 IL SERVIZIO COMPLETO E LE INTERVISTE

50 anni Vaglio Rubens: la storia

Una prima sede troppo piccola, quella del Chiostro di San Sebastiano, e un aumento esponenziale di studenti, passati in dieci anni da 6 a 89. E, nel mezzo, l’amicizia tra l’allora preside Amos Corulli e il geometra, industriale e proprietario di aziende agricole Vaglio Rubens. Da qui muove la storia dei 50 anni dell’istituto tecnico per Geometri “Vaglio Rubens” di Biella nella sede di viale Macallè. Da qui sono cominciati i festeggiamenti per la ricorrenza, che hanno portato all’Iis “Gae Aulenti” docenti, studenti ed ex studenti, autorità e, tra gli ospiti d’eccezione, Paola Mazzaglia, nipote di Vaglio Rubens, e Anita Minoli, la prima diplomata geometra donna nel Biellese, che è stata allieva e poi moglie dell’architetto e insegnante che ha curato il progetto edilizio, Pietro Foddanu.

“Mio nonno realmente credeva nel fatto che chi riusciva ad avere dovesse avere la responsabilità di restituire – ha ricordato Paola Mazzaglia (intervento nel video)– ma fortemente aveva la tenacia oltre ogni limite e il sapere che la cultura è una via privilegiata nella libertà e nel successo della vita. A questa scuola teneva in modo incredibile”.

Leggi anche:  Guida essenziale al diploma online: quando, perché e come conseguirlo

Premiati gli studenti meritevoli

 

Nel corso della cerimonia per i 50 anni del Vaglio Rubens, sono stati premiati sedici studenti che si sono distinti nell’anno scolastico passato: per i Geometri, Lisa Cominato, Ludovico Raviglione, Caterina Barbera, Giovanni Pizzato; per l’Agrario, Dorina Rosso Baietto, Marta Erbetta, Giulio Bonato, Mirko Bioletto, Samuele Faiella; per l’Alberghiero, Giovanna Tarello, Francesco Rossetto, Luca Barale, Federica Montis, Maria Rosa Ferraro Morey; infine, per l’indirizzo Ipsia, Bruttero Clerico e e Lorenzo Toso.

LEGGI ANCHE ALTRE NOTIZIE SU ECO DI BIELLA

Non perdere nessuna notizia: iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA