Lanciano sassi ai bagnanti della piscina “Rivetti”.

Banda di giovani

Teppisti, giovani e sciocchi: è l’identikit dei componenti del gruppo di ragazzi che sabato pomeriggio ha organizzato una sorta di sassaiola dall’esterno all’interno della piscina di Biella col rischio di colpire qualche bagnante o di danneggiare le attrezzature. In effetti un vetro è stato alla fine colpito in pieno da un sasso ed è andato in frantumi. E’ stato il responsabile della piscina “Rivetti”, 49 anni, residente fuori provincia, a chiedere l’intervento dei carabinieri. Quando la pattuglia è arrivata, il gruppetto di teppistelli da strapazzo si era già allontanato. Non è però finita così.

Altro intervento

Un’ora dopo, gli stessi ragazzi sono tornati all’attacco e hanno di nuovo lanciato dei sassi dall’esterno dell’area della piscina, superando il seppur alto muro di cinta. Anche in questo caso è stato chiesto aiuto ai carabinieri che in un batter d’ali hanno raggiunto la zona. Proprio in quel momento, i militari avrebbero notato dei ragazzi allontanarsi di corsa fino a far perdere le loro tracce. Gli stessi carabinieri hanno poi potuto constatare la presenza delle pietre all’interno dell’area della piscina. Il gestore dell’impianto avrebbe già presentato denuncia contro ignoti nella quale si ipotizza il reato di danneggiamento aggravato.

Leggi anche:  Mercedes distrutta dalle fiamme a Cossato

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO