Nubifragio sul Biellese, danni e disagi.

Stop a “Bolle di malto”

Vari disagi e danni tutto sommato contenuti per il nubifragio che stanotte si è abbattuto in tre round sul Biellese. La pioggia battente ha fatto concludere prima anche la festa di Bolle di Malto con migliaia di persone che hanno partecipato alla kermesse fatta di buon cibo, birra dei birrifici artigianali a fiumi e buona musica, che sono state costrette a scappare da piazza Martiri della Libertà. Già all’una c’è stata una prima avvisaglia. Poi la pioggia battente ha provocato un fuggi fuggi generale con le persone che hanno trovato rifugio dove hanno potuto. In tante si sono ad esempio accalcate sotto i portici del Sociale.

Vigili del fuoco al lavoro

I Vigili del fuoco hanno effettuato quattordici interventi nella notte per allagamenti e piante cadute lungo le strade. C’è stato persino un sopralluogo tecnico per verificare la stabilità di un muro. Gli uomini del comando provinciale di Biella e dei comandi voontari di Cossato e di Ponzone, sono intervenuti in buona parte della provincia. In particolare in più punti di Biella. Poi a Candelo, Sostegno, Valle San Nicolao, Andorno Micca e Miagliano dove la pioggia è caduta con maggiore intensità rispetto alla altre zone.

Leggi anche:  Si sente male al volante di un Tir: camionista gravissimo

Tanti disagi

Lungo la stuperstrada, all’altezza del territorio di Vigliano, sono caduti parecchi rami che hanno ostruito in parte la carreggiata. La situazione è poi tornata alla normalità grazie all’impegno dei Vigili del fuoco. A Biella, in via Valle d’Aosta, il tetto di una casa è stato in parte scoperchiato per la pioggia e il vento molto forte. Danni si sono registrati anche in via Cadormna a Chiavazza. In via Friuli, un pezzo di cornicione si è staccato e ha colpito un’auto in sosta.

Pino abbattuto

In via Cottolengo, un grosso pino si è abbattuto in strada occupamndo l’intera carreggiata. Per fortuna nessuno si è fatto male. L’albero ha danneggiato un’auto posteggiata. Pioggia è prevista anche domani e domenica mentre da lunedì tornerà a risplendere il sole. Stando alle previsioni, l’estate non è comunque finita. Le temerature non raggiungeranno più i 30 gradi, ma il termometro si fermerà comunque sui 24 – 25 gradi.

V.Ca.