Perde uno scontrino sull’auto rubata: preso. Ha perso uno scontrino d’acquisto di una scheda Sim di un negozio Vodafone. Così, poco alla volta, con la pazienza certosina e la professionalità che li contraddistingue, i poliziotti della Squadra mobile, sezione reati contro il patrimonio, sono riusciti a risalire al personaggio che si trovava su quell’auto e che, alla fine, è stato denunciato per il reato di ricettazione.

Una grande squadra

E’ stato lo stesso dirigente della Mobile, commissario capo Marika Viscovo, stamattina in Questura, a rimarcare le grandi capacità investigative degli uomini da lei stessa coordinati. Il furto dell’auto, una Ford Fiesta, era avvenuto il 25 aprile in centro a Biella. La vettura era poi stata ritrovata il giorno dopo nei pressi del cimitero urbano. Erano stati gli specialisti della Scientifica a ritrovare, accartocciato sotto al sedile, lo scontrino del negozio Vodafone, evidentemente perso dal ladro.

Individuato il responsabile

Gli agenti della Mobile hanno chiesto al titolare del negozio di conoscere i nomi di tutti i clienti che, alla data dello scontrino, il 3 aprile scorso, avevano acquistato e attivato una scheda Sim per telefoni cellulari. Tra i dieci nominativi forniti, è così stato individuato un personaggio già noto, una “vecchia conoscenza” con una raffica di precedenti alle spalle soprattutto per furti su auto, il quale, a quel punto, è stato denunciato.

Leggi anche:  Forzano cinque auto in sosta per rubare

Accusato di ricettazione

Considerato che non gli si poteva contestare il furto in quanto non c’erano le prove materiali che l’auto l’avesse in effetti rubata lui, il pregiudicato è stato denunciato per il reato di ricettazione. Sono state fornite le solo iniziali, G.F., 63 anni, originario di Varese ma residente a Biella.

Valter Caneparo