Medico intasca 700mila euro in nero dalle autoscuole.

Visite per la patente

Lavorava per conto di autoscuole e agenzie di pratiche auto intascando compensi in nero per redigere certificati medici finalizzati a ottenere l’abilitazione a guidare oppure il rinnovo della patente. E’ un medico che fino a qualche mese fa era in forza all’Asl di Biella, che avrebbe svolto tali incarichi durante il normale orario di lavoro e che è stato alla fine denunciato per truffa ai danni dello Stato.

700mila euro

Secondo la Guardia di finanza che ha condotto le indagini, nell’arco di quattro anni, l’ex dirigente medico avrebbe percepito qualcosa come 700mila euro in nero e, di contro, si sarebbe intascato in modo illegittimo anche parte dei compensi per il suo incarico nel pubblico impiego per un danno complessivo di circa 660mila euro.

Licenziato dall’Asl

In una nota, l’Asl precisa che «l’Azienda, come doveroso in tali fattispecie, ha collaborato a pieno con la Guardia di Finanza fin dall’inizio delle indagini. Pare opportuno evidenziare che al momento dell’avvio delle indagini il medico coinvolto non risultava essere più dipendente dell’Asl Bi in quanto aveva rassegnato dimissioni volontarie alcuni mesi prima».

Leggi anche:  Vittime della strada, in Italia oltre 3.000 morti nel 2018

L’ARTICOLO COMPLETO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO