Maltempo: allagamenti e strade chiuse. Alberi sulla carreggiata, corsi d’acqua che straripano, massi in strada. Raffica di interventi di carabinieri e Vigili del Fuoco.

Maltempo

Le forti precipitazioni cadute sul Biellese nella giornata di sabato e domenica, sommate alle previsioni per la giornata odierna, in cui sono previste altre piogge forti, hanno convinto l’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente ad alzare il livello di attenzione da giallo ad arancione. E già  ieri si sono riscontrati alcuni problemi lungo le strade del biellese. I Vigili del fuoco in mattinata sono dovuti intervenire lungo la strada che porta al Santuario di Oropa per rimuovere alcune piante pericolanti. Stesso intervento anche sulla provinciale che collega Ronco a Ternengo.

Situazione critica

Sempre in mattinata situazione critica, ma comunque sotto controllo al Villaggio La Marmora, sia in via Donato dove una roggia ha iniziato a riversare acqua lungo la strada, sia in via Lombardia, nei pressi della scuola. I Vigili del fuoco anche in questo caso sono intervenuti riportando alla normalità la situazione.
La situazione più complicata, soprattutto per il traffico, si è invece verificata nel primo pomeriggio di ieri quando una grossa pianta è caduta in strada, all’imbocco di via Corradino Sella, proprio nei pressi della rotonda che porta in Valle Cervo e a Pavignano. E’ stato necessario chiudere la strada per consentire ai Vigili del fuoco di rimuovere il grosso albero che si è staccato dalla collina sovrastante. Sempre ieri un grosso masso del diametro di un metro è caduto invece a Campiglia Cervo, in località Fucina. Sono intervenuti i carabinieri e il masso è stato spostato.  Inoltre, lungo la strada che da Ailoche conduce a Crevacuore è stata resa a senso unico alternato all’altezza del ponte Strona.  Insomma, nessun grosso danno ma tante situazioni di potenziale pericolo che potrebbero aumentare a causa dell’intensificarsi delle precipitazioni previsto per la giornata odierna.

Leggi anche:  Tempio crematorio di Biella sequestrato: due arresti FOTO

Aperta la centrale di Protezione civile

Per controllare al meglio l’evolversi della situazione e per dare una risposta rapida a eventuali problematiche, il Comune di Biella ha aperto la centrale operativa della Protezione civile. Intanto nella giornata di ieri è stato chiuso il guado a Castelletto Cervo. La strada, infatti, non è più praticabile a causa dell’ingrossamento del corso d’acqua. La situazione è monitorata costantemente.
In serata la Regione ha annunciato che è stata aperta la sala della protezione civile per tenere sotto controllo la situazione.