Migrante nei guai, in tasca marijuana.

Ubriaco ai giardini

Non solo infastidiva i passanti, da ubriaco, intorno ai chioschi dei giardini Zumaglini ma aveva anche addosso pochi grammi di marijuana (foto), conservati in piccoli involucri di cellophane. A fermarlo ci hanno pensato gli agenti della Polizia locale di Biella che lo hanno denunciato all’autorità giudiziaria, dopo un intervento che ha impegnato due pattuglie.

E’ successo venerdì

I fatti risalgono alle 19 circa di venerdì 2 novembre. Ad avvisare i due agenti di servizio nella zona è stato un cittadino che ha parlato di un uomo che, in evidente stato di alterazione, stava disturbando i passanti. I primi tentativi di calmarlo sono stati inutili: lo sconosciuto, all’offerta di aiuto e alla richiesta di mostrare i documenti, ha reagito con le minacce, ha quindi sputato verso gli agenti e ha provato ad allontanarsi verso via La Marmora. A quel punto è stato fermato e condotto al comando.

Spunta la droga

La perquisizione ha consentito di trovare, nascosti nel risvolto dei pantaloni, cinque pacchetti di cellophane contenenti della marijuana. Sei i grammi complessivi sequestrati. E’ probabile che fossero destinati allo spaccio. L’uomo è stato alla fine identificato. Si tratta di un quarantenne, nato in Ghana, che è stato denunciato.

Leggi anche:  Tempio crematorio, altri indagati

Perquisizione

La perquisizione nella camera del centro di accoglienza in cui risiedeva ha dato esito negativo: non sono state trovate altre sostanze proibite. Il comandante della Polizia locale, Massimo Migliorini, ha ringraziato gli agenti che sono intervenuti e il vice comandante Marcello Portogallo che ha operato.