Paura per la vita di una donna. E lo stalker finisce in carcere.

L’arresto

Un presunto stalker è stato arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Vercelli in esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Vercelli, su richiesta della Procura della Repubblica. La tempestività dell’intervento è risultata fondamentale per i chiari segnali di pericolo imminente.

La denuncia

L’attività investigativa è scaturita dalla denuncia presentata da una donna vercellese, vittima di gravissimi atti persecutori da circa un anno e mezzo da parte dell’ex compagno. L’uomo, affetto da problemi di alcolismo, non si era mai rassegnato alla fine della relazione ed aveva messo in atto una serie di comportamenti gravissimi ed ossessivi tali da rendere impossibile la vita alla donna.

I fatti

Dal 2017 ad oggi lo “stalker”, in un’escalation preoccupante, aveva cominciato con le molestie telefoniche per poi “progredire” con continui pedinamenti ed appostamenti, fino a giungere a vere proprie aggressioni fisiche. La vittima, nonostante ciò, non aveva mai voluto rivolgersi alla Polizia a causa dell’affetto che aveva provato nei suoi confronti ed in considerazione della paura di eventuali ritorsioni.

Leggi anche:  Morto in bici a Valle Mosso, tombino sequestrato

In carcere

La formalizzazione della denuncia e la sinergia immediata con la Procura della Repubblica ha permesso in brevissimo di tempo di ottenere una misura cautelare custodiale per l’uomo. Le evidenze probatorie raccolte hanno infatti permesso di dimostrare che lo stesso aveva pubblicato sui social dei messaggi ed aveva inviato alcuni sms a suoi conoscenti, con i quali lasciava intendere che avrebbe ucciso la sua ex se lei non fosse tornata con lui. E’ dunque scattato immediatamente il provvedimento restrittivo a carico dello stalker, per il quale si sono aperte le porte della locale casa circondariale.

 

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO