Una vera tragedia quella che si è consumata in Liguria: sono infatti stati ritrovati  sulle pendici del Monte Carmo nell’entroterra di Giustenice, i resti del piper disperso la sera del 6 agosto.  Morte le due persone che si trovavano a bordo: Lorenzo Castaldi, 70 anni, di Lenta (Vercelli) molto conosciuto anche nel Biellese per la sua frequentazione dell’aeroporto di Cerrione e Andrea Giussani, di 35 anni, di Ossona.  I corpi sono stati recuperati e sono adesso a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Velivolo partito da Vercelli

Come riportano VercelliOggiNotizie.it NovaraOggi.it, il Piper era decollato dall’Aero Club di Vercelli ed era diretto a Villanova d’Albenga. Del velivolo si erano perse tracce intorno alle 16,38. Secondo quando riferito da un testimone, il mezzo era stato visto in difficoltà in prossimità di Rio Freddo, verso la gola di rio Siondo, ai piedi di Monte Rodondo, zona conosciuta come impervia e difficoltosa.

Si schianta Piper nel Savonese

Sono subito scattate le  ricerche di Vigili del Fuoco, Carabinieri, Protezione civile dei Comuni limitrofi, Soccorso Alpino di Finale e Savona, e Pubbliche assistenze. Anche un elicottero dei pompieri ha perlustrato la zona. La svolta intorno all’una di notte, quando, attraverso le celle telefoniche, si è risalito ai cellulari delle vittime e, localizzandoli, ai resti del piper. La Procura che ha aperto un’inchiesta, così come l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo, con l’invio di un investigatore sul luogo dell’incidente per un sopralluogo operativo.

Lorenzo Castaldi, 70 anni, di Lenta. Molto conosciuto all’aeroporto di CerrioneIscrivetevi al gruppo Facebook Biella Netweek, collegato alla pagina di Eco di Biella, per essere sempre informati dalla Redazione di Eco di Biella con notizie verificate.

TORNA ALLA HOME PAGE