Birre pregiate, scopriamole! Ha fatto il giro del mondo nei secoli dei secoli. La birra da sempre è piacevole e dissetante, soprattutto quando è fresca. E’ pressoché universale e diffusa in ogni ceto sociale perché laddove c’è stata la coltivazione dei cereali, si è verificata anche la produzione della birra. Non si sa con esattezza dove sia nata. C’è chi parla di Mesopotamia, chi di Egitto, chi di isole Orcadi, chi addirittura di Malta. In realtà è assai verosimile che il fenomeno della fermentazione sia stato scoperto casualmente in diverse parti del mondo più o meno nello stesso periodo. Differenti però sono stati i modi di sviluppare la bevanda.

Una questione di storia

In Mesopotamia per esempio sono nati i primi birrai. Nell’Antico Egitto fin dall’infanzia si abituavano i sudditi dei faraoni a bere questa bevanda, considerata anche alimento e medicina. Gli Egizi usavano, come nel caso dei Babilonesi, la birra per scopi propiziatori e sono innumerevoli le divinità che ebbero a che fare con questa bevanda. In una cosa erano diversi Egizi e Babilonesi. Per i primi la birra era una vera e propria industria statale, per i secondi invece si trattava di un semplice prodotto artigianale. La Grecia, Paese enonico per eccellenza, non produceva birra, però ne consumava parecchia, soprattutto in occasione delle feste in onore di Demetra, dea delle messi, tra le quali ovviamente non poteva mancare l’orzo. Si trattava di prodotti d’importazione, per lo più fenici consumati anche durante lo svolgimento dei giochi olimpici quando non era ammesso il vino.

Nascita delle birre pregiate

Etruschi e Romani facevano anch’essi parte del «club del vino». Alcuni ragguardevoli personaggi della loro società diventarono accaniti sostenitori della birra. Come ad esempio Agricola, governatore della Britannia. Tra i cosiddetti popoli barbarici si trovavano i più strenui bevitori di birra, i Germani e i Celti. Il Medioevo vide la birra protagonista soprattutto per il salto di qualità operato nella produzione della bevanda. Furono introdotti anche alcuni nuovi ingredienti, tra i quali il luppolo. E’ il periodo in cui nacquero la birra d’abbazia, alcune delle quali sono molto rinomate ancora oggi.