Scoperti sette lavoratori in nero. Sanzionate due imprese edili provenienti da fuori regione.

Continuano i controlli nei cantieri biellesi da parte dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro. Nell’ultima settimana sono state sanzionate due imprese edili provenienti da fuori regione. In entrambi i casi è stata evidenziata la presenza di lavoratori in nero e cioè senza contratto. Le due imprese erano impegnate in un cantiere aperto nella zona del centro di Biella.

I casi

Il caso più grave riguarda la presenza di sei lavoratori in nero, che costituivano tutta la forza messa in campo dalla società.
Si tratta di cittadini extracomunitari, tutti in regola con il permesso di soggiorno. In questo caso, come da prassi, l’amministratore unico della società è stato denunciato, inoltre gli sono state comminate multe per 7.368 euro e sanzioni amministrative per altri 11mila euro. L’attività della ditta è stata poi sospesa, anche a causa di alcune violazioni relative alle norme in materia di sicurezza, e sono partite le procedure per la regolarizzazione in automatico di tutti i rapporti di lavoro.
Sempre all’interno dello stesso cantiere è stato rintracciato un altro lavoratore senza contratto, che rappresentava l’unico dipendente sul posto di una seconda ditta sanzionata. In questo caso si trattava di un cittadino residente in uno dei Paesi dell’Unione Europea. I carabinieri hanno elevato contravvenzioni per un totale di 1.228 euro con in più sanzioni per altri 1.500 euro e denunciato l’amministratore della piccola azienda.

Leggi anche:  Bottigliata in testa a un uomo, caccia all'aggressore

Lavoro nero

I cantieri sono diventati negli ultimi mesi lo sfondo delle maggiori irregolarità in tema di lavoro nero, assorbendo molto dell’impegno sul campo dei carabinieri dell’Ispettorato del lavoro.
Questa è però forse la prima volta che un cantiere situato in centro città presenta una illegalità così totale, con aziende che sa pure di dimensioni ridotte fanno conto esclusivamente su lavoratori senza contratto e tutele.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE