Sequestrati casa e garage dello scomparso.

Parla la figlia

«Le ho pensate tutte e adesso non ho proprio più idea di ciò che può essere capitato a mio padre. Fra tre giorni cade il secondo mese della sua scomparsa, sono sconvolta…». A parlare è Marianna Montin, la figlia di Giorgio, il pensionato di 63 anni originario di Trivero e residente a Biella svanito nel nulla dopo che si sono perse le tracce il 10 dicembre scorso. La ragazza ha già partecipato a trasmissioni del calibro di “Chi l’ha visto?” (la foto di padre e figlia è stata tratta dal sito Rai) e “La vita in diretta”. Ma non è servito a nulla: «Non abbiamo ricevuto chiamate di nessun genere, neppure una minima segnalazione», precisa lei con tono rassegnato. Il giallo prosegue.

Il sequestro

Intanto, nella giornata di lunedì, su mandato del sostituto procuratore Mariaserena Iozzo che coordina le indagini, i carabinieri del Nucleo investigativo provinciale, hanno sottoposto a sequestro sia l’abitazione sia i due garage di proprietà di Montin che si affacciano lungo via Santuario di Oropa a Cossila San Giovanni. I sigilli sono a firma del Maggiore Massimo Colazzo, comandante dello speciale nucleo di investigatori.

Leggi anche:  Pasquetta all'aria aperta, tra pic nic ed erbette

TUTTI I PARTICOLARI LI POTRETE TROVARE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA