“Sono spacciatori”, arrestati dalla Finanza.

Di Biella e Quaregna

A uno sono già stati concessi gli arresti domiciliari, l’altro sta aspettando la decisione del giudice che potrebbe propendere per lo stesso trattamento. Le misure cautelari più blande sono state decise ieri mattina dal giudice delle indagini preliminari nei confronti di due giovani, uno residente a Biella, l’altro a Quaregna, un ventenne e un quarantenne, arrestati in esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio di droga nel contesto di un’operazione condotta dalla Guardia di finanza di Biella e denominata “La Marmora”.

Altri denunciati

L’operazione, diretta al contrasto appunto del traffico illecito di droga, si è svolta sotto la regia della Procura della Repubblica. In particolare, a maggio dell’anno scorso, militari del dipendente Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, con il rilevante contributo del personale della locale Sezione di Polizia Giudiziaria – Aliquota GdiF – avevano avviato l’operazione nel corso della quale sono stati arrestati – in tempi diversi – cinque spacciatori, di cui tre in flagranza di reato. Sono stati inoltre denunciati a piede libero ulteriori sei soggetti per detenzione di sostanze stupefacenti.

Leggi anche:  Tempio crematorio, altri indagati

IL SERVIZIO COMPLETO LO POTETE TROVARE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA