Litiga con i genitori e va in caserma  dicendo “Voglio morire”. L’episodio è successo ieri a Vigliano Biellese.

Litiga con i genitori

A chiedere aiuto ai militari è stato un ragazzo sui 20 anni residente in paese. Aveva appena litigato con i genitori. In un momento di profondo sconforto ha pensato alla morte, ha creduto che rinunciare per sempre alla vita potesse risolvere i suoi problemi.

La richiesta d’aiuto

Il giovane si è recato in caserma, a Vigliano Biellese. La struttura però era momentaneamente chiusa al pubblico.  Quando ha suonato il citofono gli hanno risposto i carabinieri in servizio alla centrale del 112.

Il soccorso

I militari hanno cercato di parlare con lui, di tranquillizzarlo, ma il giovane era molto agitato. Intanto gli è stata mandata incontro una pattuglia in servizio al comando stazione di Mottalciata. Gli operatori della centrale lo hanno intrattenuto il più possibile al telefono, facendogli domande e parlandogli, ma il giovane rispondeva a stento. Piangeva.

In ospedale

Intanto è stata aperta anche la caserma di Vigliano Biellese. I militari hanno cercato di calmare il giovane e lo hanno consegnato alle cure del personale medico del 118.

Leggi anche:  Provoca un incidente poi scappa: caccia al pirata della strada

Sh.C.