Perseguita la ex, in cella per stalking.

Convocato e arrestato

Lo hanno convocato in Questura giovedì mattina. Lui non sospettava di niente quando gli è stato chiesto di salire negli uffici della Squadra mobile. Dove gli è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal giudice. L’accusa è pesante: stalking nei confronti della ex fidanzata.

L’avrebbe fatta grossa

L’uomo, 40 anni, molto conosciuto al Villaggio La Marmora, ne avrebbe combinate così tante alla ex da costringere la Procura a chiedere al giudice delle indagini preliminari nientemeno che il suo arresto. Le indagini in proposito stanno proseguendo nel più stretto riserbo. Così non si conoscono gli estremi che hanno portato all’arresto dell’uomo, comunque sposato con un’altra donna e padre (ecco perché non pubblicheremo il nome, per tutelare dei minori).

Tre donne ispettori

A difenderlo è l’avvocato Erika Vasta. Le indagini sono state condotte dai tre ispettori donna che compongono l’aliquota della Polizia di Stato della Sezione di Polizia giudiziaria della Procura, un gruppo molto affiatato che lavora fianco a fianco da una vita. Sono state loro, le poliziotte con i rombi da ispettori sulle spalle, a raccogliere le dichiarazioni della vittima delle persecuzioni e a dare seguito alle indagini, coordinate dal procuratore capo Teresa Angela Camelio.

Leggi anche:  Giulia Lamagna campionessa italiana

In Questura

L’arresto è poi stato eseguito materialmente negli uffici della Questura proprio per evitare reazioni inconsulte del soggetto, noto per il suo carattere non proprio tranquillo. Il provvedimento è stato adottato per proteggere la vittima delle persecuzioni che negli ultimi tempi si erano fatte pesantissime.