Sull’auto sospetta i cacciavite per rubare.

Sospettate

Sono state fermate e rispedite oltre i confini della provincia due donne con vari precedenti di polizia alle spalle che non hanno saputo fornire giustificazioni in merito alla loro presenza nel Biellese. Nell’auto sulla quale le due si trovavano (peraltro appartenente a un pluripregiudicato), i poliziotti di una volante hanno inoltre trovato due cacciavite di grosse dimensioni, entrambi con la punta piegata e danneggiata come se fossero stati utilizzati non per il loro normale compito bensì come leva per forzare un infisso: classici e fondamentali arnesi del kit del perfetto scassinatore.

Denunciata per i cacciavite

La conducente, 27 anni, residente in provincia di Pavia anche se nativa di Vercelli, è stata a quel punto denunciata per il possesso ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere. L’auto sulla quale le due stavano viaggiando, è stata intercettata dalla volante della polizia intorno alle 9 del mattino a Gaglianico.

Notate a Gaglianico

I poliziotti dell’equipaggio hanno notato che la conducente, alla loro vista, aveva cambiato direzione in modo repentino e accelerato. L’auto sospetta è stata così seguita e fermata. Le due, per la perquisizione ad opera di una poliziotta, sono state quindi portate in Questura dove peraltro è stata formalizzata la denuncia.