Traffico di droga a Biella e Cossato, arresti e denunce.

Cinque arresti e venti denunce

Una vasta operazione antidroga che ha coinvolto 6o persone e portato a 5 arresti con 20 denunce di cui 10 misure cautelari con obbligo di firma. Sono per la maggior parte incensurati, e alcuni professionisti insospettabili, i protagonisti dell’indagine denominata “Cisco”, avviata dalla Squadra Mobile della Questura di Biella diretta da Marika Viscovo.

Droga proveniente da Torino e milanese

L’attività era iniziata a fine 2018 con la denuncia di un uomo in possesso di marijuana, un quantitativo notevole di banconote dalla dubbia provenienza e una lista di nomi segnati su un blocco di appunti. Grazie a controlli e intercettazioni si è così scoperto che era in programma l’arrivo di un grande quantitativo di cocaina da distribuire nelle piazze di Biella e Cossato proveniente dal Milanese. Nei guai sono finite cinque persone tra cui due cugini biellesi che gestivano l’affare. Ulteriori sviluppi dell’indagine hanno portato all’arresto di tre persone in flagranza di reato tra cui un fornitore torinese, ristoratore, e al coinvolgimento di una sessantina di assuntori. Nei giorni scorsi, durante l’esecuzione delle misure cautelari nei confronti di un pregiudicato, la Polizia ha poi rinvenuto 1kg di marijuana in un appartamento di Quaregna Cerreto. In manette sono finiti il figlio e la sua fidanzata, entrambi incensurati. Al termine dell’udienza di convalida i due sono finiti ai domiciliari.

Leggi anche:  Cossato perde la "sua" sartoria

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

NOVITA’: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

 

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!